Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Scrittori da (ri)scoprire – Carmelo Samonà

Scrittori da (ri)scoprire – Carmelo SamonàPrima che romanziere, Carmelo Samonà (Palermo, 1926 – Roma, 1990) è stato uno dei maggiori ispanisti italiani, autore soprattutto di diversi saggi sulla letteratura spagnola e ispanoamericana.

Nasce a Palermo da una famiglia di origini nobili: Giuseppe, il padre, è un grande architetto e urbanista, artefice di importanti progetti di riqualificazione urbana, docente universitario e senatore della Repubblica per la sinistra indipendente. Dopo l’infanzia palermitana, Carmelo studia a Roma, dove si laurea e intraprende la carriera universitaria.

Nel 1961 ottiene la cattedra di letteratura spagnola all’Università la Sapienza e per diversi anni scrive esclusivamente testi destinati ai suoi allievi e saggi riguardanti epoche e autori importanti del mondo ispanico. A partire dal 1976 collabora anche al quotidiano «La Repubblica», dove pubblica articoli sulle letterature sudamericane e su quella spagnola contemporanea.

L’esordio narrativo avviene in età matura: sono due sue grandi amiche, Natalia Ginzburg ed Elsa Morante, a presentare il manoscritto del suo primo romanzo, Fratelli, a Ernesto Ferrero, responsabile della letteratura presso Einaudi, che ne rimane profondamente colpito e lo pubblica nel 1978.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Al centro di Fratelli c’è il complesso rapporto tra il narratore e un fratello afflitto da seri problemi mentali, col quale cerca di mantenere un rapporto nonostante evidenti difficoltà comunicative. La malattia mentale impedisce l’uso abituale del linguaggio e impone di prestare attenzione a tutto ciò che in condizioni di normalità si sarebbe portati a trascurare, dagli sguardi ai silenzi. Nella realtà, Samonà stava vivendo questo tipo di esperienza non con un fratello ma con un figlio, condizione che aveva condotto Ginzburg, a sua volta alle prese con la difficile convivenza con una figlia malata, ad apprezzare il romanzo in modo particolare.

Fratelli riscuote un discreto successo, arrivando tra i finalisti al Premio Strega e vincendo diversi altri riconoscimenti.

Scrittori da (ri)scoprire – Carmelo Samonà

Un secondo romanzo, Il custode (1983), descrive una vicenda dal sapore prettamente kafkiano: c’è protagonista senza nome, che si ritrova prigioniero senza un perché in una cella isolata da tutto. In apparenza è del tutto privo di un passato o di legami con una realtà differente da quella in cui ci viene mostrato, eppure è in grado di esprimere una serie di pensieri e sogni che sono comunque in grado di conquistare l’interesse del lettore: «I miei sono romanzi in cui succedono pochissime cose, ma si fanno moltissime riflessioni» dichiarava Samonà nelle interviste.

Persona schiva e appartata, lo scrittore rimane estraneo agli ambienti letterari romani, pur amando senza riserve l’atmosfera della capitale, e nonostante l’apprezzamento di molti critici continua a essere noto soprattutto come un grande ispanista, riconosciuto anche a livello internazionale, mentre le opere narrative rimangono poco considerate. Ai romanzi si aggiungono in seguito un paio di racconti, un testo teatrale e il romanzo breve Casa Landau, che viene pubblicato pochi mesi dopo la prematura scomparsa di Carmelo Samonà, avvenuta a Roma nel 1990.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Diversi critici considerano lo scrittore siciliano meritevole di un posto più importante nella letteratura italiana del Novecento, anche se è difficile reperire le sue opere: nel 2002 Mondadori gli aveva dedicato un Oscar contenente Fratelli e tutta l’opera narrativa, e un’ultima edizione di Fratelli si deve a Sellerio nel 2008, ma entrambi i volumi sono ormai introvabili.

LEGGI ANCHE – Scrittori da riscoprire – Fabrizia Ramondino

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.