Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Scrittori da (ri)scoprire – Rodolfo Doni

Scrittori da (ri)scoprire – Rodolfo DoniRodolfo Doni (Pistoia, 1919 – Firenze, 2011), pseudonimo di Rodolfo Turco, è considerato da molti il maggior scrittore italiano contemporaneo di ispirazione cattolica.

Nasce a Pistoia in una famiglia borghese, compie studi regolari e allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale viene chiamato alle armi. Nel 1943 è ferito gravemente e rimane ricoverato a lungo in un ospedale militare. Qui matura una visione religiosa ancora più profonda rispetto all’educazione già ricevuta in famiglia e si avvia verso un cattolicesimo militante e molto impegnato nel sociale.

Stabilitosi a Firenze al termine della guerra, Doni segue un doppio percorso, che sarà la caratteristica fondamentale sia della vita privata, sia delle sue opere letterarie: da un lato si afferma nel lavoro fino a diventare un alto dirigente di banca, dall’altro partecipa attivamente al mondo politico cattolico. Sono gli anni di De Gasperi, di Dossetti, di Fanfani e soprattutto di Giorgio La Pira, a lungo sindaco di Firenze, oltre che membro della Costituente e deputato, considerato uno dei pilastri del cristianesimo sociale, che Doni considera il suo principale maestro di vita.

Verso la fine degli anni Cinquanta Doni inizia a dedicarsi in modo sempre più intenso alla scrittura, pubblicando le prime raccolte di racconti. Faccia a faccia (1964) è una raccolta imperniata soprattutto sulle esperienze vissute negli anni di guerra.

Seguono varie opere: La provocazione (1967), I numeri (1969), Passaggio del fronte. Diario di un cinquantenne (1971) e Le strade della città. Diario di un cinquantenne (1973).

Il maggior successo arriva nel 1974 con Muro d’ombra, che arriva tra i finalisti del Premio Campiello: racconta la storia di Mario, imprenditore di successo, che durante il riposo forzato in seguito a un incidente sugli sci si scopre a rivivere in parallelo un uguale periodo di convalescenza dopo essere stato ferito in guerra. Questo lo porta a meditare sulle scelte fatte e sugli errori commessi nella vita privata e professionale, fino a progettare, dopo un viaggio a Lourdes, di lasciare l’azienda al figlio per ritirarsi a una vita di preghiera.

Scrittori da (ri)scoprire – Rodolfo Doni

Il percorso di Mario continua nel successivo romanzo di Doni, Giorno segreto (1976), in cui il protagonista cerca di rimediare alle proprie scelte precedenti, cercando da un lato di far accettare ai due figli l’esistenza di un terzo figlio, nato da una relazione extra coniugale, dall’altro di modificare il suo rapporto con la fabbrica che gestisce, alla quale cerca di dare una struttura di stampo socialista.

Il tema del doppio è al centro anche di La doppia vita (1980), in cui il protagonista è un intellettuale alla ricerca di un equilibrio tra la vocazione alla scrittura e la carriera in un importante ente pubblico, ma nel romanzo compare anche una intensa riflessione sul mondo politico del dopoguerra e sul ruolo della Democrazia Cristiana.

La morte del figlio Lorenzo, deceduto ad appena ventidue anni in un incidente stradale, segna profondamente lo scrittore, che esprime tutto il suo dolore e la sua speranza in un aldilà dove ritrovare il ragazzo perduto in varie opere, tra cui Colloquio con Lorenzo (1993) e Dialogo sull’aldilà (1998).

Negli anni successivi Doni si dedica soprattutto alla saggistica e scrive diverse biografie dedicate a figure chiave della religione cattolica: San Francesco d’Assisi, Santa Chiara, Sant’Agostino e sua madre, Santa Monica. Muore a Firenze nel 2011, al termine di una lunga vita dedicata, oltre che alla scrittura e alla politica, a un forte impegno sociale.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.