Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Scrittori da (ri)scoprire – Brunella Gasperini

Scrittori da (ri)scoprire – Brunella GasperiniGiornalista e scrittrice, Brunella Gasperini (Milano, 1918 – Milano, 1979) ha accompagnato con i suoi libri, ma soprattutto attraverso le rubriche in cui rispondeva alle lettere delle lettrici su alcuni periodici, l’emancipazione femminile tra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo scorso.

Nasce come Bianca Robecchi in una famiglia della borghesia milanese: il padre è un medico di idee antifasciste che viene periodicamente controllato e condotto per qualche giorno in carcere dal regime, la madre una donna colta e piena d’interessi nonostante si sia dedicata a tempo pieno al marito e ai sei figli. Bianca cresce tra Milano e un’amatissima casa a San Mamete, sul lago di Lugano, dove la famiglia è solita trascorrere le vacanze.

Durante la guerra, mentre i fratelli combattono (e muoiono) da partigiani, si laurea in lettere classiche e sposa Adelmo Gasperini, da cui ha tre figli: il primo le muore tra le braccia, ancora neonato, durante un bombardamento.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Col ritorno della pace inizia a insegnare, ma si rende conto presto di non essere molto tagliata per quella professione: anni dopo ricorderà divertita la sua incapacità di imporre la disciplina in classe e di essere sufficientemente severa con gli allievi, per la disperazione dei colleghi. Chi le apre una diversa possibilità è l’amica Camilla Cederna, che le suggerisce di scrivere racconti per le numerose riviste femminili che si stanno affermando nei primi anni del dopoguerra.

Scrittori da (ri)scoprire – Brunella Gasperini

I racconti hanno un discreto successo e la rivista «Novella»le affida la rubrica delle lettere, dove si firma Candida. In seguito passa ad «Annabella», a cui collaborerà per venticinque anni, rispondendo a decine di migliaia di lettere e trasformando la firma Candida in Brunella.

La visione della giornalista è moderna e progressista, si potrebbe dire piuttosto femminista, soprattutto quando si tratta di affrontare dalla parte delle donne le questioni più spinose dell’epoca: il ruolo femminile nella coppia e nella famiglia, i rapporti coniugali, le separazioni e la richiesta di una legge sul divorzio, l’educazione dei figli che non può più essere quella impostata dalla generazione precedente.

Nel 1956 Gasperini pubblica il suo primo romanzo, L’estate dei bisbigli, a cui ne seguono altri, spesso pubblicati per la prima volta a puntate sulle riviste, ma dà il meglio di sé nella serie autobiografica Io e loro: cronache di un marito (1959), Lui e noi: cronache di una moglie (1961) e Noi e loro: cronache di una figlia (1965), poi raccolte in un unico volume in Siamo in famiglia (1974).

Scrittori da (ri)scoprire – Brunella Gasperini

Nel raccontare in modo brillante e spesso ironico le sue vicende quotidiane, alle prese con marito, figli, parenti, amici, cani e gatti, Gasperini traccia un ritratto vivace e veritiero dell’evoluzione in corso in quegli anni nei rapporti familiari e sociali, oltre che del suo sforzo costante per costruirsi un ruolo di donna e scrittrice indipendente.

I fantasmi nel cassetto (1970) racconta senza censure la sua esperienza di giornalista alle prese con le lettere a cui deve rispondere sulle riviste, in cui le donne le affidano spesso confessioni intime, difficili, a volte scottanti, appunto i loro fantasmi. Negli stessi anni ottiene dalla direzione di Annabella la gestione di una seconda rubrica di lettere dedicata espressamente alle ragazze molto giovani, a cui cerca di fornire riposte su tutti quei temi che all’epoca i genitori tendono spesso a evitare per non essere messi in difficoltà: la verginità, i rapporti sessuali, la droga. Su questi temi scrive anche dei manuali per adolescenti.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Il libro di maggior successo di Gasperini è sicuramente Una donna e altri animali (1978), più volte ripubblicato, in cui la scrittrice, attraverso una nuova cronaca familiare, racconta con l’umorismo e la leggerezza che le sono abituali gioie e dolori della sua vita, compresi i numerosi malanni che la condurranno l’anno successivo a una morte precoce: Brunella Gasperini muore infatti a Milano nel 1979, non ancora sessantunenne, per una grave forma di ulcera.

Rizzoli pubblicherà postumi i volumi Così la penso io (1979), una raccolta di editoriali, e Più botte che risposte (1981), una selezione delle lettere ad Annabella pubblicate sul giornale tra il 1954 e il 1978.

Attualmente l'opera di Brunella Gasperini è in fase di ripubblicazione da parte di GAEditori.

LEGGI ANCHE – Scrittori da riscoprire – Cesare Zavattini

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.