Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Scrittori da (ri)scoprire – Elena Canino

Scrittori da (ri)scoprire – Elena CaninoElena Canino (1898-1957) è l’autrice di uno dei pochi romanzi di formazione al femminile che si possono incontrare nella letteratura italiana del Novecento.

Nasce come Elena Zegretti a Roma, in una casa a ridosso della fontana di Trevi, il cui rumore l’accompagna negli anni dell’infanzia. La madre è romagnola, il padre viene da Anagni ed è un alto funzionario statale, soggetto quindi a frequenti trasferimenti, così che nel 1907 la famiglia va a vivere per due anni a Spoleto, poi a Napoli, dove la giovane Elena inizia a frequentare con profitto il liceo. Nel corso del successivo trasferimento a Genova è compagna di scuola di una delle sorelle di Giovanni Ansaldo, destinato a diventare negli anni successivi uno dei più importanti giornalisti italiani, e diventa amica di tutta la famiglia. Poco dopo l’inizio della Prima guerra mondiale gli Zegretti tornano a Napoli, dove Elena si laurea in lettere con una tesi di archeologia. Potrebbe avere un incarico alla prestigiosa Scuola Archeologica di Atene, ma rinuncia per sposarsi con l’architetto Marcello Canino, col quale conduce la tipica esistenza da signora borghese dell’epoca: com’era consuetudine, da quel momento diventa per tutti Elena Canino, nome con cui firmerà le sue future pubblicazioni. Negli anni Trenta trascorre spesso le vacanze estive a Capri, ne frequenta la società cosmopolita e un po’ bizzarra e inizia a tradurre alcuni autori inglesi e americani, spesso ritenuti “scomodi” dal regime fascista, di cui solo dopo molto tempo riuscirà a far accettare da un editore le traduzioni.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Durante la guerra deve sfollare a Sorrento perché prima i tedeschi e poi gli inglesi requisiscono la villa dove abitava col marito, ed è in questo periodo che Canino inizia a ideare un romanzo autobiografico, che però vedrà luce parecchi anni più tardi.

Alla fine della guerra, Giovanni Ansaldo le presenta Leo Longanesi, giornalista e scrittore che ha appena fondato l’omonima casa editrice e di cui diventa collaboratrice, scrivendo per alcune delle sue riviste articoli di costume e reportage di viaggio, a seguito di lunghi soggiorni in Inghilterra e negli Stati Uniti.

Sulla scia del grande successo riscosso qualche anno prima da Il vero signore, un manuale di belle maniere scritto da Giovanni Ansaldo sotto lo pseudonimo di Willy Farnese, Longanesi propone a Elena Canino di scriverne una versione al femminile. La vera signora esce nel 1952 e riscuote una grande favore presso il pubblico, tanto da diventare un vero longseller che sarà ristampato per anni: in un mondo inquieto e che cambia sempre più in fretta, occorre adeguarsi ai mutamenti della società, senza però dimenticare i punti fondamentali dell’educazione.

È ancora Longanesi a incoraggiare Canino a portare a termine il romanzo iniziato durante il periodo di sfollamento a Sorrento, che diventa finalmente Clotilde tra due guerre (1957).

Scrittori da (ri)scoprire – Elena Canino

Clotilde, trasparente alter ego dell’autrice, è una giovane donna che inizia a tenere un diario nel 1915, alla vigilia dell’entrata in guerra dell’Italia a fianco della Triplice Intesa, quando è una tranquilla studentessa liceale sedicenne. Racconta quindi tutti i principali avvenimenti di quasi un trentennio, dal 1915 al 1943: ma insieme alle vicende politiche ci sono quelle personali di una ragazza e poi donna borghese dell’epoca, dagli amori giovanili ai conflitti con una madre severissima e agli incontri che ha, per vari motivi, con personaggi importanti, per concludersi con l’occupazione alleata di Napoli.

Vero romanzo di formazione, Clotilde tra due guerre ci racconta tanti particolari della vita quotidiana del tempo, perché la protagonista annota spesso anche dettagli spiccioli, come il prezzo del pane o di una seduta dal parrucchiere, e non manca di una sottile vena d’umorismo nel ritrarre da vicino uomini e donne celebri.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Anche questo libro ottiene un grande successo e viene ristampato più volte, ma Elena Canino non riesce a gioirne perché muore per un tumore, ad appena cinquantanove anni, subito dopo la sua pubblicazione.

Pochi anni fa Stamperia del Valentino, una piccola casa editrice napoletana, ha riunito per la prima volta in volume una serie di articoli che Canino aveva scritto per vari giornali negli anni Quaranta e Cinquanta sulla città di Napoli, che sono oggi reperibili come Napoli borghese (2010) e Napoli guerra e pace (2017).

 

LEGGI ANCHE – Scrittori da (ri)scoprire – Ercole Patti


Per la seconda foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.