Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Sei cose che non sai su Beatrix Potter

Sei cose che non sai su Beatrix PotterBeatrix Potter è una delle più note scrittrici di libri per ragazzi. Il suo Peter Coniglio ha segnato un’epoca nella letteratura per bambini, grazie alle illustratrici di cui la stessa Potter era autrice.

 

Il mese scorso è caduto l’anniversario della sua nascita, avvenuta esattamente 150 anni fa. E noi vogliamo approfittarne per ricordare Beatrix Potter attraverso sei aspetti della sua biografia che, sebbene poco noti, contribuiscono a restituire l’immagine di una donna colta, moderna e in grado di imporre sé stessa e la propria volontà, anche in occupazioni considerate, all’epoca, prettamente maschili.

 

1. La collezionista

Durante l’infanzia, Potter trascorse le vacanze nella campagna scozzese dove apprese quell’amore per la natura che l’accompagnò per tutta la vita. Da bambina, insieme al fratello, riempì la sua stanza di conigli, topi e un riccio, oltre a farfalle e insetti vari.

*****

2. L’agente segreta

Sei cose che non sai su Beatrix Potter

Durante l'adolescenza, Potter teneva un diario. Ma, questo non era il semplice diario di una ragazzina, anzi Potter lo scrisse, quasi fosse un’agente segreta, in un codice di sua invenzione che solo lei poteva capire. Infatti, utilizzava un sistema di sostituzione lettera per lettere per annotare i suoi pensieri sull’arte e gli artisti, sulla società, oltre ad osservazioni sulla vita quotidiana. Alcune parti del diario erano in forma di lettere a “Esther”, un’amica immaginaria. In queste lettere, Potter dava sfogo alle frustrazioni della sua vita e si riprometteva di “fare qualcosa”.

 

LEGGI ANCHE – Peter Coniglio e Beatrix Potter celebrati su una moneta

3. La scienziata

L’amore per la natura alimentò anche uno strenuo interesse verso la botanica e la micologia, lo studio scientifico dei funghi. Potter si deliziava a piantare funghi e, negli anni Novanta dell’Ottocento, iniziò a creare disegni microscopici delle spore. Nel 1895, scrisse anche una teoria sulla germinazione dei funghi.

Sei cose che non sai su Beatrix Potter

Nel 1897, dopo 13 anni di ricerca, Potter presentò un paper dal titolo Sulla germinazione delle spore dell’agaricina alla Società linneana, ma non le fu permesso di assistere alla sua lettura perché solo gli uomini potevano prendere parte agli incontri pubblici. Il paper di Potter e le sue dettagliate illustrazioni sono stati riscoperti e oggi imicologi fanno riferimento ai suoi disegni per identificare i funghi. Nel 1997, la Società linneana ha rilasciato un’apologia postuma di Potter scusandosi per la cattiva gestione sessista della sua ricerca.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

4. L’astuta donna d’affari

Un anno dopo la pubblicazione della Storia di Peter Coniglio nel 1902, Potter brevettò un bambolotto Peter Coniglio disegnato da lei. Negli anni seguenti, il suo editore, Frederick Warne & Co. rilasciò un servizio di tè in porcellana, carta da parati, libri da colorare e una miriade di altri oggetti, il che portò alla Potter enormi guadagni extra.

Sei cose che non sai su Beatrix Potter

*****

5. La ribelle

Nel 1905, Potter si fidanzò con Norman Warne, il figlio del suo editore. I ricchi genitori di Potter, però, non approvavano l’unione, giudicando Warne un partito inadatto. Purtroppo, il fidanzamento durò pochissimo perché Warne morì di leucemia un mese dopo. Potter si sposò solo a 47 anni quando incontrò William Heelis, un avvocato.

Sei cose che non sai su Beatrix Potter

*****

6. La contadina

Beatrix Potter non era solo una scrittrice, un’illustratrice, una scienziata e una donna d’affari. Iniziò, anche se in età avanzata, a gestire una fattoria dopo l’acquisto di Hill Top Farm nel Lake District. Vinse anche un premio come allevatrice di pecore Herdwick. Quando morì, Potter possedeva 14 fattorie e 4.000 acri di terra. Nel 1942, fu la prima donna a essere eletta presidente dell’Associazione di allevatori di pecore Herdwick. Purtroppo, morì prima di assumere l’incarico.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.