Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Perché andare all’aria aperta può migliorare la tua scrittura

Perché andare all’aria aperta può migliorare la tua scritturaL’ambientazione di una storia viene spesso trascurata quando si descrive una scena. Tutti noi vogliamo saltare direttamente al successivo colpo di scena e soffermarci sul paesaggio potrebbe sembrare solo una perdita di tempo che finirebbe con l’annoiare i lettori.

Niente di più sbagliato in realtà.

Per trasportare i lettori in una scena, abbiamo senz’altro bisogno di dedicare il giusto spazio all’ambientazione affinché dimentichino di stare leggendo e facciano quasi esperienza diretta di quello che i nostri personaggi stanno vivendo.

Per raggiungere tale livello può essere sufficiente lasciarsi guidare dalla propria immaginazione. In alcuni casi però questo non basta e allora bisogna uscire fuori dal proprio studio ed entrare in contatto diretto con la natura.

Per farlo basta uscire all’aria aperta. O meglio questo è il primo passo, ma noi ti consigliamo tre cose da fare una volta che sarai fuori dal tuo studio o comunque dal luogo in cui scrivi.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Partiamo dal presupposto che sei fuori. Cosa accade? Tutti siamo costantemente circondati da qualcosa che può esserci utile per ambientare una storia, ma spesso lo ignoriamo presi dall’ansia di passare oltre.

Presta attenzione a ciò che ti circonda. Immergiti nelle tue esperienze, e sarai in grado di richiamarle alla memoria in seguito. Ecco allora tre aspetti su cui concentrarti quando sei fuori.

 

1. I tuoi sensi

Perché andare all’aria aperta può migliorare la tua scrittura

Dovresti già sapere che usare tutti e cinque i sensi è importante per migliorare la tua scrittura. Ma può essere difficile cogliere nel dettaglio cosa si vuole dire.

Poniamo il caso che stai osservando un tramonto. Lo trovi sicuramente meraviglioso e con molta facilità riusciresti a descriverne i colori. Prova però ad andare più in profondità.

Chiudi gli occhi. Puoi sentire qualche rumore in mezzo a un bosco anche a distanza? Sono gli uccelli che cantano? Il traffico? La donna che sta portando a passeggio il suo cane? E in quest’ultimo caso, è chiusa nel suo cappotto per il freddo oppure si sta facendo aria con le mani per il troppo caldo? È attenta al cane o invece si sta facendo distrarre dal paesaggio? Che odore ha l’aria? E com’è il terreno?

Fai attenzione a tutto ciò che è meno ovvio e riuscirai così a trasportare il lettore dentro la scena.

 

Ricorda: non devi usare tutti e cinque i sensi in ogni descrizione. Seleziona i sensi più utili per quella determinata scena.

Suggerimento: cerca di osservare la stessa ambientazione in diversi momenti della giornata o, se possibile, in stagioni diverse.

***

2. Similitudini e metafore

Perché andare all’aria aperta può migliorare la tua scrittura

Similitudini e metafore migliorano la tua prosa e permettono al lettore di comprendere meglio l’ambientazione, compenetrandosi ulteriormente al suo interno. Inoltre ti consentono di rafforzare la descrizione di un personaggio e la trama nel suo insieme, di stabilire il mood e il tono, e possono aiutarti a ridurre descrizioni troppo prolisse.

Quando osservi ciò che ti circonda, non soffermarti solo sui dettagli che colpiscono i sensi, ma pensa anche a fare dei paragoni.

Ad esempio, mettiamo il caso che ti trovi davanti a un mucchio di neve che si sta già sciogliendo e che somiglia al cappello dei Puffi. Ecco, come vedi, in questo caso non abbiamo descritto la forma e la curvatura di questo particolare mucchio di neve per restituirti la sua immagine.

Ritorniamo al tramonto che, come avrai notato, è giallo e rosso. E se ti limiti a dire questo sarai di certo nel giusto, ma sarai anche noioso agli occhi del lettore. Cosa ti ricordano quei colori? In che modo puoi collegarli alla tua storia? Cerca un’immagine che possa svolgere questa duplice funzione. E soprattutto cerca di andare oltre i cliché. Sii creativo.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

3. Spia

Perché andare all’aria aperta può migliorare la tua scrittura

Non sempre vogliamo/dobbiamo scrivere qualcosa che abbia a che vedere con la natura. In altre circostanze tu o i tuoi personaggi potreste avere voglia di un ambiente urbano, e allora presta attenzione alle persone che ti circondano. Sì, il consiglio è proprio di spiarle.

Qualunque cosa tu stia facendo, cerca sempre di osservare le persone che ti circondano. Cosa fanno? Come camminano? Parlano con qualcuno? Cosa dicono? Da un frammento di conversazione potresti trarre l’idea per un intero capitolo o per migliorare un dialogo.

LEGGI ANCHE – Tutte le Lezioni di scrittura creativa

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.