Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: Alessandro Puglisi
    Mar, 31/05/2011 - 11:48

    EsterinaCorreva l'anno 1942, quando uscì Esterina, primo romanzo di Libero Bigiaretti. A distanza di quasi settant'anni, nel 2010, Isbn Edizioni lo ha riproposto, all'interno della collana “Novecento Italiano”, arricchito da uno scritto di Eugenio Ragni.

    Autore semisconosciuto (a torto), Bigiaretti si inserisce tuttavia nel novero di quelle personalità artistiche che gravitarono attorno alla figura di Adriano Olivetti; la bibliografia dello scrittore, nato a Matelica nel 1905, è vasta e articolata. Ed in quest'ambito, Esterina si pone come il punto di partenza: romanzo inviso al regime fascista, racconta la storia di un amore coniugale infelice; una parabola che non si lascia indovinare dall'incipit, pieno di "agreste" speranza: «Fin dove arriva la mia memoria, mi rammento che ho vissuto ogni anno della mia vita nell'attesa ansiosissima dell'estate». Il protagonista racconta, in prima persona, “come amor lo strinse”: le vacanze in campagna diventano lo sfondo, la scenografia dell'affetto tra due giovani. Bigiaretti conduce la narrazione, attraverso una prosa elegante e musicale, da un evento all'altro, talvolta con notevoli ellissi, come seguendo l'incedere episodico che caratterizza la redazione delle “memorie”.

    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 31/05/2011 - 11:24
    Le ultime dal blog...
  • Autore: Barbara Greggio
    Mar, 31/05/2011 - 10:58

    Antonio Franchini“’e libri nun se vendono. Ma nun è che nun se vendono mo’. ’E libri nun se so’ venduti maie!”

    Il venditore di libri è una figura sconosciuta al lettore, un operatore del settore editoriale che lavora nell’ombra. Il suo compito è simile a quello di un qualunque altro commerciante, se non fosse che il prodotto che vende è il libro, un oggetto che ha in sé il potere di incutere timore e creare fascinazione. Don Procolo, il protagonista di questo racconto di Antonio Franchini, è un venditore del Sud, disincantato, ammaliatore, talvolta cinico. Il suo intuito è infallibile, gli bastano pochi indizi per predire il successo o il fallimento di un'opera letteraria, con la conseguente fortuna o miseria del suo autore. Viaggiare nei ricordi di Don Procolo è un po’ come scendere lungo l’Italia, perdersi tra i paesi sulla costa, scoprire che c’è vita anche quando l’estate finisce, e che, proprio nei mesi vuoti di turisti, il venditore tesse la sua trama. I libri da vendere spesso li sceglie lui direttamente, perché i proprietari delle mercerie, degli empori e delle edicole che li metteranno in bella mostra non capiscono nulla di letteratura e non hanno alcuna dimestichezza con le parole scritte. Sullo sfondo ci sono due...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Lun, 30/05/2011 - 07:37

    La vita erotica dei superuominiLa scrittura di Marco Mancassola, fissata in un punto dolente e irrisolto, sembra condannata a lottare col dolore, rifugiandosi in un momento del passato che precede o nega la tragedia, come a voler rivivere il tempo felice nella forma della ripetizione, che ricorda il suo oggetto in avanti, o del ricordo, il cui oggetto è già stato e, dunque, viene ripetuto all’indietro (Søren Kierkegaard, La ripetizione, 1843).

     

    La vita erotica dei superuomini (Rizzoli, 2008) rappresenta il tentativo di un’esistenza di ripetere il proprio passato, illudendosi che tale processo possa tranquillizzare.

    La storia di Reed Richards assume la modulazione del rimpianto, del desiderio di rendere rivivibile l’esperienza del passato, nel cui ricordo l’ex Mister Fantastic si rifugia per riacquistare pienezza e solidità. Non si tratta di regredire all’età dell’oro, ma di ristabilire uno stato di serenità, gioventù e appagamento; è il desiderio di tornare ad essere l’eroe del passato, il marito della Donna Invisibile.

    L’amore per la giovane Elaine diventa il mezzo per ristabilire un contatto col paradiso...

  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 30/05/2011 - 06:56
    Le ultime dal blog...
  • "Che fine faranno i libri?" Intervista a Francesco CataluccioNumero tre!

    Ad un tratto guardando il biglietto della lotteria che aveva tra le mani si era alzata tra la folla dei colleghi e si era messa a urlare.

    “È il mio! Tre, è il mio numero. Non ho mai vinto niente…”

    Raggiante quella sera di dicembre aveva raggiunto il tavolo dell’urna, la collega dell’ufficio di fianco al suo era lì ancora bendata in piedi, con il numero appena estratto tra le mani.

    E ora il capo la chiamava.

    “Vieni cara, avvicinati!”

    Non le aveva mai parlato prima, ma dopo sette anni di lavoro adesso le era toccato un premio. Il primo premio. Così le era capitato tra le mani un pacchetto rettangolare e lei l’aveva scartato, emozionata come mai.

    “Sarà un portafoto elettronico, una caffettiera ergonomica, una sveglia satellitare…”

    Le stavano frullando nella testa mille idee, l’unica cosa che sperava era che non fosse un libro. Li odiava, erano cose da vecchi, troppo lenti e anzi, andava...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.