Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Parole a confine – Festival letterario e oltre

Parole a confineParole a confine: un nome di grande suggestione quello scelto per il Festival inaugurato il 6 aprile e che si protrarrà fino al 20 di questo mese in tre comuni del vicentino (Caltrano, Carrè e Chiuppano); un nome che racchiude in sé il fascino dell’ibridazione dei generi, intesa come comunicazione, come ponte per riunire e non come frontiera di divisione o, peggio ancora, di conquista. Una finalità che sembra rivivere in tutte le scelte programmatiche degli organizzatori, anche nell’individuazione delle location dei vari eventi, che si alterneranno in una Sala Cinema, un Auditorium, un Centro Culturale e due Scuole Elementari, volendo rappresentare emblematicamente la contaminazione culturale che è la cifra di un Festival che, puntando sul cinema, sulla letteratura e sulla musica, ha sposato l’idea dell’importanza della cultura fin dalla più tenera età, sostenendo, al contempo, la necessità della comunicazione intergenerazionale.

Sponsorizzato, tra gli altri, dalla Coop Veneto, dalla Banca Popolare di Vicenza e da Unicredit, Parole a confine propone un programma che rispecchia gli intenti e le premesse: dall’attrice Lella Costa, che il 9 aprile ha recitato le opere di alcune delle più importanti poetesse del Novecento, ad Ale Giorgini che ha esibito i suoi fumetti e a Piersandro Pallavicini, che l’11 aprile ha presentato la sua ultima fatica Un romanzo per signora, fino ai concerti di Pacifico e Niccolò Fabi, che si terranno rispettivamente il 13 e il 20 aprile, e alle presentazioni dei romanzi di Francesco Targhetta (Così veniamo bene nelle fotografie, 17 aprile) e Helene Gestern (Loro due in quella foto, 19 aprile). Non manca di certo l’attenzione per i più piccoli, con un programma ad hocSulle orme del lupo, seguendo Cappuccetto Rosso.

Quindici giorni all’insegna della cultura come luogo di confine, in grado di attivare relazioni tra le arti e le generazioni.

Nessun voto finora

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.