Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Qual è “La distanza del cielo”?

Qual è “La distanza del cielo”?Qual è La distanza del cielo (Fernandel, 2021)? Se lo domanda Federico Platania in questo libro molto particolare, un po’ romanzo e un po’ “atlante beckettiano”, come viene definito dal sottotitolo: la frase, infatti, è riconducibile alla vita del grande scrittore e drammaturgo irlandese Samuel Beckett (1906-1989).

La scena si apre direttamente a Cooldrinagh, la casa di Foxrock (un sobborgo di Dublino) dove Beckett nacque e trascorse gli anni della sua infanzia, sviluppando un complesso rapporto con la madre: Federico Pacifici, il protagonista e trasparente alter ego dell’autore, ha ottenuto grazie a un amico docente universitario la possibilità di visitarla, spinto da quella sviscerata passione personale che gli ha fatto creare il primo sito web italiano dedicato interamente alla vita e alle opere di Beckett. Dovrebbe anche tenere una conferenza nella locale università, ma una telefonata lo costringe a tornare in gran fretta in Italia, per apprendere alcune novità su una tragica vicenda personale che anni prima ha sconvolto la sua vita: la misteriosa scomparsa dell’unica figlia, di cui non ha più avuto notizie e che ormai si è rassegnato a considerare perduta per sempre. Questa perdita ha ovviamente condizionato in modo pesante tutta la vita affettiva di Pacifici.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

Qual è “La distanza del cielo”?

Il libro si sviluppa quindi in parallelo: da un lato Pacifici, ricostruendo le tappe fondamentali del suo approccio a Beckett e della passione che coltiva per lui, racconta anche la propria vita personale, fatta di poche gioie e di grandi lutti, dall’altro offre al lettore un’insolita e affascinante biografia dello scrittore, una delle grandi figure del Novecento letterario europeo e vincitore del Premio Nobel per la letteratura nel 1969. Sebbene la sua fama sia dovuta più che altro ai lavori teatrali, come Aspettando Godot e Giorni felici, che sono stati rappresentati sui palcoscenici di tutto il mondo, nella sua intensa vita Beckett è stato anche poeta, romanziere, saggista e si è occupato saltuariamente di cinema e televisione. La trilogia scritta al principio degli anni Cinquanta, Molloy, Malone muore e L’innominabile, è considerata uno dei punti più alti della narrativa della seconda metà del Novecento, per quanto in queste opere Beckett metta in atto una sorta di dissoluzione del romanzo classico.

Qual è “La distanza del cielo”?

Per contrasto, Pacifici è uno scrittore frustrato, che si è illuso di aver raggiunto il successo pubblicando un romanzo con una grande casa editrice, ma si è ben presto trovato di fronte alla cruda realtà del mercato editoriale, in cui nemmeno questo può essere sufficiente per affermarsi, vista la mole di autori presenti nei cataloghi dei maggiori editori, che non sono in grado di assicurare a tutti un’adeguata diffusione e quindi un possibile successo. Utilizza perciò il proprio talento narrativo per campare scrivendo libri su commissione, mentre la passione per Beckett lo ha reso, quasi suo malgrado, un esperto riconosciuto e finisce per procurargli le soddisfazioni che non è riuscito a ottenere attraverso le opere letterarie.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

La distanza del cielo è quindi un libro insolito, in cui si fondono biografia e fiction, suscitando nel lettore il desiderio di comprendere quanto di ciò che legge sia reale e quanto inventato dalla fantasia di Federico Platania, e forse facendo anche germogliare il desiderio di approfondire la propria conoscenza personale delle opere del grande Samuel Beckett.


Per la prima foto, copyright: Diego PH su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.