Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Quanto è utile il coming out di Charamsa?

Quanto è utile il coming out di Charamsa?Domandarselo è davvero necessario: è utile il coming out di Charamsa? Sarà possibile modificare l’atteggiamento ufficiale della Chiesa Cattolica Romana verso gli omosessuali e tutto il mondo LGBTQI? Difficile dirlo, e tuttavia le forze in campo paiono propendere per il no.

No, perché Bergoglio e la sua Chiesa sono sempre disponibili a dar lezioni di morale quando da proteggere sono i poveri del mondo, ma quando in campo c’è il diritto ai sacramenti di chi ha scelto di preferire un orientamento sessuale differente, ecco che s’innalzano le barriere dell’omofobia cattolica.

Ora, è evidente che nessuna organizzazione è moralmente perfetta, ma è altrettanto evidente che nella scelta di campo del Vaticano gli omosessuali contano molto meno di tutti gli altri esclusi ed emarginati del globo. Perché? È solo una questione di dottrina, ideologica, o non si cela, dietro questa scelta, la paura che finalmente il sacro vincolo della famiglia eterosessuale con prole venga socialmente ridimensionato?

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete le nostre pubblicazioni

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

I tempi sono cambiati, e con essi la demografia. Le famiglie si sono modificate, ampliate nelle fattispecie e ridotte nel numero dei componenti: ma restano una specie di sacro fondamento dell’unità sociale. Se così è, e così è, diventa allora giusto e opportuno che la scelta religiosa non metta in discussione quella sessuale, e viceversa, perché ne verrebbe compromessa la tenuta della società stessa. Si obietterà che la fede non è una scelta, ma una specie di folgorazione sulla via della redenzione.

E la sessualità non è la stessa cosa? Una specie di folgorazione fisica e affettiva sulla via della redenzione terrena? Forse è proprio in questa somiglianza che sta il piano dello scontro: due vocazioni, quella religiosa e quella sessuale, che si fronteggiano anche se hanno sfere di pertinenza diverse. Una spirituale, l’altra fisica e materiale.

La Chiesa teme l’invasione del terreno nel campo del sacro, probabilmente, e questo spiega perché la sessualità è un argomento bandito con un eccesso di ipocrisia, nascosto come nascoste sono le scelte sessuali dei prelati. Allora, basterà il coming out di Charamsa a muovere qualcosa? Ne dubito, e fortemente.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.4 (5 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.