Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Un ultimo scorcio d’estate nella storia di Enrico Franceschini

Un ultimo scorcio d’estate nella storia di Enrico FranceschiniA tratti, è un autentico tuffo nel passato, negli anni Sessanta, nostalgico, al profumo di Romagna, quindi di salsedine, di piada lungo il mare, di pedalò. A tratti, è il presente. Specie quando si tratta dell’omicidio di un certo fotografo, una figura losca, trovato morto su una scena del crimine macabra. Sull’omicidio indaga, naturalmente, la polizia, ma ci finisce in mezzo anche il Mura, ex giornalista, ora in pensione anticipata e detective privato a tempo perso. Inizia così la storia di Ferragosto, uscito per Rizzoli, a firma di Enrico Franceschini.

Fa caldo tra le pagine e il Mura ha poco tempo per dedicarsi a bagni rinfrescanti, preso com’è dalle indagini. Perché il Mura, da buon romagnolo, non sa dire di no a una bella donna. Anzi, appena ne incrocia una, il suo primo pensiero è quello di finire in mezzo alle sue cosce. Perché è fatto così il romagnolo, buongustaio, ed è fatto così il Mura, un po’ goloso.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La prima donna a cui non sa dire di no è la Stefi, una graziosa signora che ama giocare a carte e che teme che il marito la tradisca. D’altronde, è pilota d’aerei e, si sa, sono loro i nuovi marinai.

Li ritroviamo al largo, la Stefi e il Mura, sul pedalò – e qui si apprende, grazie a una lectio approfondita e curiosa, l’evoluzione del pedalò, che passa prima per il moscone, e dei due si cantano pregi e difetti in merito al confort offerto ai momenti intimi a due. Il Mura pensa all’asciugamano che manca, da stendere dietro, mentre la Stefi, donna bella e desiderata, appare taciturna. Quando apre la bocca, non è per baciare il Mura – l’asciugamano non avrebbe smorzato alcuna forza di attrito –, ma per chiedergli un favore, ricambierà con una cortesia, lascia ad intendersi, la Stefi. Il Mura si ricompone intimamente, cancella l’immagine dell’asciugamano steso sul pavimento del pedalò, e si concentra sulla richiesta della donna. Ascolta. Acconsente. Pedinerà il marito.

Un ultimo scorcio d’estate nella storia di Enrico Franceschini

Il caso si risolve in fretta, il Mura potrebbe chiamare la Stefi la sera stessa e dirle cosa combina il bel pilota, ma finisce invischiato in una situazione più grande di lui. E anche questa volta, c’è di mezzo una donna. Giovane, bellissima, affascinante ed esotica, è la vedova del fotografo, Osvaldo Montanari, a chiedergli di aiutarla poiché il figlio dell’assassinato sta cercando di incastrarla accusandola di omicidio. Una donzella in difficoltà, insomma. E il Mura non può frenare il richiamo del salvatore.

In parallelo, c’è tutta la tradizione romagnola di Ferragosto: il pranzo lungo, carico, preferibilmente da consumare in collina, al fresco, assieme agli amici, agli amori, in allegria. E il Mura è incaricato di prenotare per l’intero gruppo, amici che si rivelano preziosi non solo per una cena divertente e irrinunciabile, ma anche per salvargli la pelle, in più di un’occasione.

Perché la morte del fotografo è solo la punta di un profondo iceberg.

Infatti, chi avrebbe avuto interesse a uccidere Osvaldo Montanari, un tipo detestabile, invischiato nella produzione di video pornografici, sposato per la terza volta, pessimo padre? Tutti. Tanti. Troppi.

Un ultimo scorcio d’estate nella storia di Enrico Franceschini

Eppure bisogna fare chiarezza, lo deve alla bellissima donzella in difficoltà, lo deve a se stesso, cioè al giornalista che era, Andrea Muratore, che scriveva pezzi di grande rilevanza da ogni dove nel mondo. Perché, finito orami in mezzo alla faccenda, quell’omicidio è molto più complicato di quanto sembrasse inizialmente. Di più: c’è un tesoro straordinario da scoprire, un enigma da decifrare. In mezzo c’è la Storia, quella con la maiuscola, a raccontarsi e a raccontare il passato della Romagna. E questo è tutto da scoprire leggendo Ferragosto.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Quello che sorprende – oltre ai titoli di canzoni che accompagnano ogni capitolo. Fate la ricerca, ascoltate le proposte musicali durante la lettura, è una bella esperienza – è un dettaglio: più di un personaggio è straniero. La bellissima donzella in difficoltà, la vedova, per intenderci, è originaria della Martinica. Altri ancora, sono personaggi esotici, provenienti da terre lontane. Tutti, però, hanno una caratteristica comune: possiedono una proprietà di linguaggio molto elevata, disquisiscono in un italiano forbito, ben articolato e denotano una grande cultura. È un dettaglio infinitesimale, ma contribuisce a creare una storia piacevole, coinvolgente e sorprendente. La percezione del mondo passa anche per i romanzi e questa può slittare, modificarsi, aprirsi anche tra le pagine di una storia che, apparentemente, non ha l’intenzione di perturbare, ma solo di intrattenere.


Per la prima foto, copyright: Dakota Roos su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.