Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Un romanzo aveva “previsto” la strage di Boston

BostonSono nei nostri occhi, ormai da qualche giorno in loop continuo, le tragiche immagini delle esplosioni degli ordigni a Boston. Anche se può sembrare cinico da dire, tragedia sì, ma di “portata” molto inferiore a quell’altro grande evento “collettivo” che è stato l’11 settembre; e tuttavia, grazie alla imperante mediatizzazione, rilanciata dagli schermi dei nostri televisori ai quotidiani online, da Youtube a Twitter in una continua ri-visione e ri-elaborazione.

 

Se i mass media, e anche i cosiddetti nuovi media (che poi, forse, di nuovo non hanno molto) hanno la capacità straordinaria di creare narrazioni popolari, introiettate e condivise tra milioni di persone, la narrazione più “autentica”, quella del romanzo, a volte, attraverso l’immaginazione dell’autore può "vedere prima".

 

È il caso segnalato a «The Huffington Post» da Tom Lonergan. Infatti, nel 2002, Lonergan autopubblicò un romanzo, intitolato Heartbreak Hill, e sottotitolato “The Boston Marathon Thriller”, nel quale si immaginava il piazzamento di una serie di bombe, lungo il percorso della gara, da parte di un estremista di destra.

 

Lo stesso Lonergan ha affermato di aver avuto l’idea buona per scrivere il romanzo proprio correndo la centesima maratona di Boston, nel 1996. La domanda che si sono posti in tanti, nell’apprendere del romanzo di Lonergan, è stata se l’autore non abbia voluto, in qualche modo, usare la strage per fare pubblicità a se stesso e alla propria opera. In effetti, non ci è dato saperlo.

 

Non è difficile, però, riflettere su come, in questi tempi nostri, la realtà stia finendo per diventare, non di rado, meno reale dell’immaginazione. E le costruzioni della fantasia, le creazioni fantasmatiche, più “vere” del “vero”.

Nessun voto finora

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.