Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: Elena Romanello
    Sab, 02/07/2011 - 09:23

    “Ash” di Malinda LoPeriodicamente la letteratura d'evasione, soprattutto quella di genere fantastico, va a cercare nuova linfa nell'universo delle fiabe, con risultati non sempre all'altezza, anche per la tendenza di snaturare e addomesticare troppo la carica eversiva, politicamente scorretta e cupa delle storie di fate, in origine non certo destinate ad un pubblico di bambini come troppo spesso si pensa.

    Ma non sempre i risultati sono deludenti e stupisce che da una fiaba bollata per decenni dalle femministe come reazionaria come Cenerentola e presa a modello per tutta una serie di letteratura fatta di fanciulle di belle speranze in cerca del principe azzurro di turno, possa essere alla base di un romanzo invece decisamente intrigante come Ash, di Malinda Lo, tradotto in italiano da Elliott, reinterpretazione di una storia le cui prime versioni risalgono all'antico Egitto e all'antica Cina.

    L'autrice, statunitense di origini cinesi, giornalista, omosessuale dichiarata, mantiene l'idea di fondo della storia di Cenerentola, qui Ash, costretta a servire in casa della matrigna e delle sorellastre dopo la morte prematura del padre, ma cambia la cornice, introducendo Sidhean, principe del Piccolo Popolo con...

  • Autore: Morgan Palmas
    Ven, 01/07/2011 - 14:14

    scrivere un libroCi chiedevamo: può uno scrittore esordiente essere del tutto indipendente dalle case editrici, dagli agenti letterari e dalle librerie?

    Domanda che necessita di alcune informazioni prima di tentare una risposta. Per procedere con le mie argomentazioni sulle quali vorrei poi discuterne con voi, desidero intanto proporvi due articoli recentissimi, ai quali vi rimando: un’intervista ad Antonio Tombolini.

     

    Intervista parte uno e intervista parte due.

     

    Avremo così numerosi elementi sui quali riflettere la prossima settimana, buona lettura.

  • Autore: Morgan Palmas
    Ven, 01/07/2011 - 09:35
    Le ultime dal blog...
  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Ven, 01/07/2011 - 09:22

    Kublai KhanStava leggendo. Perché leggere è fondamentale per scrivere, ma non c’è mai abbastanza tempo per farlo. E per questo il non più giovane scrittore si sentiva fatalmente in colpa, rinnegando il suo lavoro (quello che si fa per i soldi), la sua famiglia, i suoi impegni inutili e, di fatto, anche la lettura stessa, perché sottraeva tempo alla scrittura. Lo scrittore percorreva così tutte le fasi del fatidico paradosso di chi vuole vivere due vite in contemporanea: quella dell’artista, che affronta tutto se stesso, disposto a negare tutto se stesso, se i propri bisogni non combaciano con quelli delle sue trame, dei suoi personaggi, della sua idea di scrittura e quella dell’uomo, che punta a realizzare tutto se stesso, pronto a negare gli altri se non combaciano con la propria idea di vita.

    Mentre proseguiva nella sua lettura, attorcigliandosi nel suo paradosso, il non più giovane scrittore, era consapevole di combattere contro il suo più acerrimo nemico: il tempo. Un romanzo di un pretenzioso autore americano, un articolo di un contraddittorio critico italiano, un saggio di un furbo filosofo tedesco, l'uno sopra all'...

  • Autore: Michele Rainone
    Gio, 30/06/2011 - 10:37

    Nessun luogo è lontano, Richard BachNessun luogo è lontano vi stregherà. Ha inizio un viaggio. Infinito. Difficile. Senza destinazione. Non è uno di quei viaggi che Richard Bach è costretto a fare in quanto pilota dell’aeronautica statunitense: è un’avventura che va oltre il tempo e lo spazio, non ha limiti, né censure, ma, soprattutto, non concepisce sacrifici; difficoltà, certo, ma nessun sacrificio. Dovesse essere così, non sarebbe quel viaggio, questo volo verso Rae per festeggiare assieme a lei:

     «Rae, cara! Grazie per avermi invitato per il tuo compleanno! La tua casa è distante mille miglia dalla mia, e io sono uno che si mette in viaggio solo quando ne vale la pena. Ebbene, ne val proprio la pena, se si tratta di prender parte alla tua festa. Non vedo l’ora di essere da te!»

    È così che ha inizio Nessun luogo è lontano, una prosa magica e coinvolgente; vera, anche nei suoi risvolti fantastici. Colibrì, Gufo, Aquila, Falco… Tutti gli amici del protagonista hanno le ali, si perdono in infinite albe e...

  • Autore: Morgan Palmas
    Gio, 30/06/2011 - 09:19
    Le ultime dal blog...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.