Corso online di editing

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

“Volevo essere Audrey Hepburn” di Vanessa Valentinuzzi

Vanessa Valentinuzzi, Volevo essere Audrey HepburnVolevo essere Audrey Hepburn, ultimo romanzo di Vanessa Valentinuzzi edito da Newton Compton, ci consente di immergerci nella nuvola di voluttà e di fascino da cui erano avvolti gli attori protagonisti delle irresistibili commedie americane degli anni Cinquanta. Ve le ricordate? Raccontavano storie brillanti, divertenti e romantiche. Ci facevano ridere e sognare, tra battute cariche di verve, abiti fluttuanti e baci appassionati. Leggendo questo libro,veniamo rapiti in quella stessa atmosfera profumata di leggerezza, comicità e romanticismo.

Nella splendida città di Roma conosciamo Viola Parini, un'affascinante trentenne dai capelli fiammeggianti, cresciuta con il mito di Audrey Hepburn e con un sogno nel cassetto: diventare una famosa sceneggiatrice. La giovane è innamorata di Filippo, un seducente professore e impenitente donnaiolo, con il quale vuole costruirsi un avvenire. Tuttavia, il destino ha in serbo per lei molte frizzanti sorprese, che stravolgono la sua vita in un dispiegarsi di esilaranti vicende.

Viola lascia Filippo dopo aver scoperto i suoi innumerevoli tradimenti, e con la sua migliore amica Cecilia, simpatica attrice in erba, decide  di trasformare il suo terrazzo in un luogo di convivialità e di incontri, organizzando sontuose cene per gruppi di perfetti sconosciuti e pubblicizzandole attraverso un blog.

Grazie a questa iniziativa conosce  una giornalista di una redazione televisiva. Da qui, in men che non si dica, si ritrova catapultata nel mondo dello spettacolo come autrice e conduttrice di un programma serale che tratta i desideri sessuali delle donne. Ad accompagnarla nella conduzione, la stupenda e spregiudicata  Zazie, una cinquantenne piena di charme, per la quale nutre soggezione e ammirazione.

Viola, seppur alle prime armi, aggiunge alla trasmissione televisiva un tocco di classe, inserendo una rubrica di sua invenzione: Il cappello di Audrey Hepburn. Infatti, indossando le morbide falde del copricapo che apparteneva all'attrice protagonista di Colazione da Tiffany, la ragazza elargisce consigli sulla condotta da tenere con i propri fidanzati e mariti al fine di migliorare i rapporti di coppia, prendendo ispirazione da un manuale di addestramento per cuccioli di cane. Proprio come fece Sandra Dee nel film Una sposa per due.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Vanessa ValentinuzziViola riscuote un discreto successo di pubblico. Ma non solo: riscopre l'amore! Resta, infatti, soggiogata dal fascino del direttore di redazione Lorenzo Araldi di Casalborgone, proprietario delle rete televisiva per cui lavora.

Il passato torna, tuttavia, a complicare la sua situazione sentimentale: l'ex-fidanzato Filippo desidera riconquistarla e la nostra Viola deve districarsi nella scelta tra i due attraenti uomini che contendono il suo cuore.

Vanessa Valentinuzzi ci racconta con una scrittura frizzante la storia esilarante di una ragazza bella, simpatica e comicamente buffa. Un personaggio che ricorda le protagoniste dei film di Sandra Dee o Doris Day: affascinanti ma semplici, maldestre ma adorabili, e tutte afflitte da un'ingenuità disarmante che non può che trasmettere allegria.

Volevo essere Audrey Hepburn è un vero antidoto alla malinconia! È uno di quei classici libri che fanno sorridere il lettore fino all'ultima pagina e che lo potrebbero mettere nell'imbarazzante situazione di esplodere in una risata durante un viaggio in metropolitana, in mezzo a una folla di sconosciuti che lo fissano costernati.

Ci sono testi che non hanno altra pretesa se non quella di regalare ore piacevoli di distensione dello spirito, con la conseguenza positiva di accendere il motore dei sogni e trasportare il lettore verso una dimensione rosa, ironica e romantica della vita. Tra questi libri scacciapensieri possiamo ora anche annoverare il divertente e spiritoso Volevo essere Audrey Hepburn.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.