Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 24/03/2022 - 11:30

    Scrittori da riscoprire – Primo LeviA dispetto del classico dualismo tra cultura umanistica e cultura scientifica, Primo Levi (Torino, 1919 – Torino, 1987) ha saputo fondere alla perfezione nelle sue opere la passione per scienze con quella per la scrittura.

    Nasce a Torino da Cesare Levi ed Ester Luzzati, appartenenti entrambi a famiglie ebraiche piemontesi. Il padre è un ingegnere elettronico, che lavora per una grande azienda, viaggia spesso all’estero e favorisce nel figlio sia la passione per lo studio delle materie scientifiche, sia le buone letture. Diplomatosi al liceo D’Azeglio insieme all’amica Fernanda Pivano negli anni in cui vi insegnava il giovane Cesare Pavese, Primo Levi riesce a iscriversi alla facoltà di chimica appena prima dell’entrata in vigore delle leggi razziali, che da quel momento avrebbero impedito l’accesso agli ebrei, permettendo però di terminare gli studi a coloro che figuravano già iscritti.

     

    ...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 24/03/2022 - 11:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 14 al 20 marzo 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Magazzini Salani, Sellerio e Mondadori. Mondadori è la casa editrice più presente in top 10 con tre libri, seguita da Magazzini Salani e Sellerio con due titoli a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. L'equazione del cuore di Maurizio de Giovanni (Mondadori)

    ...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 23/03/2022 - 16:14

    Perché si dice «avere il verme solitario»?Parlare di un verme che sfugge la compagnia dei suoi simili potrebbe sembrare scherzoso, in realtà il «verme solitario» è il nome comune dei parassiti che appartengono al genere Tenia, in particolare della Taenia Solium.

     

    Sono parassiti pluricellulari che possono raggiungere anche la lunghezza di otto metri in un organismo umano, all’interno dell’intestino.

     

    La leggenda vuole che questo parassita si nutra privando l’essere umano delle sue necessità alimentari, conseguendo perciò nel secondo il bisogno di mangiare esageratamente.

     

    Avere il verme solitario si dice di una persona che ha sempre fame, anche se rimane magra. Il tono di solito è scherzoso.

    Sai che cosa significa «essere un Carneade»?

  • Autore: Fabio Cozzi
    Mer, 23/03/2022 - 11:30

    I morsi dell’infanzia raccontati da Marco PeanoMarco Peano, editor presso la casa editrice Einaudi, esordisce nella narrativa nel 2015 con L’invenzione della madre, che racconta degli ultimi momenti di vita tra Mattia e sua madre, malata da tempo. Da qualche settimana Bompiani ha fatto uscire la seconda prova da romanziere dello scrittore piemontese: Morsi.

    Siamo nelle vacanze invernali a cavallo tra il 1996 e il 1997, la località è quella di Lanzo Torinese, profonda provincia torinese dov’è presente la montagna nella quale ogni cosa sembra essere rimasta ferma a cinquant’anni prima.

    La protagonista principale è una bambina che viene lasciata molto spesso dalla mamma alla Nonna Ada la cui casa è quella più vicina alla scuola (la madre ha da lavorare e poi il padre è un noto bevitore che sta spesso al bar del paese). I genitori non si fanno quasi mai vedere e questo non può che avere una parte fondamentale per le apparenze di fantasia che hanno quasi sempre caratterizzato il carattere di...

  • Autore: Daniele Villata
    Mar, 22/03/2022 - 11:30

    La parola alla Follia di Erasmo da RotterdamNel 1509, grazie a un raffinato studioso divenuto emblema dell’umanesimo cristiano, nasce il testo in cui è la Follia stessa a prendere la parola e tessere la propria lode; è in quell’anno, infatti, che Erasmo da Rotterdam scrive il Moriae encomium, meglio conosciuto come Elogio della follia.

    Il testo è redatto in latino e suddiviso in sessantotto brevi capitoli; pubblicato nel 1511, viene dedicato a Tommaso Moro, come si evince dalla lettera a lui indirizzata che fa da introduzione all’opera. Il titolo gioca proprio sul doppio significato, infatti Moriae encomium può anche essere tradotto come “Elogio di Moro”; Erasmo scrive l’opera nella residenza di Moro a Bucklersbury, durante un periodo di riposo obbligato dopo una malattia ai reni dovuta a lunghi viaggi, e lui stesso si pone come intento quello di divertire i suoi amici realizzando un saggio satirico, non certo destinato alla stampa. Perfino Erasmo si stupisce quando il suo scritto riscuote successo e viene puntualmente...

  • Autore: Valeria Nobile
    Mar, 22/03/2022 - 11:30

    Una voce per Sylvia Plath, «la ragazza che voleva scrivere»Sylvia incanta. Sylvia rapisce. Sylvia, toglie il fiato. Sylvia, a volte, lascia una strana sensazione nel cuore e nella pancia, come un ronzio, un eco lontano, un ricordo di un disagio insistente e permanente che tutti possono vedere, eppure tutti scelgono di ignorare.

    Sylvia Plath. Le api sono tutte donne è il titolo dello straordinario romanzo di Antonella Grandicelli pubblicato da Morellini Editore lo scorso 27 gennaio. Il volume fa parte della collana “Femminile Singolare” diretta da Sara Rattaro; una collana che vuole dare spazio, e soprattutto voce, a figure femminili spesso oscurate dalle loro più “ingombranti” controparti maschili.

    Non è il primo romanzo di Grandicelli. Dopo un fortunato esordio nel 2016 con un romanzo noir – Le ali dell’angelo –, nel 2021 pubblica Il respiro dell’alba. Un caso per Vassallo e Martines unitamente a una serie di racconti. E ora Sylvia. Non è semplice dare voce e vita a ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.