Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: Paola Paoletti
    Gio, 16/06/2011 - 08:05

    Cinema Le BalzacLe Cinéma Le Balzac è lì, con la sua architettura sobria, in fondo agli Champs-Élysées, all'imbocco della strada omonima. È descritto come un cinema speciale, quasi un luogo di culto dell'arte delle immagini in movimento.

    Da oltre settant'anni Le Balzac esiste con lo scopo di divulgare la cultura cinematografica. L'attuale direttore, Jean-Jacques Schpoliansky, ha ereditato dal padre e dal nonno l'edificio e l'impegno culturale che esso porta al suo interno. Le sale cinematografiche furono aperte al pubblico nel 1935 con lo scopo di proiettare film e di creare un “luogo” per la cultura audiovisiva.

    Oggi all'interno di Le Balzac troviamo un museo, una sezione dedicata all'animazione con incontri guidati per ragazzi e bambini; ambienti adibiti alle proiezioni di opere liriche, spazi per incontri di discussione e tanto altro.

    Una volta al mese Schpoliansky con la sua equipe organizza la “Pochette Surprise”: un evento rivolto ai giovani con l'intento di educare alla storia e al linguaggio del cinema.

    Un animatore ci fa strada, ci conduce all'interno di una sala pronta per la “Pochette Surprise”.

    Entro anch'io, mi siedo...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 15/06/2011 - 16:27

    Paolo Del DebbioPassata l’ottava posizione della settimana scorsa, la settima torna nel mondo del giornalismo. La persona di cui vi parlerò oggi ce la ritroviamo in televisione di frequente, sempre ben armato di dialettica su qualche tema di attualità.

    Passo indietro.

    Visitiamo il sito dell’università IULM, dove insegna “Etica ed economia” ed “Etica dei media”. Lo IULM mi ha sempre incuriosito, se fosse per la pubblicità penseremmo di trovarci di fronte a una specie di Harvard italiana della comunicazione, tale la forza d’investimento sulla promozione che c’è da rimanere scioccati: nei giornali, nelle televisioni, nelle radio. Insomma, il signore in questione si occupa a livello accademico di etica e affini. Si veda il...

  • Bibli non deve morire.C’è un luogo nella Roma più romana, nel cuore di Trastevere, che da oltre 15 anni è un punto di riferimento culturale del quartiere e della città. Bibli libreria caffè è una libreria, ma è soprattutto un luogo di incontro, un posto dove si organizzano presentazioni e vernissage, concerti e dibattiti, corsi di scrittura e di sceneggiatura.

    Ma Bibli sta morendo, e il 30 giugno chiuderà definitivamente i battenti, a meno che…

    A meno che non si trovi un altro luogo dove farla vivere. A meno che il Comune di Roma non mantenga le sue promesse.

    I muri della libreria appartengono a privati, che a fine contratto hanno deciso di aumentare il canone di affitto del 100%, costo insostenibile per le due socie dell’attività. Da oltre quattro anni il Comune di Roma, prima con la giunta Veltroni e poi con la giunta Alemanno, promette di concedere un locale sfitto in via San Francesco di Sales, sempre a Trastevere, a un canone equo e previa promessa che verrà ristrutturato a spese degli affittuari, ma il bando non è mai stato lanciato, lasciando socie e dipendenti nell’attesa, non con un no che avrebbe permesso di andare avanti, cercare un altro luogo, ma con un “sì, certo...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 15/06/2011 - 09:40
    Le ultime dal blog...
  • Autore: Anna Fioravanti
    Mer, 15/06/2011 - 08:37

    “44 Scotland Street” – Alexander McCall Smith“44 Scotland Street” – Alexander McCall Smith [Traduzione di Elisa Banfi]

    Alexander McCall Smith è senza dubbio uno scrittore estremamente prolifico, autore non solo di due fortunatissime serie che raccontano le avventure di Precious Ramotswe (ambientata in Botswana) e Isabel Dalhousie (ambientata in Scozia), ma anche di numerosi altri libri tra i quali testi universitari di grande importanza (è professore di medicina legale presso l’università di Edimburgo).

    In Italia, TEA ha recentemente pubblicato il primo libro di una terza serie, “44 Scotland Street” che l’autore ha proposto a puntate ai lettori del quotidiano britannico The Scotsman, riuscendo a scrivere oltre 110 mila parole in soli sei mesi. Lo stesso avevano fatto alcuni suoi illustri predecessori quali Charles Dickens ed Henry James.

    44 Scotland Street” racconta le avventure di persone che si ritrovano a vivere insieme in un appartamento al quarto piano della strada - che esiste davvero – di Edimburgo che dà il titolo al romanzo. Bruce, per esempio. È lui che ci accoglie, mentre mostra a Pat, la nuova inquilina, il luogo nel quale...

  • Autore: Vincenzo Marino
    Mar, 14/06/2011 - 11:43

    “Arrovescio” di Francesca ChiricoI versi nelle cose devono per forza essere due: c’è il diritto e c’è il rovescio. Solo che da noi qualcuno li ha scambiati e ora bisogna rimetterli a posto.

    Arrovescio di Francesca Chirico è questo: il rovescio delle cose che per una volta ha la parte principale. Rovescio è la storia e la fantasia che si intrecciano nella vita dei contadini e dei pastori che sono al centro della narrazione e che rappresentano l’esatto contrario dei notabili, dei ricchi, che tra la fatica nei campi e la sezione locale del Pci vogliono ritagliarsi il loro spazio. Un’epoca quella raccontata in cui si era appena usciti dalla seconda guerra mondiale e la vita non faceva sconti se non a Don Antonio che possedeva più di quanto gli era necessario. Tutti gli altri appaiono come lo sfondo di una storia che come le altre ad un certo punto  sembra non avere il lieto fine sperato. Ma come si sa, la realtà spesso supera la fantasia e allora Francesca Chirico racconta della volontà di questi dominati di costruire una vera strada che potesse arrampicarsi meglio della mulattiera esistente su Gianbartolo, la collina che era di proprietà di Don Antonio. Il 13 ottobre 1950 duecento lavoratori cominciano a rovesciare le...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.