Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

Conoscere l'editing

Corso online di editing

Scrittori da (ri)scoprire – Maria Bellonci

Scrittori da (ri)scoprire – Maria BellonciIl nome di Maria Bellonci (Roma, 1902 – Roma, 1986) torna alla ribalta ogni anno in occasione dell’assegnazione del Premio Strega, di cui è stata ideatrice insieme al marito Goffredo Bellonci e all’industriale Guido Alberti, produttore del liquore Strega, ma non tutti si ricordano che, oltre a essere una grande animatrice culturale, è stata la miglior autrice di romanzi storici del Novecento italiano.

Maria nasce nella famiglia Villavecchia, di nobili origini piemontesi. Il padre è un professore di chimica, considerato il fondatore della chimica merceologica italiana. Studia in scuole prestigiose e si avvicina molto presto alla scrittura, componendo un primo romanzo che ha l’occasione di sottoporre al giudizio di Goffredo Bellonci, giornalista e critico già affermato e più grande di lei di una ventina d’anni. Il romanzo verrà giudicato troppo acerbo e non sarà mai pubblicato, ma tra i due nasce uno stretto rapporto docente-allieva che li conduce infine al matrimonio nel 1928. A partire dal 1929, Maria Bellonci (che utilizza d’ora in poi il cognome del marito come era abituale per le donne sposate della sua generazione) è titolare di una rubrica quindicinale sul giornale «Popolo di Roma», intitolata L’altra metà, in cui affronta con spirito protofemminista molte tematiche legate alla condizione femminile. Poco tempo dopo viene incaricata di esaminare un elenco dettagliato dei gioielli di Lucrezia Borgia, sui quali avrebbe dovuto scrivere una relazione per un’associazione di studiosi. Per la Bellonci è quasi un colpo di fulmine: dal 1930 al 1935 si dedica alla stesura di una corposa biografia di Lucrezia Borgia, che viene pubblicata da Mondadori nel 1939 e riscuote subito un grande successo sia in Italia che all’estero, con diverse traduzioni.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Nel 1947 esce il secondo romanzo storico, I segreti dei Gonzaga, incentrato sulla famiglia mantovana ma con una parte importante riguardante Isabella d’Este in Gonzaga, antagonista di Lucrezia Borgia. In quei primi anni del dopoguerra Maria e Goffredo Bellonci organizzano regolarmente nella loro casa romana un salotto letterario ribattezzato “Gli amici della domenica”: qui nasce l’idea di istituire un premio letterario, finanziato da Guido Alberti e assegnato dopo due serie di votazioni da parte dei partecipanti al salotto.

Scrittori da (ri)scoprire – Maria Bellonci

La prima edizione vede partecipare scrittori del calibro di Moravia, Pratolini, Pavese, Anna Banti e Flaiano, che si aggiudica la vittoria con Tempo di uccidere: da allora è stato assegnato ininterrottamente fino a oggi ed è considerato il maggior premio letterario italiano, anche se a partire dal 1963 il suo primato è stato insidiato dalla nascita del Premio Campiello.

 

LEGGI ANCHE – Scrittori da (ri)scoprire – Gesualdo Bufalino

 

Negli anni Cinquanta Maria Bellonci lavora molto come traduttrice e giornalista culturale, collaborando anche a programmi radiofonici di argomento storico. Nel 1963 perde il marito Goffredo, stroncato da un infarto, e soffre molto per questa perdita e per altri successivi lutti familiari, che la portano a lottare con la depressione ma anche a scrivere con sempre maggiore impegno.

Nel 1971 esce Come un racconto gli anni del premio Strega, resoconto nostalgico di fatti e persone ormai lontani, e l’anno dopo Tu vipera gentile, che riunisce sperimentalmente tre lunghi racconti sempre di ambientazione rinascimentale molto diversi tra loro: uno dei tre, Delitto di stato, diviene qualche anno dopo uno sceneggiato televisivo realizzato dalla Rai, con la quale la Bellonci collabora per anni anche alla sceneggiatura del Marco Polo diretto nel 1983 da Giuliano Montaldo, e a quella di una biografia di Isabella d’Este, che però non verrà mai realizzata.

Scrittori da (ri)scoprire – Maria Bellonci

È proprio dal lungo lavoro di ricerca per questa sceneggiatura rimasta nel cassetto che nasce quello che è considerato il capolavoro di Maria Bellonci, Rinascimento privato, una narrazione autobiografica in cui Isabella d’Este racconta sé stessa in prima persona. Il libro esce nel 1985 e vince il Premio Strega l’anno successivo, ma Maria Bellonci si spegne a Roma poche settimane prima dell’assegnazione.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Perché leggere oggi i romanzi di Maria Bellonci? Sicuramente perché è stata la migliore autrice italiana di romanzi storici. Le sue opere vedono la luce dopo anni di ricerche approfondite, così che non vi si trovano imprecisioni o inesattezze di nessun tipo, e al tempo stesso presentano al lettore dei personaggi del passato che appaiono vivi, autentici e profondamente umani nonostante siano vissuti molti secoli fa, perché la scrittrice è stata capace di dar loro una voce sempre plausibile e coerente.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.