Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 29/06/2011 - 16:14

    Giampiero MughiniCi si avvicina alla zona calda della classifica, dopo la sesta posizione di Massimo Giletti. Devo una precisazione ai commentatori, alcuni dei quali si stupiscono di non avere mai pensato a certi nomi come intellettuali. Il titolo è preciso e parla dei dieci finti intellettuali italiani più ridicoli, l’aggettivo “finti” è stato pensato per solidificare il distinguo fra “intellettuali” e “finti intellettuali”. I nomi della classifica non rappresentano intellettuali, ma per ognuno ho letto o sentito più volte che la nomea circolante è tale. Piaccia o non piaccia, come sostenevo nel post introduttivo:

     

    “Di fronte a una situazione simile, l’intellettuale vecchio stampo è morto, è disarmato, soffre di comunicazione se non si sporcacon quanto è veloce, essenziale, urgente. Perché a soppiantare il suo ruolo ci sono i finti intellettuali, gli intrattenitori senza arte né parte, che però risultano talvolta amati da molti, perché simpatici, perché essenziali...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 29/06/2011 - 11:15

    Grandi fotografi contemporanei I grandi fotografi contemporanei sono pochi e non sono più molti i fotografi che usano abitualmente il banco ottico, cioè la derivazione diretta della primissima macchina fotografica, consistente in una semplice scatola con un forellino al centro di una parete, dove la luce, penetrando all’interno, riproduceva sulla parete opposta un’immagine capovolta: è quell’apparecchio piuttosto voluminoso, e dotato di un soffietto posto a chiudere la camera oscura, in cui l’obiettivo è contrapposto a un vetro smerigliato, che serve per la messa a fuoco. Le immagini vengono impresse su speciali pellicole di grande formato, corrispondenti già in negativo alle dimensioni delle fotografie tradizionali, da cui si possono quindi ottenere ingrandimenti molto superiori alla norma.

    Il banco ottico viene utilizzato generalmente su cavalletto, per realizzare quel genere di inquadrature che richiedono lunghi tempi di posa, sia in studio che all’aperto.

    Tra i fotografi contemporanei che ne fanno abitualmente uso, troviamo Gabriele Basilico (Milano, 1944), da tempo considerato uno dei più importanti e celebri...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mer, 29/06/2011 - 10:42
    Le ultime dal blog...
  • Autore: Alberto Carollo
    Mer, 29/06/2011 - 09:53

    L'isola e il sogno, Paolo Ruffilli«L'idea improvvisa di fermare la sua età e la vita: il sogno di restare ancorato dentro il tempo, lì sul mare fuori dal porto, in vista dell'isola felice. Come la nave dei feaci, bloccata in un eterno avvio, senza più arrivi e senza più partenze.»

    Paolo Ruffilli realizza – in stato di grazia - un moderno, inconsueto ritratto di Ippolito Nievo trentenne, letterato e ufficiale che ritorna in Sicilia in missione speciale, col compito di raccogliere le carte e i documenti a garanzia del governo garibaldino; di lì a poco sarebbe stato proclamato il Regno d'Italia. «Tutto è rigorosamente autentico, tutto è rigorosamente immaginato», scrive l'autore in una postilla, ed è pur vero che L'isola e il sogno si nutre dell'opera di Nievo, dei racconti degli scrittori garibaldini, dei reportage di Alexandre Dumas e di riviste d'epoca ma deborda dai canoni del romanzo storico per farsi molto di più e molto altro.

    Ruffilli si occupa di Nievo e dei suoi scritti da ben quarant’anni e ci piace pensare che questo libro costituisca il vertice e la convergenza delle sue ricerche, degli interessi personali e professionali attorno ad un protagonista delle nostre...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 28/06/2011 - 10:12

    Scrittori nel web 2.0Domenica anticipavo i contenuti di oggi, parlando di una rivoluzione in corso nell’editoria. Partiamo con ordine. Il 23 giugno scorso ascolto il video di Rowling, la mente di Harry Potter: «Bum!» penso «Qui cambia tutto!». In questo momento che sto scrivendo (domenica 26 giugno) è già a 1.262.862 di click e sono certo che voi, se ci fate caso, potrete adesso notare un numero ancor più rilevante. Perché cambia tutto? Perché Rowling non ha mai avuto grandi simpatie per la tecnologia e-book e ora lancia Pottermore, decidendo, di fatto, di mettersi in proprio per i contenuti non legati alla filiera classica del libro, quindi per tutto ciò che riguarda la lettura non cartacea. Non un arrivederci agli editori, un addio, o meglio, un inizio di addio, con un occhio rivolto al futuro. Il marketing è stato calibrato con cura, avremo altre notizie a fine luglio (un gruppo selezionato testerà il prodotto innovativo) e poi a ottobre il sito aprirà ufficialmente le...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 28/06/2011 - 09:58
    Le ultime dal blog...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.