Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

Conoscere l'editing

Un costante crescendo di pathos. “Un’amicizia” di Silvia Avallone

Un costante crescendo di pathos. “Un’amicizia” di Silvia AvalloneIl mondo della scrittura è tanto affascinate quanto misterioso e strano.

Ci hanno fatto trascorrere anni sui banchi di scuola obbligandoci a leggere testi che non sempre riscontravano i nostri gusti, non sempre riuscivano a portarci in realtà diverse, non sempre ci facevano sognare. Eppure questi testi dovevano essere letti, per dovere più che per piacere e purtroppo questo metodo non sempre porta ad amare la lettura. Io stesso ne sono testimone effettivo, se mi davano un libro da leggere, la prima cosa che facevo era informarmi se esistesse una versione cinematografica, insomma sempre meglio un film che sorbirmi cento, duecento pagine di un libro di cui non m’interessava nulla e questo, alla fine, mi ha portato a diventare un lettore tardivo. Intendiamoci, leggere autori come Calvino, Buzzati, Pavese, Manzoni, Kerouac, Steinbeck, Flaubert, solo per citarne qualcuno, è tanto importante quanto fondamentale, il problema è che nelle scuole, non dico tutte, gli autori non vengono mai rinnovati, non vengono mai fatte nuove proposte, nonostante negli ultimi anni ci sono stati scrittori che hanno riscontrato i favori del pubblico e della critica. In Italia potrei citare Ammaniti, Giordano, Piperno, Missiroli e Silvia Avallone che ha da poco pubblicato il suo ultimo romanzo, Un’amicizia (Rizzoli Editore).

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

È la storia di Elena e Beatrice, quindi della loro amicizia. Elena, in seguito alla separazione dei suoi genitori, si è da poco trasferita, insieme a suo padre, da Biella in un paese che viene chiamato T. La nuova vita, la nuova scuola, tutto le va stretto e anche in casa la situazione non è migliore, il rapporto col padre è fatto di silenzi e di vani tentativi di conciliazione. A un certo punto conosce Beatrice che all’apparenza è il suo esatto opposto, la sua antitesi, la sua nemesi. Elena è silenziosa, timida, riservata e Beatrice è ricca, spigliata e senza nessun freno, eppure nonostante le loro differenze diventano non semplicemente amiche, ma migliori amiche.

Un costante crescendo di pathos. “Un’amicizia” di Silvia Avallone

Beatrice porterà Elena a vivere episodi a volte al limite della legalità, tra cui il furto di un paio di jeans, la spinge ad amare, ma a modo suo e dando consigli spesso sopra le righe, insomma l’influenza che Beatrice ha su Elena è totalizzante. a mano a mano che la storia va avanti scopriamo che quest’amicizia così profonda e così sincera non è destinata a durare. Beatrice diventerà un’influencer famosa e venerata dal mondo del web e a Elena non rimarrà che ricordarla nei suoi diari e in una vecchia polaroid che le ritrae giovani e amiche per la pelle.

Silvia Avallone è una giovane scrittrice biellese che ha esordito nel mondo della letteratura con il discusso Acciaio che nonostante le critiche ha collezionato una serie di premi tra cui il Campiello Opera prima, il premio Flaiano, il premio Fregene, il premio Città di Penne e infine si è classificata seconda al Premio Strega. A questo esordio così fulminante sono seguiti altri tre romanzi che hanno continuato a dividere il pubblico tra estimatori e critici.

Un costante crescendo di pathos. “Un’amicizia” di Silvia Avallone

L’attesa per questo nuovo romanzo è stata febbrile, un po’ per il valore dell’autrice, un po’ perché in questo periodo uscire con un romanzo può essere un po’ un suicidio. Con presentazioni in presenza che non si possono fare, la costrizione di presentarsi tramite il web, le librerie che continuano ad aprire e poi chiudere in base ai famigerati Dpcm, insomma una situazione che rende il mondo dell’editoria e la vita dei nuovi romanzi alquanto complicata e difficile.

In questo romanzo la scrittrice torna a rivivere una situazione molto simile ala suo esordio, anche qui le protagoniste sono due adolescenti che rappresentano nell’immaginario della Avallone lo scontro tra la parola (Elena) e l’immagine (Beatrice), la diatriba e la differenza di visione nei confronti del web, da una parte odiato, menzognero e fasullo (Elena) dall’altra utile, fantastico e unico mezzo per raggiungere fama e successo (Beatrice).

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Una continua rappresentazione di un qualcosa e subito del suo esatto opposto, in un crescendo costante di pathos e di narrativa che ti prende subito dalla prima pagina, che ti cattura e ti costringe a restare incollato fino all’ultima pagina per capire il perché della loro amicizia e della loro inaspettata e inspiegabile rottura.

Un bel romanzo che conferma le doti di Silvia Avallone.


Per la prima foto, copyright: Bence Halmosi su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.