Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 21/10/2021 - 12:06

    Scrittori da (ri)scoprire – Piero JahierTra i grandi narratori della Prima guerra mondiale troviamo anche Piero Jahier (Genova, 1884 – Firenze,1966), scrittore, traduttore, giornalista e poeta.

    Nasce a Genova, secondo di sei figli, da padre piemontese e madre toscana. Il padre, pastore della Chiesa battista, era stato inviato in missione apostolica in quella città, ma pochi anni dopo la famiglia torna in Piemonte, prima a Torino e poi a Susa, dove Piero frequenta le scuole elementari. Dopo un dissesto economico, causato dal fallimento della banca che custodiva i loro risparmi, i genitori si trasferiscono a Firenze presso la casa materna, ma nel 1897 il padre, preso dal rimorso per aver tradito la moglie, si suicida, lasciando la famiglia in ristrettezze. Il giovane Piero riesce a iscriversi alla facoltà di teologia grazie a una borsa di studi, ma contemporaneamente trova un impiego presso le ferrovie e inizia a frequentare gli ambienti letterari fiorentini. Scrive articoli per varie riviste, abbandonando dopo un paio d’anni la...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 21/10/2021 - 12:06

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dall’11 al 17 ottobre 2021.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Longanesi, Sperling & Kupfer e Marsilio. Nord è la casa editrice più presente in top 10 con due libri. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. L'acqua del lago non è mai dolce di Giulia Caminito (Bompiani)

    ...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 20/10/2021 - 11:05

    Perché si dice «farla più lunga della camicia di Meo»?Voi lo sapete perché si dice «farla più lunga della camicia di Meo»? Ve lo spieghiamo qui.

     

    Meo è il diminutivo di Bartolomeo e probabilmente ci si riferisce a Bartolomeo Colleoni, condottiero lombardo del XV secolo, nato a Solza, oggi in provincia di Bergamo. Cominciò la sua carriera militare da adolescente, fino a diventare assai noto per le sue grandi capacità ardite e organizzative. Fu al servizio della Repubblica di Venezia come luogotenente di Carmagnola. Sposò una nobile bresciana, tal Tisbe Martinengo, con la quale ebbe tre figlie.

     

    Il cognome Colleoni, attraverso un ironico gioco di parole, fu utilizzato per spiegare la lunghezza delle sue camicie. Ecco perché farla più lunga della camicia di Meo sta per continuare a lungo, soprattutto quando si parla di un discorso o di un racconto.

    Sai che cosa significa «tenere il lupo per gli orecchi»?

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 20/10/2021 - 10:49

    “Il sole senza ombra” e il ’77 bolognese. Intervista ad Alberto GarliniAlberto Garlini, scrittore e curatore del festival letterario Pordenonelegge, con Il sole senza ombra (Mondadori, 2021) ci racconta una vicenda che nasce in un momento preciso della nostra storia recente: le agitazioni studentesche che nel 1977 a Bologna contrapposero esponenti della sinistra extraparlamentare e di Comunione e Liberazione in uno scontro durissimo, culminate con la morte dello studente Francesco Lorusso e fermate da un intervento estremamente pesante della polizia, agli ordini del Ministro dell’Interno Francesco Cossiga, che non esitò a inviare in città i carri armati.In quella Bologna messa a ferro e a fuoco, ma anche mossa dall’ansia di rinnovamento che in quel periodo faceva nascere le prime radio libere e televisioni locali, il narratore Alberto...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mar, 19/10/2021 - 17:19

    “I cani di Raffaello”. La bellezza può ancora salvare il mondo? Incontro con Carlo VanoniI cani di Raffaello (Solferino, 2021) è il primo romanzo scritto da Carlo Vanoni, critico d’arte già autore di saggi come Andy Warhol era calvo (2016), A piedi nudi nell’arte (2019) e Ho scritto t’amo sulla tela (2020), con i quali si propone di avvicinare il grande pubblico alla comprensione dell’arte, e in particolare dell’arte contemporanea, spesso meno conosciuta e apprezzata dai non addetti ai lavori rispetto ai capolavori del passato. Curatore di mostre, presentatore di trasmissioni televisive, autore di video molto seguiti su YouTube e di spettacoli teatrali, Vanoni si avvicina ora alla narrativa, anche se I cani di Raffaello è un testo ibrido, in cui una storia precisa si intreccia a numerose divagazioni sul mondo dell’arte.

    ...
  • Autore: La Redazione
    Mar, 19/10/2021 - 17:19

    Come scrivere con un punto di vista maschileScrivere con un punto di vista maschile non è così semplice come potrebbe apparire in un primo momento.

     

    È importante quindi impegnarsi per fare le cose giuste. Soprattutto se tu non sei un uomo.

     

    Quindi per aiutarti a scrivere in modo adeguato nella prospettiva di un uomo è utile acquisire consapevolezza delle sfide che una tale situazione implica.

    Andiamo con ordine.

     

    1. Anche gli uomini sono esseri umani

    Come scrivere con un punto di vista maschile

    Il problema principale quando scrivi nella prospettiva di un uomo è che deve dargli un cervello completamente diverso dal tuo. Anche gli uomini sono esseri...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.