Interviste scrittori

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Qual è la natura dell’amore? Ce lo racconta John Burnside

Qual è la natura dell’amore? Ce lo racconta John Burnside«Un meraviglioso memoir e uno studio rivelatore sulla natura dell’amore», con queste parole il «Guardian» ha definito La natura dell’amore, ultimo romanzo di John Burnside, tradotto da Giuseppina Oneto e pubblicato in Italia da Fazi nella collana Le strade.

Lo scrittore e poeta scozzese è una delle voci più insigni della letteratura contemporanea del Regno Unito. Nato nel 1955 a Dunfermline da un’umile famiglia operaia, il padre era un minatore alcolizzato e violento. Ha vissuto con i genitori prima a Cowdenbeath, poi a Corby, nel distretto dell’acciaio. L’autore ha raccontato il drammatico rapporto con il padre in A lie about my father, opera autobiografica in cui denuncia le violenze subite in casa, che l’hanno indotto all’abuso di alcol e droghe e al ricovero in una clinica psichiatrica. Nel 2000 ha vinto il Whitbread Poetry Award per The Asylum Dance e nel 2008 il The Cholmondeley Award, uno dei più importanti premi di poesia del Regno Unito. Ha scritto numerosi racconti e romanzi. Insegna scrittura creativa all’Università di St Andrews, vive in Scozia con moglie e figli.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

In La natura dell’amore, Burnside riflette sul significato dell’amore attraverso le esperienze personali. Un libro autobiografico e ricco di introspezioni, digressioni, accompagnate dalla musica che ha fatto da colonna sonora alla sua tormentata vita. Egli stesso ha confessato che nei momenti più bui della propria esistenza la musica ha rappresentato un motivo per il quale valesse la pena restare al mondo.

Il suo primo amore è Madeleine, la cugina più grande di dieci anni che ogni sabato andava a trovare la madre. Il piccolo John le osservava mentre chiacchieravano, affascinato dalle sue dita affusolate e dallo smalto rosso ciliegia o azzurro polvere.

Il suo primo batticuore gli fece capire che i testi delle canzoni d’amore che passavano alla radio avevano un significato. Quando a casa della cugina ascolta I Put a Spell on You nella versione di Nina Simone, si rende conto di non aver sentito mai nulla di più bello. Nel frattempo il padre accetta un lavoro nell’acciaieria di Corby, la “New Town”, costruita a seguito del New Towns Act del 1946. Il trasferimento a sud pose fine alle visite di Madeleine. Tuttavia, quel primo amore, così forte e travolgente, non lo abbandonerà mai. Ogni donna che incontrerà non sarà altro che un suo riflesso.

Qual è la natura dell’amore? Ce lo racconta John Burnside

LEGGI ANCHE – Armando Massarenti, metti l'amore (e la Conoscenza) sopra ogni cosa

 

A vent’anni incontra Christine, per la quale ha un vero e proprio colpo di fulmine. La desidera profondamente ma decide di fuggire da lei senza una valida ragione. Anni dopo, interrogandosi sul perché del suo comportamento, capisce che a bloccarlo era stata la paura di trasformarsi in una coppia, come i propri genitori. Christine rappresenta il simbolo di una felicità irraggiungibile, quindi perfetta. È lo stesso John a tenerla a distanza.

Figura dominante nella sua vita è la madre, una donna devota al marito tiranno e schiava delle convenzioni della Chiesa. Dopo la morte ne comprese i comportamenti, che prima considerava inspiegabili.

Lo scrittore ripercorre la sua vita dall’inizio, fermandosi a ricordare gli episodi più significativi impressi nella sua memoria. Il lettore è proiettato indietro nel tempo, entrando a contatto con gli aspetti culturali che hanno influenzato l’autore: il jazz, la musica rock, i paesaggi invernali del nord della Norvegia fino ai viaggi con LSD a Cambridge.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Le esperienze vissute lo hanno plasmato nel profondo e segnato, come il periodo nella clinica psichiatrica, in cui aveva difficoltà a riconoscere cosa è reale e cosa inventato.

Un libro autentico in cui Burnside mette a nudo la sua anima, emozionandoci pagina dopo pagina fino a farci commuovere. Una riflessione sull’amore e sull’esistenza umana, scritto con un linguaggio a tratti poetico.

Qual è la natura dell’amore? Ce lo racconta John Burnside

La frase conclusiva riassume il suo pensiero:

«Ci rincontreremo. Ci rincontreremo sempre, e ancora e ancora e ancora. Ma non come l’idea che avevamo di noi».

 

La natura dell’amore è un libro impegnativo che inevitabilmente induce il lettore a scavare nella propria memoria, elaborando un pensiero personale sulle molteplici forme d’amore.


Per la prima foto, copyright: Anete Lusina.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.