Consigli di lettura

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 12/05/2022 - 12:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 02 al 08 maggio 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Bompiani, Einaudi e Magazzini Salani. Einaudi è la casa editrice più presente in top 10 con tre libri, seguita da Magazzini Salani, Mondadori e Newton Compton con due titoli a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. Niente di vero di Veronica Raimo (Einaudi)

     

    9. Sono mancato all'affetto dei miei cari di Andrea Vitali (Einaudi)

     

    8. Sfida all'ultimo bacio di Anna Premoli (Newton Compton)

     ...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 12/05/2022 - 10:30

    Scrittori da (ri)scoprire – Milena MilaniScrittrice, giornalista e affermata pittrice, Milena Milani (Savona, 1917 – Savona, 2013) ha vissuto tutta la sua lunghissima esistenza tra arte e letteratura, lasciando una traccia significativa in entrambi i mondi.

    Nasce a Savona nel 1917, da padre livornese di tendenze anarchiche e madre piemontese, che la chiamano Milena perché, come avrebbe poi lei raccontato più volte da adulta, se fosse stata un maschio si sarebbe dovuto chiamare Lenin, e Milena sembrava loro il nome femminile più simile.

    Diplomatasi alle magistrali, Milani decide di andare a frequentare l’università a Roma, dove è obbligata a iscriversi ai GUF (Gruppi Universitari Fascisti), grazie ai quali rivela comunque le sue doti letterarie partecipando con le sue poesie ai Littoriali, le competizioni culturali organizzate per gli universitari. A Roma, però, frequenta anche un gruppo di intellettuali poco fedeli al regime, che si riuniscono abitualmente in una saletta del Caffè Aragno, e che comprende tra gli altri...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 11/05/2022 - 15:53

    Perché si dice «l’amico del giaguaro»?L’amico del giaguaro nasce dalla battuta finale di una barzelletta, quando un tizio confida a un amico di voler andare a caccia di giaguari.

    A quel punto la conversazione si sposta su una serie di osservazioni che tentano di mettere in dubbio il senso dell’impresa, ma l’altro non arretra e così l’amico conclude dicendo: «Ma tu sei amico mio o del giaguaro?»

    Questa battuta ha trovato grande seguito nell’immaginario popolare grazie a un programma RAI televisivo degli anni Sessanta e condotto da Corrado.

    L’amico del giaguaro ha un significato ben preciso. La persona che si crede essere dalla propria parte e invece si rivela amica del nemico. L’espressione è utilizzata perlopiù in tono scherzoso.

    Sai che cosa significa «utile idiota»?

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 11/05/2022 - 10:30

    “Nessuno ne parla” di Patricia Lockwood, quando la realtà irrompe nel virtualeNessuno ne parla (Mondadori, 2022 – traduzione di Manuela Faimali) è il primo romanzo di Patricia Lockwood, poetessa e saggista americana che si era già fatta notare con il memoir Priestdaddy (Mondadori, 2020 – traduzione di Manuela Faimali), in cui raccontava la sua insolita famiglia, capeggiata da un padre che, dopo essere stato pastore luterano, si è convertito al cattolicesimo, mantenendo però in via del tutto eccezionale la possibilità di continuare a vivere con moglie e figli. Finalista al Booker Prize 2021, il maggior premio letterario in lingua inglese, Nessuno ne parla ha avuto molto successo nel mondo anglosassone e ora arriva anche in traduzione italiana.

    La protagonista, che narra le sue vicende in prima persona, è una regina dei social media, che in un mondo completamente allo sbando sia dal punto di vista economico,...

  • Autore: Fabio Cozzi
    Mar, 10/05/2022 - 12:30

    Anatomia di un editore rivoluzionario, gli ultimi giorni di Giangiacomo FeltrinelliIl giornalista Aldo Grandi non sembra voler passare sopra al cinquantesimo anniversario della morte dell’editore Feltrinelli e rimette in fila gli ultimi anni della vita del grande editore, soprattutto quelli passati in clandestinità (dopo la strage di Piazza Fontana). Se nel 2000 il giornalista toscano scrisse Giangiacomo Feltrinelli, La dinastia, il rivoluzionario, ora al centro c’è in qualche modo la strampalata morte dell’editore Giangiacomo Feltrinelli sotto quel traliccio dell’Enel a Segrate (Gli ultimi giorni di Giangiacomo Feltrinelli, uscito lo scorso mese per Chiarelettere), con un metodo nell’agguato ai tralicci che avrebbe voluto seguire il grande blackout del 1965 che bloccò quasi tutto il Nord-est degli Stati Uniti e che portò quasi tutto il paese nordamericano ad essere quasi travolto dal caos. Feltrinelli esalò l’ultimo respiro, steso in quel campo di grano e senza una gamba, strappata via dall’esplosione. Prima di quell’esplosione e negli anni Sessanta l’editore milanese aveva cercato di studiare le...

  • Autore: La Redazione
    Mar, 10/05/2022 - 10:30

    I libri più venduti ad aprile 2022Vi presentiamo i libri più venduti nel mese di aprile 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio della sezione “saggistica” troviamo Adelphi, Mondadori e Feltrinelli.

    Per la narrativa straniera, il podio è dominato da Adelphi, Sperling & Kupfer e Mondadori.

    Per la narrativa italiana troviamo libri editi da Einaudi (in prima posizione) e Magazzini Salani (in seconda e terza).

     

    Saggistica

    5. La mente innamorata di Vito Mancuso (Garzanti)

    4. La pace interiore. Liberarsi dall'ansia, dalle paure, dai pensieri negativi di Chiara Amirante (Piemme)

    3. Una persona alla volta di Gino Strada (Feltrinelli)

    2. Suicidio...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.