Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Scavi di Pompei, il loro fascino risorgerà questa primavera

Scavi di Pompei, il loro fascino risorgerà questa primaveraIl fascino degli scavi di Pompei ha subito molte incrinature negli ultimi anni, durante i quali si è parlato di uno dei più grandi centri archeologici a cielo aperto del mondo solo per dare conto di nuovi crolli, scioperi selvaggi e continui disservizi. Ma questa volta vogliamo riportarvi una buona notizia, che potrebbe segnare la primavera degli scavi.

 

Pompei, il fascino della storia

Quella di Pompei è una storia senza tempo, che ha sempre esercitato un fascino enorme su visitatori di tutto il mondo. A raccontare le sue origini, che affondano nell’eruzione del 79 d.C., ci ha pensato di recente Alberto Angela nel suo I tre giorni di Pompei: 23-25 ottobre 79 d. C. Ora per ora, la più grande tragedia dell'antichità (edito da Rizzoli) nel quale ha ricostruito la vita di alcuni personaggi realmente esistiti nei giorni immediatamente precedenti la distruzione.

Mentre per coglierne il fascino, reso con la potenza iconografica di una selezione di immagini, basterebbe (oltre a una visita in sede, ovviamente) la consultazione di Pompei. La fotografia di Marina Miraglia e del soprintendente Massimo Osanna (Mondadori Electa), che hanno saputo raccontare «la seconda vita» di Pompei tra il XIX e il XX secolo.

 

Il lento declino e la rinascita degli scavi

È proprio nella consapevolezza dell’immenso carico di storia e prestigio internazionale di cui Pompei è portatrice che si è dato avvio a un progetto per provare a fermare il lento declino degli scavi, ampliamente raccontato sui nostri quotidiani e riassunto in modo puntuale da Francesco Erbani nel suo Pompei, Italia, edito da Feltrinelli.

Avviato nel 2013, il progetto ha previsto tre bandi già prima della fine di quell’anno, con interventi di restauro che hanno interessato la Casa dei Dioscuri, la Casa del Criptoportico, la Casa del Sirico, la Domus dalle Pareti Rosse e la Casa del marinaio, per poi estendersi anche ad altre parti degli scavi.

 

LEGGI ANCHE – Parte il Grande Progetto per salvare gli scavi di Pompei

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

 

Scavi di Pompei, il loro fascino risorgerà questa primaveraLe novità e la primavera di Pompei

È di ieri, inoltre, l’annuncio del sovrintendente Osanna dell’apertura al pubblico, a metà marzo in occasione della mostra Mito e natura, di 5 nuove domus. Si tratta delle case di Giulia Felice (esempio di una lussuosa spa dell’antica Roma), di Ottavio Quartione, di Marco Lucrezio, del Frutteto (con tutti i suoi affreschi) e di Venere in conchiglia (con gli straordinari giardini).

«Saranno aperte a rotazione – ha dichiarato il soprintendente Osanna, durante la presentazione del progetto espositivo Egitto Pompei – perché non possiamo tenerle sempre aperte: si deteriorano. Devono respirare».

 

LEGGI ANCHE – Buone notizie per gli scavi di Ercolano

 

Questo significa che ormai la metà (circa 22 ettari) dell’intero sito sarà visitabile.

Altre, però, sono le iniziative che promettono di portare nuova linfa agli scavi di Pompei, dall’organizzazione di nuovi percorsi tematici all’esposizione di calchi umani mai visti, fino alla mostra Egitto Pompei che, a partire dal 16 aprile, porterà nella Palestra Grande un allestimento di statue in collaborazione con il Museo Egizio di Torino.

In cantiere, annuncia Osanna, «c'è l'idea di un bando internazionale per ristrutturare il vecchio deposito di Maiuri all'interno dei fori per farne il luogo dove accogliere i calchi insieme con gli oggetti che si portavano appresso».

Un insieme sinergico di azioni, dunque, che speriamo possano accompagnare la rinascita del fascino di Pompei già a partire da questa primavera.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.