Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mar, 28/06/2022 - 10:30

    Quando i migranti eravamo noiIn Per sempre, altrove (Fazi, 2022) Barbara Cagni ci racconta una storia di emigrazione ambientata a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, quando migliaia di italiani lasciarono il paese in cerca di condizioni di vita migliori. A differenza di quanti, al principio del Novecento, si erano diretti soprattutto verso le Americhe, i migranti del secondo dopoguerra scelsero altri paesi europei, in special modo Germaniae Svizzera, ma anche Belgio e Francia.

    La narratrice, ancora bambina all’inizio del romanzo, vive con la famiglia in un paese montano del Comelico, la zona al confine tra Veneto e Friuli, teatro nei primi anni Sessanta dell’immane tragedia del Vajont, dove la povertà spinge molti giovani ad emigrare. Lo ha fatto anche Berta, la sorella maggiore, che tempo prima si è trasferita in Svizzera per lavorare in una fabbrica, ma che improvvisamente sembra essersi ammalata....

  • Autore: Marina Capuano
    Lun, 27/06/2022 - 12:28

    La storia di una libreria sulla collinaLa libreria sulla collina è il nuovo libro di Alba Donati pubblicato dalla casa editrice Einaudi il 26 aprile 2022. La copertina è un’illustrazione di Anna Regge del progetto grafico Bianco. In questo libro Alba Donati racconta di come la sua vita è cambiata quando ha lasciato Firenze per tornare nel suo paese natale, Lucignana, per aprire la libreria Sopra la Penna.

    «Romano vorrei aprire una libreria nel mio paese».

    «Bene, quanti abitanti fa».

    «180».

    «Bene 180 mla diviso…»

    «Non 180 mila, 180»

    «Sei pazza».

    [..] Da quando ho aperto la libreria, non c’è conversazione che non includa la domanda: «Come le è venuta l’idea di aprire una libreria in u paesino sperduto di 180 persone?»

    ...
  • Autore: Michele Larotonda
    Lun, 27/06/2022 - 12:15

    Il quotidiano della nostra famigliaLa famiglia è sempre stato un tema molto caro e molto discusso dagli scrittori e da tutto il mondo della letteratura. Basti pensare a Lessico famigliare di Natalia Ginzburg che ritengo uno dei grandi capolavori della letteratura italiana che affronta il tema della famiglia. Ci sono, poi, scrittori che per anni hanno affrontato diversi temi (giovinezza, fuga, amori travagliati…) e a un certo punto tirano fuori un romanzo diverso, più articolato, più incentrato sulla famiglia. Non parlo solo di scrittori emergenti, ma anche di grossi nomi della letteratura come Philip Roth, William Faulkner, Lev Tolstoj o Ian McEwan, insomma autori che hanno parlato di tutto nella loro produzione e quindi anche di questioni familiari.

    È il caso di Emidio Clementi. Figura poliedrica della musica e della letteratura italiana. Per anni è stato (lo è ancora) il frontman e bassista della band Massimo Volume, un gruppo di nicchia che ha avuto diversi riscontri positivi soprattutto negli anni Novanta. La loro caratteristica principale era che le loro canzoni non erano cantate ma recitate, declamate, insomma...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 23/06/2022 - 14:27

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 13 al 19 giugno 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Einaudi, Magazzini Salani e Sperling & Kupfer. Einaudi è la casa editrice più presente in top 10 con tre libri, seguita da Sellerio e Magazzini Salani con due titoli. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. La Svedese di Giancarlo De Cataldo (Einaudi)

     

    9. I killer non vanno in pensione di Francesco Recami (Sellerio)

     

    8. Nel modo in cui cade la neve di Erin Doom (Magazzini Salani)

     

    ...
  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 23/06/2022 - 14:17

    Scrittori da (ri)scoprire – Bianca GarufiBianca Garufi (Roma, 1918 – Roma, 2006), oltre che figura di spicco nella storia della psicoanalisi italiana, come pioniera degli studi junghiani, è stata poetessa e narratrice.

    Nasce a Roma verso la fine del primo conflitto mondiale da una coppia di aristocratici siciliani: la madre, unica superstite di una ricca famiglia completamente annientata dal terribile terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908, che aveva raso al suolo le due città e causato quasi centomila morti, è una donna forte e in anticipo sui tempi, con la quale la figlia avrà sempre un rapporto molto complesso.

    Garufi cresce in un ambiente colto, tra gli studi in un collegio romano e le lunghe vacanze estive nel palazzo di famiglia a Letojanni, sulla costa sicula vicino a Taormina. Qui sviluppa un forte amore per la Sicilia, per la sua cultura e per i suoi miti, che in seguito influenzerà sia le sue opere letterarie, sia il suo interesse...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 22/06/2022 - 14:03

    Perché si dice «essere un merlo»?Il merlo è un uccello passeriforme ed essere un merlo trae origine dal suo carattere estremamente sociale. Forse qualcuno conosce anche una sua caratteristica peculiare: è monogamo per tutta la vita. Il maschio marca il territorio e protegge la riproduzione mandando segnali ostili agli altri maschi. È un ottimo cantatore, qualità che lo fa riconoscere con grande facilità nel suo ecosistema.

     

    Dato che è un uccello socievole, si fa catturare senza grossi problemi. Ecco il significato figurato che ne deriva: essere creduloni e credere a qualsiasi frottola.

     

    Esiste un’altra espressione interessante: «raro come un merlo bianco». I merli di questo colore, a causa dell’albinismo, sono assai rari, ragione per la quale il concetto è entrato nell’immaginario linguistico della lingua italiana.

    Sai che cosa significa «andare a scopare il mare»?

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.