Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 19/05/2022 - 10:18

    Scrittori da (ri)scoprire – Marise FerroGiornalista e traduttrice, Marise Ferro (Ventimiglia, 1905 – Sestri Levante, 1991) appartiene a quel gruppo di scrittrici italiane che si affermano nel secondo dopoguerra, affrontando in vari modi la questione femminile prima ancora dello sviluppo del movimento femminista vero e proprio.

    Maria Luisa Ferro, che sceglierà lo pseudonimo di Marise pubblicando il primo libro, nasce a Ventimiglia, città di frontiera. La madre è figlia di un armatore locale, il padre è un ufficiale di carriera piemontese, ma il matrimonio non è felice e la coppia si separa nel 1911, due anni dopo la nascita di una seconda figlia, Silvana. Le due bambine, profondamente legate, vengono spesso affidate ai nonni materni e la nonna le fa familiarizzare con il francese, sua lingua materna. A partire dal 1922, con la scomparsa del nonno, madre e figlie si trasferiscono per alcuni anni a Bologna e poi, dal 1930, a Roma dove Marise, che ha compiuto studi irregolari, pubblica il suo primo romanzo, Disordine (1932).

    L’anno successivo si stabilisce a Milano, dove lavora come...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 18/05/2022 - 15:26

    Perché si dice «da operetta»?L’espressione «da operetta» ha un significato che riguarda il teatro, essendo un genere teatrale-musicale.

    I brani musicali si alternavano alla recitazione e questa modalità, nata nel 1856 con «La Rose de Saint-Flour», ebbe grande seguito durante la seconda metà dell’Ottocento soprattutto in Austria e in Francia.

    Nei primi decenni del Novecento fu sostituita sempre più dalla commedia musicale o dal genere rivista, entrambi di origine italiana, e dai musical, di origine statunitense.

    Quando una persona si sente investita di importanza, si usa dire «da operetta» per ridicolizzarla perché si intende senza serietà, un po’ come i personaggi dell’operetta.

    Oltre alle persone, la si utilizza anche riferendosi a simili situazioni.

    Sai che cosa significa «l’amico del giaguaro»?

  • Autore: Valeria Nobile
    Mer, 18/05/2022 - 10:30

    Storia di una custode di peccatiLo scorso gennaio è comparso nelle librerie italiane un volumetto dalla copertina accattivante e dal titolo ancora di più curioso: La custode dei peccati di Megan Campisi. Dopo aver giustamente apprezzato le vincenti strategie marketing di Editrice Nord, casa editrice che si è occupata della sua traduzione e pubblicazione nel nostro paese, siamo pronti a scoprire qualcosa in più su questo romanzo d’esordio e sulla sua autrice.

    Prima ancora di definirsi “romanziera” Megan Campisi è, innanzitutto, una drammaturga e insegnante. Formatasi a Yale e poi a Parigi nella celebre École Internationale de Thêatre del Maestro Jacques Lecoq – uno dei maggiori esponenti del concetto di teatro fisico – la nostra autrice riesce a infondere nella sua narrazione d’esordio tutta la sua esperienza in campo teatrale. È impossibile, infatti, non riconoscere un certo tipo di teatralità in questa prosa scorrevole e dal ritmo incalzante che fa immediatamente pensare a una sceneggiatura televisiva.

     

    ...
  • Autore: Emmanuele Antonio Serio
    Mar, 17/05/2022 - 12:30

    Per una lettura dei “Mottetti” di Eugenio Montale. I benefici della «luce-in-tenebra»Sobre el volcán la flor.

    I Mottetti costituiscono la seconda delle quattro parti che compongono la raccolta poetica Le Occasioni di Eugenio Montale. Sono delle brevi liriche che hanno come tema comune l’amore; si può dire che descrivono una particolare visione dell’amore e che raccontano gli effetti che questo sentimento ha prodotto, e produce, nell’animo di chi lo ha vissuto.

    Lontano, ero con te quando tuo padre

    entrò nell’ombra e ti lasciò il suo addio.

    Che seppi fino allora? Il logorìo

    di prima mi salvò solo per questo:...

  • Autore: Michele Larotonda
    Mar, 17/05/2022 - 10:30

    Il mistero nascosto di tre reliquieIl filosofo francese Jean Genet diceva: «L’unico modo di evitare l’orrore dell’orrore, è abbandonarsi a esso». Per quanto siano trascorsi molti anni, non si può negare che questa considerazione è più che mai attuale ancora oggi. Il male, l’oscuro, il mistero, la paura, per quanto siano termini che, per definizione, rimandano a sentimenti negativi, è innegabile che, da sempre, suscitano nell’essere umano un’attrazione quasi morbosa, quasi erotica. È innegabile che la letteratura thriller, giallo, mistero, sono statisticamente tra le più vendute e le più lette in Italia e questo perché all’uomo piace, quasi inconsciamente, immergersi in storie distanti dalla propria vita e dalla propria routine. Questa è una delle tante ragioni, per cui romanzi come Io uccido di Giorgio Faletti, Il codice Da Vinci di Dan Brown, I fiumi di porpora di Jean Cristophe Grangé, tutta la produzione di Stephen King e, non me ne vogliano i puristi, Il nome della rosa di Umberto Eco, hanno riscosso enorme successo e ancora oggi sono in testa tra le letture più vedute in libreria.

     

    ...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 16/05/2022 - 15:17

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 02 al 08 maggio 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato da Feltrinelli, Adelphi e Centro Ambrosiano. Mondadori ed Einaudi sono le case editrici più presenti in top 10 con due libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. La crepa e la luce. Sulla strada del perdono. La mia storia di Gemma Calabresi Milite (Mondadori)

     

    9. Il tribunale della storia. Processo alle falsificazioni di Paolo Mieli (Rizzoli)

     

    8. Contro la guerra. Il coraggio di costruire la pace di Papa Francesco (Solferino)

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.