Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 04/05/2022 - 19:36

    Perché si dice «utile idiota»?Utile idiota è un’espressione che sentiamo spesso, anche nel giornalismo. Trae origine dal gergo politico e sembrerebbe, in particolare, dai tempi di Lenin, quando egli era solito turlupinare gli intellettuali occidentali che con i loro libri, i loro articoli e i loro discorsi erano in grado di fare indirettamente tantissimo proselitismo. Detto in altre parole, i comunisti non avevano grande considerazione per tali intellettuali ma sfruttavano la loro ingenuità, dunque erano sia idioti sia utili.

    Alcuni studiosi hanno deciso di fare qualche ricerca a riguardo e l’esito non è stato univoco, ecco perché ci teniamo a precisare che sembra di origine sovietica, ma non vi è certezza.

    Con il passare del tempo utile idiota è diventato un concetto più ampio, non solo un intellettuale ma semplicemente una persona che con le sue azioni, senza accorgersene, porta un vantaggio indiretto a qualcuno.

    Sai che cosa significa «avere succhiato qualcosa col latte della madre»?

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 04/05/2022 - 10:30

    “Rancore” di Gianrico Carofiglio, il ritorno di Penelope SpadaRancore (Einaudi, 2022) segna il ritorno di Penelope Spada, il personaggio che Gianrico Carofiglio ha iniziato a raccontare ai suoi lettori poco più di un anno fa con La disciplina di Penelope (Mondadori, 2021).

    Ex magistrato allontanato in modo brusco e misterioso dalla magistratura, investigatrice privata senza licenza, fanatica della forma fisica ma al tempo stesso fumatrice e bevitrice senza moderazione, Penelope Spada è una donna inquieta e piena di evidenti contraddizioni, che si muove sullo sfondo della Milano contemporanea, con l’unica compagnia della fedele cagna Olivia. Pochissimi contatti umani, nessun amore, tanta solitudine e un sordo rimpianto per la sua vita passata.

    Quando la figlia di un noto barone universitario, trovato senza vita nel suo letto e dichiarato morto per cause naturali, chiede a Penelope di fare luce su quella che...

  • Autore: Viviana Filippini
    Mar, 03/05/2022 - 12:30

    Separazione emotiva e geografica in “Divorzio di velluto” di Jana KaršaiováDivorzio di velluto è il romanzo d’esordio di Jana Karšaiová, nativa di Bratislava, autodidatta nello studio dell’italiano, che ha vissuto a Praga, a Ostia, a Verona dove ha lavorato come attrice.La sua opera prima, edita da Feltrinelli, è un viaggio tra presente e passato scatenato dal ritorno della protagonista nel suo Paese di nascita in occasione del Natale: la Slovacchia.

    Da subito l’arrivo in quello che dovrebbe essere luogo di pace e protezione si rivela complesso e carico di tensioni. Le ragioni sono sempre le stesse: la madre della protagonista è tormentata dalla sua solita frustrazione emotiva e personale, mentre il marito, nonché padre, ha il solito vizio che lo porta all’eccesso: bere. I genitori della protagonista sono due caratteri diversi, anzi agli antipodi ma, nonostante questo, restano assieme. L’altra figlia, la sorella di Katarìna, quella che è un po’ la...

  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Mar, 03/05/2022 - 10:30

    I cappelli magici di Amélie NothombÈ l’estate del 1964, Patrick Nothomb ha ventotto anni ed è già console per il suo Paese (il Belgio) a Stanleyville nel neo-indipendente stato del Congo. Mancano pochi giorni alla rivolta capitanata da Christophe Gbenye che rivendicò l’autonomia dei territori dell’est, proclamando la Repubblica popolare del Congo. Una delle conseguenze di quella rivolta sarà la cattura di millecinquecento bianchi che abitavano a Stanleyville, diventati ostaggi per fare pressione sui loro Paesi affinché riconoscessero la neo-repubblica. È da qui che prende le mosse Primo sangue (tradotto da Federica Di Lella – Edizioni Voland), il trentesimo romanzo di Amélie Nothomb, dedicato alla figura di suo padre (Patrick), recentemente scomparso per Covid.

    Con il suo stile inimitabile e la capacità di illuminare una scena con un particolare che chiunque altro avrebbe trascurato, Amélie Nothomb si conferma una grande scrittrice, capace di trasformare un insieme di ritagli di...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 02/05/2022 - 15:22

    Premio Wondy 2022, questa sera sarà annunciato il vincitoreAppuntamento per questa sera, alTeatro Manzoni di Milano, con la finale del Premio Wondy di letteratura resiliente, alla sua quinta edizione, organizzata dall’associazione “Wondy Sono Io”, quest’anno in collaborazione con Banco BPM, Tendercapital, Community e il settimanale F.

    A condurre l’appuntamento conclusivo del premio nato nel 2018 in memoria della giornalista e scrittrice Francesca Del Rosso, le presentatrici e artiste Andrea Delogu ed Ema Stokholma, per una serata speciale, tra musica e parole, che quest’anno sarà all’insegna della solidarietà verso le vittime della guerra in Ucraina.

    La serata, che oltre ai finalisti prevede la partecipazione di numerosi ospiti illustri, sarà inaugurata dalla pianista ucrainaYevheniya Lysohor. Seguirà anche il ricordo di Andrea Rocchelli, fotoreporter italiano...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 02/05/2022 - 14:43

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 18 al 24 aprile 2022.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.650 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato da Adelphi, Feltrinelli e Mondadori. Mondadori, Feltrinelli e Piemme sono le case editrici più presenti in top 10 con due libri a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. La Bibbia (San Paolo Edizioni)

     

    9. La mente innamorata di Vito Mancuso (Garzanti)

     

    8. Putin. L'ultimo zar da San Pietroburgo all'Ucraina di Nicolai Lilin (Piemme)

     

    7. Gesù e Giuda di Amos Oz (Feltrinelli)

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.