Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Corso SEC

Corso online di editing

Quattro amici per una storia molto cruda. “Mentre tutto cambia” di Fabio Guarnaccia

Quattro amici per una storia molto cruda. “Mentre tutto cambia” di Fabio GuarnacciaLa linea d’ombra è un romanzo di Joseph Conrad pubblicato all’inizio del secolo scorso e si può di certo annoverare tra i romanzi che non conoscono il tempo che passa inesorabile. Ancora oggi viene proposto nelle scuole e frasi come: «È il privilegio della prima giovinezza di vivere in anticipo sui propri giorni, in quella bella continuità di una speranza che non conosce né pause né introspezione. Una stupidità così totale era quasi interessante. Per lui la vita – questa precaria e dura vita – era un dono prezioso che temeva di perdere», sono entrate nell’immaginario collettivo dei ragazzi che per la prima volta si avvicinano a questo romanzo.

L’età dell’innocenza è per antonomasia quella dell’adolescenza e ci sono tanti autori che su quell’età ci hanno costruito una carriera intera (vedi Ammaniti), altri che parlando di quell’età sono passati alla storia e infine alla leggenda (vedi Salinger), ma alla fine perché c’è tanto interesse verso quel periodo della vita? Probabilmente perché quando viviamo quell’età, viviamo l’ultimo scampolo di sincerità, di spensieratezza e d’invincibilità che poi col tempo perdiamo, ma quando ci fermiamo a ricordare quegli anni, lo facciamo con dolce nostalgia, non dico rimpiangendola, ma ricordandola con piacere.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Fabio Guarnaccia non fa eccezione e lo fa con maestria nel suo terzo romanzo Mentre tutto cambia, uscito per Manni Editoree che per poco non è entrato nei finalisti dell’ultimo Premio Strega.

Quattro amici per una storia molto cruda. “Mentre tutto cambia” di Fabio Guarnaccia

Siamo nell’estate 1989 a Milano, quattro amici trascorrono le loro giornate in una casetta da loro costruita con mezzi di recupero. Le giornate sono scandite tra sigarette, giornali pornografici, bevande alcoliche di dubbia provenienza, discorsi e domande sul loro futuro e la loro amicizia, ma a un certo punto accade qualcosa che cambierà radicalmente tutta la storia.

Un giorno ritrovano nella loro casetta un ragazzo morto di overdose, l’immagine è raccapricciante: il particolare della siringa ancora infilzata nel braccio è un’immagine che difficilmente riescono dimenticare durante tutta l’evoluzione della storia. La spregiudicatezza della loro età li fa discutere sul da farsi, se denunciare il ritrovamento mettendo a repentaglio la segretezza del loro rifugio o disfarsi del cadavere gettandolo coperto da teli e mantenere quindi il segreto soprattutto con i grandi. Al tossico viene anche dato il soprannome di “Troisi” a causa della sua magrezza e il fetore del suo cadavere che va lentamente in decomposizione caratterizzerà un’estate all’insegna dell’amore, dell’amicizia, del tradimento e delle insidie che sono nascoste nelle grandi amicizie che dureranno, poi, tutta la vita.

Fabio Guarnaccia è al suo terzo romanzo e nella vita ha lavorato in televisione, ha fondato la rivista «Link-Idee per la televisione», ha diretto la collana SuperTele per minimum fax e ha anche insegnato comunicazione televisiva all’università Statale di Milano. Dopo i suoi primi due romanzi (Più leggero dell’aria e Una specie di Paradiso) l’attesa per questo romanzo era molto alta perché lo stile dell’autore è molto particolare e a mio parere molto distante da certa letteratura che si vede in giro.

Quattro amici per una storia molto cruda. “Mentre tutto cambia” di Fabio Guarnaccia

Siamo alla fine degli anni Ottanta e quindi ci ritroviamo in un’epoca che è il perfetto spartiacque tra la fine di un decennio caratterizzato dall’ottimismo, dall’edonismo, dall’apparire a tutti i costi e l’inizio di uno nuovo dove si getteranno le basi di tutto quello che stiamo vivendo noi oggi.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il romanzo racconta una storia di amicizia, ma anche di degrado urbano, la descrizione della periferia nord est milanese, i quartieri di Gorla, Precotto, Greco, Lambrate, la Martesana, il Lambro sono tutti elementi che fanno da sfondo all’amicizia dei quattro ragazzi cresciuti in luoghi che al tempo evocavano solamente il senso di desolazione che verrà definitivamente poi superata solo alle soglie del nuovo millennio. La droga fa da contorno per delineare, o meglio per descrivere la situazione dei tossici in quegli anni, dive non era poi così difficile imbattersi in persone che morivano in strada stroncati da overdosi letali.

Una storia dura e cruda per rivivere un’epoca che ha lasciato il segno per sempre.


Per la prima foto, copyright: Siavash su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.