Interviste scrittori

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Una lettura che stuzzica la mente. “Sarti Antonio e il malato immaginario” di Loriano Macchiavelli

Una lettura che stuzzica la mente. “Sarti Antonio e il malato immaginario” di Loriano MacchiavelliSarti Antonio e il malato immaginario è il romanzo di Loriano Macchiavelli pubblicato da Dario Flaccovio Editore con le illustrazioni di Magnus. La copertina riprende il personaggio di Poli Ugo, vice ispettore aggiunto, già protagonista nel libro L’archivista, disegnato dall’illustratore, che con l’abilità della sua matita farà immergere il lettore ancora di più nella storia.

Questo libro fa parte di una serie di romanzi dedicati alle avventure del sergente Sarti Antonio e come da copione la scena si apre con un caso da risolvere.

«Antonio c’è un morto! Dobbiamo recarci immediatamente in via Saragozza».

Una lettura che stuzzica la mente. “Sarti Antonio e il malato immaginario” di Loriano Macchiavelli

Nella prima parte il lettore indaga sulla morte di un ragazzo, Luca Pomelli Parmiggiani, avvenuta, si pensa, per motivi di droga. La vittima sarebbe l’ennesimo ragazzo che perde la vita per overdose. Eppure c’è qualcosa che non torna, quando l’archivista-vice ispettore aggiunto, Poli Ugo (anche detto lo Zoppo), legge il rapporto del caso scritto da Sarti Antonio, sospetta che la questione sia molto più seria del previsto e decide di indagare per conto proprio. Il narratore, stuzzicato da questo personaggio, cambia il punto di vista della vicenda e viene salutato con astio da Sarti Antonio:

«Se credi che lo Zoppo valga più del sottoscritto perché non ti ci metti dietro? Vedrai che divertimento: schedare e protocollare…»

Il lettore seguirà le mosse azzardate dello Zoppo, camminando al buio tra le bugie e le ombre della famiglia della vittima che nasconde molti segreti, soprattutto il padre, Angelo Pomelli Parmigiani, un dottore che gode di molta fama.

Una lettura che stuzzica la mente. “Sarti Antonio e il malato immaginario” di Loriano Macchiavelli

Il palco di queste indagini è Bologna che Poli Ugo percorre nelle ore notturne. Si scopre così una città che al buio nasconde circoli viziosi e imprevedibili.

«Mai fidarsi! Mai fidarsi delle chiacchiere. Fatti e fatti e ancora fatti. Mi hanno fregato, ma d’ora in poi la musica cambierà.»

 

Il vice ispettore aggiunto è un personaggio complicato, guarda ogni persona che incontra con la sua bicicletta dal basso verso l’alto, non apprezza nessuno e conta solo su stesso. Sa quanto vale e non ha paura di dimostrarlo e questo lo rende insopportabile alla vista di tutti, soprattutto di Sarti Antonio.

«Non è matto: è così di costituzione. Ce l’ha su con tutti e non sopporta i colleghi. E gli altri, tutti, per lui, sono deficienti. La verità è che gli pesa la gamba massacrata, gli pesa che lo abbiamo messo in archivio, gli pesa non avere amici con cui scambiare due parole…»

Una lettura che stuzzica la mente. “Sarti Antonio e il malato immaginario” di Loriano Macchiavelli

Le tematiche, che emergono durante questa investigazione, colpiscono in particolare gli intrighi familiari, non sempre dettati da legami di sangue. Personaggi come la domestica, il maggiordomo, la segretaria, l’infermiera sembrano essere sconnessi dalla famiglia Pomali Parmiggiani, eppure Poli Ugo riesce a trovare con maestria un filo conduttore, non seguendo una logica precisa ma lasciando il narratore e il lettore sempre con la domanda “E adesso che cosa farà?”

Nel momento in cui ci sembra di essere giunti a una conclusione, finalmente la ricerca del colpevole sembra essere conclusa, succede qualcosa che capovolge tutta la storia, e ci si ritrova di nuovo al punto di partenza, con la sensazione di non essere mai partiti per davvero. Come per il gioco delle tre carte e dell’asso: eccolo qui e invece non lo trovi mai.

La continua ricerca della verità che in fondo lega sia i personaggi che il lettore, diventa un’impresa impossibile, quasi senza senso. Perché cercare un colpevole? A cosa servirà? Esisterà davvero una giustizia in grado di punire realmente?

In questo modo il lettore si troverà di fronte a un bivio, non saprà a chi credere, o meglio, crederà sicuramente a se stesso e a tutte le prove che ha raccolto seguendo i punti di vista di due personaggi completamente differenti tra di loro

«Non me la sento di prendere per oro colato le decisioni di Poli Ugo, vice ispettore aggiunto, e di Sarti Antonio, sergente. Lo stesso dovrebbe fare il lettore, visto che gli scrittori di indagine (e anche altri) barano (ed è il momento di proclamarlo forte e senza pudori) e con le righe scritte fanno ciò che vogliono e che più conviene.»

Una lettura che stuzzica la mente, che la fa ragionare e contorcere di fronte a ciò che l’occhio vuole o non vuole vedere, ideale se si ha voglia di risolvere un crimine in maniera anticonvenzionale ma anche per chi aveva nostalgia di seguire le avventure di Sarti Antonio, sergente.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.