Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Sconti in libreria? Porta una pistola

Sconti in libreria? Porta una pistolaNoi tutti, amanti di libri e lettori incalliti, siamo alla costante ricerca di sconti in libreria per poter acquistare quanti più libri possibili cercando di tenere sotto controllo il nostro budget.

Una cosa è certa, però: mai avremmo pensato di portare con noi una pistola per avere uno sconto del 10% da una qualunque libreria. Cioè, magari qualche bibliofilo avrà pensato a una rapina, ma saremmo nell’illegalità, mentre nel caso di cui stiamo per parlarvi è tutto legale.

Siamo, manco a dirlo, in America, precisamente in Texas, dove la libreria Brave New Books sta offrendo il 10% di sconto per acquistare qualsiasi “prodotto da leggere” (che sia un libro, una rivista, o altro) a chiunque entri nel suo negozio con una pistola posseduta legalmente e portata senza nasconderla in nessun modo.

Dicevamo che l’iniziativa è perfettamente legale in Texas, dal momento che consegue l’allentamento delle restrizioni nell’uso e nel possesso delle armi da fuoco, permettendo di portarle in giro liberamente.

La libreria, che è l’unica ad avere in corso un’iniziativa del genere, si descrive come un’azienda «contro la guerra, contro lo Stato e a favore del mercato» e forse non è un caso che i libri più venduti riguardano l’economia, la storia, la politica e, non ultime, le teorie cospirazioniste.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Sconti in libreria? Porta una pistolaJohn Bush (nome omen), responsabile della libreria, ha dichiarato che la Brave New Books apprezza molto le persone che sono in grado di difendersi da sole, occupandosi in prima persona della propria sicurezza, chiosando: «In un mondo in cui stanno accadendo sempre più omicidi di massa, quando contano i secondi, tocca a noi proteggere la nostra comunità».

Non tutte le librerie e non tutti i negozi in Texas, per fortuna, hanno aderito all’iniziativa. Alcuni, come Jeremy Ellis, titolare di Brazos Bookstore a Houston (Texas), ha apertamente condannato l’iniziativa, rilasciando questa dichiarazione a «Melville House»: «Ho sempre creduto che le librerie siano forum di idee, ma comprendo anche che il libro scambio di queste idee possa essere ostacolato (se non impedito del tutto) quando una delle parti possiede un’arma letale. Per questo chiediamo a tutti i nostri clienti di lasciare le loro pistole a casa o in auto quando vengono ad acquistare libri da noi».

In tutta onestà, non possiamo che condividere l’idea di Ellis: le pistole poco si addicono a una libreria e, come già prospettato dal presidente Barack Obama, sarebbe il caso di iniziare ad arginare il dilagante uso delle armi in America. Bisognerebbe, cioè, farlo in modo diretto e concreto, al di là di proclami dettati dall’ultima strage del momento, magari cominciando proprio dal Texas. E potrebbe essere proprio Greg Abbott (governatore dello Stato) a intervenire, magari chiedendo di non legare l’uso delle armi a iniziative che prevedano sconti in libreria.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.