Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 01/04/2022 - 10:30

    George Bernard Shaw e quel rifiuto a Isadora DuncanMente geniale e bellezza straordinaria: un mix che conquisterebbe chiunque senza ombra di dubbio.

    Da questo era affascinata anche Isadora Duncan, danzatrice attiva tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento e nota, oltre che per la sua bravura come ballerina classica, anche per un corpo che rasentava la perfezione.

    Aspetto di cui era ampiamente consapevole anche lei al punto che scrisse a George Bernard Shaw per proporgli un esperimento alquanto singolare.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

     

    La ballerina statunitense propose allo scrittore irlandese di fare un figlio insieme:

    «Pensaci! Con il mio corpo e il tuo cervello, sarebbe straordinario!»

     

    La risposta di George Bernard Shaw però non...

  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Gio, 31/03/2022 - 12:30

    I “Corpi minori” di Jonathan BazziLa copertina del nuovo romanzo di Jonathan Bazzi (Corpi minori – edito da Mondadori) raffigura una moltitudine di corpi aggrovigliati attorno a quello che a prima vista può sembrare un buco nero, ma che, a uno sguardo più attento, si rivela un cielo stellato, richiamando alla mente il famoso dialogo shakespeariano fra Amleto e Orazio su quanto ci sia per l’essere umano ancora da scoprire del mondo, se si ha l’apertura mentale per accoglierlo.

    È proprio da questo tema che vorrei partire avvicinandomi alla seconda opera di Jonathan Bazzi (dopo il clamore che generato da La febbre e la candidatura al Premio Strega) che narra le relazioni sentimentali di un ventenne nella “Rozzangeles” dei primi anni del XXI secolo (come l’autore chiama Rozzano, comune dell’hinterland milanese). Un luogo pericoloso e inospitale per un ragazzo che non si sa imporre con la forza e si sente fuori posto negli schemi sociali e culturali che la famiglia prima e la società poi tentano di imporgli (sessualità, lavoro, soldi, carriera). Per questo l’eroe queer di...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 31/03/2022 - 12:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 21 al 27 marzo 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Magazzini Salani, Sellerio e Rizzoli. Mondadori, Sellerio e Magazzini Salani sono le case editrici più presenti in top 10 con due libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. Il gatto del Papa. Una piccola favola senza tempo. Ediz. illustrata di Flavio Insinna (Rai Libri)

    ...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 31/03/2022 - 10:30

    Scrittori da (ri)scoprire – Cesarina VighyCesarina Vighy (Venezia, 1936 – Roma, 2010) è apparsa nel mondo letterario italiano come una meteora, ma riuscendo comunque a lasciare un ricordo importante del suo breve passaggio.

    Nasce a Venezia in una famiglia colta: il padre, Dino Vighy, è un avvocato molto noto in città, promotore di numerose iniziative sociali e culturali. La figlia studia al liceo e diventa presto un’attrice di spicco nella compagnia del Teatro Universitario di Ca’ Foscari: in seguito si trasferisce a Roma, dove si laurea in lettere classiche con una tesi sulla condizione dell’attore nell’antica Roma. Dopo il matrimonio e la nascita di una figlia, Vighy inizia a lavorare presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ma dopo qualche tempo passa alla Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea, dove rimane fino all’età della pensione.

     

    Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

    ...
  • Autore: La Redazione
    Mer, 30/03/2022 - 15:33

    Perché si dice «mettere la fiaccola sotto il moggio»?«La fiaccola sotto il moggio» è un’opera di Gabriele D’Annunzio, scritta e rappresentata a Milano nel 1905. È ambientata ad Anversa degli Abruzzi, un piccolo comune della provincia dell’Aquila, nominato uno dei borghi più belli d’Italia.

    Le rovine del castello normanno ispirarono lo scrittore, che in quei territori rimase per una breve permanenza sempre nel 1905. Una delle attrici che interpretò la tragedia fu Paola Pezzaglia, nota attrice dell’epoca e moglie di Antonio Greco, anch’egli noto attore.

    Tenere una fiaccola sotto il moggio è un’espressione che trae origine dai Vangeli, in particolare di Matteo, Marco e Luca. Nel Sermone della Montagna Gesù disse: «Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere, perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa» (Matteo 5,13-16).

    Il moggio, in antichità, era un piccolo mobile a tre o quattro piedi, in seguito divenne sempre più un termine usato per indicare un...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 30/03/2022 - 10:30

    “Il gioco delle maschere”, un Carnevale con l’assassinoIl gioco delle maschere (Mondadori, 2022) è un thriller che Daniele Furia ambienta nel periodo del Carnevale a Verona, città dove esiste un’importante tradizione storica al riguardo, anche se poco conosciuta al di fuori dei confini locali e sicuramente messa in ombra dalla notorietà delle manifestazioni che si svolgono in altre città, come Venezia o Viareggio.

    È proprio nei primi giorni del lungo periodo in cui si svolgono le diverse tappe di un rituale immutato da secoli che la polizia viene allertata perché il dottor Masiero, noto e stimato professionista, da molte ore non risponde né al telefono né al campanello di casa.

    Si pensa a un malore o a un incidente domestico, quando gli agenti forzano la porta ed entrano nel suo appartamento trovano il cadavere del medico, ucciso in modo crudele e rivestito in un modo approssimativo, che tuttavia si riferisce senza ombra di dubbio a uno dei personaggi tradizionali del Carnevale.

     

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.