Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Scrittori da (ri)scoprire – Rosetta Loy

Scrittori da (ri)scoprire – Rosetta LoyCon Rosetta Provera Loy (Roma, 1931 – Roma, 2022) è appena scomparsa una delle migliori esponenti della cosiddetta “generazione degli anni Trenta”, vale a dire il grande gruppo di scrittrici e scrittori che, nati nel terzo decennio del Novecento, hanno costruito con le loro opere la storia della letteratura italiana nella seconda metà del secolo scorso.

Rosetta Provera nasce nella capitale, quarta figlia dell’unione tra un ingegnere piemontese e un’impiegata romana: il Piemonte della ricca famiglia paterna diventerà lo scenario di diverse sue opere. Nel 1955 sposa Beppe Loy, fratello del regista Nanni Loy, e negli anni successivi mette al mondo quattro figli, tra cui Margherita, destinata a diventare a sua volta giornalista e scrittrice.

Il suo esordio letterario avviene solo nel 1974, quando grazie all’appoggio di Cesare Garboli e Natalia Ginzburg riesce a pubblicare il suo primo romanzo, La bicicletta, una storia di adolescenza e di memoria: due temi che impregneranno tutta la sua produzione letteraria. Con Garboli, grande saggista e critico letterario, Loy intreccia un complesso rapporto di attrazione fisica e intellettuale, destinato comunque a rimanere irrisolto anche dopo la scomparsa di Beppe Loy, stroncato da un infarto nel 1981.

Il successo per la scrittrice arriva, dopo la pubblicazione di alcuni romanzi passati inosservati, con Le strade di polvere (1987), una grande saga familiare ambientata nel XIX secolo nel borgo piemontese di Mirabello Monferrato, luogo di nascita del padre, che vince ben cinque premi letterari, tra cui il Campiello: una galleria di personaggi indimenticabili e la ricostruzione di un mondo contadino, ma non solo, completamente scomparso.

Dopo Sogni d’inverno (1992), Loy dedica due libri all’Olocausto, vissuto con gli occhi di una certa borghesia cattolica che, pur mantenendo una certa distanza dal fascismo, non si era schierata apertamente contro le leggi razziali, di cui non aveva colto tutta la gravità.

Scrittori da (ri)scoprire – Rosetta Loy

Cioccolata da Hanselmann (1995) racconta le complesse vicende di diversi personaggi, ebrei e non ebrei, a partire dal 1940, mentre con La parola ebreo (1997) Loy ricostruisce gli anni della sua infanzia e adolescenza, analizzando i sentimenti degli adulti nei confronti delle leggi razziali e ricordando le persone ebree che frequentavano la sua famiglia, tutte scomparse nei campi di sterminio dopo il grande rastrellamento del Ghetto di Roma compiuto dai nazisti nel 1943. Su questo tema Loy ha svolto un’attività di sensibilizzazione delle ultime generazioni, attraverso svariati interventi e interviste.

Anche Ahi, Paloma (2000) è un libro imperniato sulla memoria, perché racconta i pensieri e le sensazioni di una ragazzina che si trova a trascorrere l’estate del 1943 in un hotel della Valle D’Aosta, da cui ci si può illudere che la guerra sia abbastanza lontana.

Nero è l’albero dei ricordi, azzurra l’aria (2004) è la storia di una famiglia dal 1941 agli anni Sessanta, passando dalla guerra alle speranze e ai progetti, non sempre realizzati, del dopoguerra. Anche questo libro vince diversi premi letterari.

Con il saggio Gli anni fra cane e lupo. 1969-1994 il racconto dell’Italia ferita a morte Loy affronta invece il passato più recente, quello degli anni delle stragi e dei molti misteri irrisolti della Prima Repubblica.

Cesare (2018),biografia di Cesare Garboli e insieme ricostruzione del complesso e tormentato rapporto tra i due scrittori, è l’ultimo libro pubblicato da Rosetta Loy, scomparsa pochi giorni fa a Roma all’età di novantun anni.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.