Interviste scrittori

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Qual è la poesia più breve del mondo?

Qual è la poesia più breve del mondo?Qual è la poesia più breve del mondo? E chi ne è l’autore?

La scorsa settimana ci siamo occupati della poesia italiana più breve, sfatando il mito che si tratti di un’opera di Quasimodo o di Ungaretti.

Per la poesia più corta in assoluto dobbiamo uscire fuori dai confini della nostra letteratura nazionalee guardare agli Stati Uniti. Anche questa è stata scritta negli anni Sessanta, esattamente nel 1965, mentre quella italiana risale al 1966.

È opera di un romanziere, poeta e drammaturgo statunitense, famoso proprio per le sue poesie brevi, pubblicate nel corso di una carriera lunga quasi sessant’anni e raccolte nel 2007 in Complete Minimal Poems. Si tratta di Aram Saroyan, premiato, sempre nel 1965, a soli ventidue anni, dalla National Endowment for the Arts per una poesia composta da una sola parola scritta in modo non convenzionale (o – come sostenuto da alcuni – scritta semplicemente male), cioè «lighght», posta al centro di una pagina bianca.

Ovviamente l’attribuzione del riconoscimento fu oggetto di aspre discussioni, considerata la singolarità della scelta e soprattutto vista l’opera in sé. Ma ancor più discutere fece un’altra poesia di Saroyan, entrata nel Guinnes dei primati per la sua brevità. La poesia in questione è infatti composta da una sola lettera, che però è impossibile scrivere correttamente con la tastiera del pc, si tratta di una “m” scritta però con una zampetta in più. In pratica potrebbe essere resa così:

«nn»

 

cioè usando due “n” attaccate.

Qual è la poesia più breve del mondo?

Secondo alcuni si tratterebbe di un vero e proprio obbrobrio che non può essere considerato poesia, secondo altri – tra cui poeti e affermati critici letterari – si tratterebbe non solo di una vera e propria poesia ma addirittura Saroyan avrebbe dato inizio a un nuovo alfabeto. Altri ancora interpretano l’opera come fosse una forma abbreviata di «I’m», cioè “io sono”, intendendo dunque la prima zampetta come una sorta di rappresentazione di «I», che sta per “io” in inglese.

Comunque, al di là di tutte le discussioni, è accertato che la poesia più breve del mondo è di Aram Saroyan. E voi che ne dite?


Per la prima foto, copyright: Jr Korpa su Unsplash.

Per la seconda foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.