Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Scrittori da (ri)scoprire – Pier Vittorio Tondelli

Scrittori da (ri)scoprire – Pier Vittorio TondelliTra gli scrittori affermatisi negli anni Ottanta del Novecento, spicca Pier Vittorio Tondelli (Correggio, 1955 – Correggio, 1991), considerato uno dei principali esponenti della letteratura postmoderna.

Nasce a Correggio in una tranquilla famiglia della piccola borghesia di provincia, cresce con un nonno che alleva piccioni viaggiatori, con le suggestioni della campagna e la frequentazione assidua della biblioteca comunale, dove legge soprattutto romanzi d’avventura. Profondamente cattolico, partecipa per anni ai gruppi giovanili parrocchiali. Dopo la maturità classica, si iscrive al DAMS di Bologna, perché più interessato, in questa prima fase, al mondo del cinema e dello spettacolo che alla scrittura.

Segue i corsi di Umberto Eco e Gianni Celati, e vive gli anni di fermento della vita bolognese, tra l’esplosione delle radio libere, la nascita dei graphic novel (Andrea Pazienza è suo compagno di studi al DAMS), il rock demenziale, ma anche la brutale repressione delle proteste giovanili ordinata dal ministro dell’Interno Cossiga nel 1977.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

È in un tale clima che Tondelli inizia a scrivere quello che diventerà il suo primo romanzo, in realtà una raccolta di sei racconti legati tra loro, di cui manda il manoscritto a Feltrinelli. Altri libertini (1980) ottiene un successo ammantato di scandalo, perché a tre settimane dalla pubblicazione e dopo due ristampe viene sequestrato per oscenità, anche se l’anno dopo l’autore e l’editore vengono assolti. Il romanzo diventa in breve tempo una sorta di Bibbia dei movimenti giovanili dell’epoca, soprattutto delle categorie che fino a quel momento non avevano avuto una “voce” letteraria: omosessuali, alternativi, tossici, travestiti.

Scrittori da (ri)scoprire – Pier Vittorio Tondelli

Subito dopo, Tondelli si laurea e parte per il servizio militare, durante il quale scrive una serie di articoli che vengono pubblicati a puntate sui quotidiani «Il Resto del Carlino» e «La Nazione» come Diario del soldato Acci.

Anche il romanzo Pao Pao (1982) racconta le vicende tra il comico e il sentimentale di alcuni ragazzi durante il periodo del servizio militare, il cui maggiore impegno consiste, in sostanza, nel passare indenni tra le regole e le imposizioni del sistema in attesa di tornare alla vita civile.

Nello stesso periodo lo scrittore intensifica la sua attività giornalistica, collaborando a diverse testate, tra cui «Linus». Frequenta Milano e Firenze oltre che Bologna, viaggia molto all’estero, progetta una riduzione televisiva di Pao Pao (che non verrà realizzata) e scrive un dramma teatrale, Dinner Party (1984), che viene invece rappresentato più volte.

Il 1985 è l’anno di Rimini, il romanzo di maggior successo di Tondelli che vi traccia un grande affresco della vita estiva degli anni Ottanta nella cittadina romagnola, raccontando alcune storie molto diverse tra loro, accomunate semplicemente dal fatto di svolgersi in quei mesi in cui Rimini si trasforma da città di provincia a metropoli internazionale.

Scrittori da (ri)scoprire – Pier Vittorio Tondelli

Il libro piace molto al pubblico ma sconcerta i critici, che lo considerano troppo commerciale rispetto alla produzione precedente di Tondelli, grazie alla quale l’avevano inquadrato come un giovane scrittore impegnato e alternativo.

In realtà, Tondelli è difficilmente inquadrabile e ha sempre cercato di evitare di essere etichettato sia come “scrittore gay”, sia come “giovane scrittore”, definizioni troppo riduttive. Si occupa però del futuro della scrittura curando tre antologie per il progetto “Under 25”, che raccolgono racconti di autori sotto i venticinque anni. Pubblicate tra il 1986 e il 1990, segnano l’esordio di alcuni autori destinati ad affermarsi, come Giuseppe Culicchia, Silvia Ballestra e Gabriele Romagnoli.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Camere separate (1989) è un romanzo molto intimista, in cui uno scrittore omosessuale racconta il dolore per la perdita del proprio compagno, rievocando i momenti trascorsi insieme.

L’anno successivo, mentre sta lavorando alla sceneggiatura del film Sabato italiano, incentrato sulla movida notturna (poi realizzato dal regista Luciano Manuzzi), Pier Vittorio Tondelli si ammala di AIDS e viene ricoverato all’ospedale di Reggio Emilia, ma le sue condizioni di salute vengono tenute segrete. Muore alla fine del 1991 per le conseguenze della malattia, anche se la famiglia negherà a lungo la causa reale della sua scomparsa. La città di Correggio gli dedica ogni anno le “Giornate tondelliane” con incontri e dibattiti per mantenere viva la sua memoria, oltre ad avergli intitolato una piazza.

Scrittori da (ri)scoprire – Piero Jahier

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.