Corso online di editing

Diffondi libro

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Otto vicende editoriali del Novecento. “Numeri uno” di Gabriele Sabatini

Otto vicende editoriali del Novecento. “Numeri uno” di Gabriele SabatiniGabriele Sabatini, giovane editor della casa editrice Carocci, redattore della rivista letteraria online «Flanerì» e studioso della storia della letteratura italiana, in questa sua seconda opera, Numeri uno (minimux fax), ricostruisce otto vicende editoriali italiane fra gli anni Quaranta e Cinquanta.

Otto storie, otto primi titoli di otto collane storiche, titoli e autori divenuti nel frattempo grandi classici, e testimoni fondamentali di un periodo di transizione nella letteratura italiana. Buzzati, Pavese, Ginzburg, Morante, Lucentini, de Céspedes, Parise e Cassola, con la sola eccezione di Alba de Céspedes, sono tuttora presenti nelle librerie, e i loro lavori sono imprescindibili quando si cerca di inquadrare tutto quello che è stato scritto dopo. Tuttavia questi autori non componevano solo romanzi, alcuni di loro lavoravano anche alle dirette dipendenze delle case editrici, altri invece svolgevano attività attinenti come traduttori o consulenti. Perché scrivere non era sufficiente per mantenersi, se non si disponeva di altre fonti di reddito.

La nascita e il ruolo delle collane è un tema molto interessante, perché queste ultime rappresentano uno strumento fondamentale di orientamento e di fidelizzazione del pubblico, oggi persino più di ieri. Non per caso anche questo libro fa parte di una, intitolata Filigrana, che la casa editrice minimum fax dedica alla scrittura. Le collane sono viste dalla prospettiva di un singolo libro che fa loro da cornice, e i nomi che se ne occuparono oggi riscuotono consenso e ammirazione, pur non negando i loro errori e le loro debolezze.

Otto vicende editoriali del Novecento. “Numeri uno” di Gabriele Sabatini

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

In Numeri uno Gabriele Sabatini ricostruisce una dietro l'altra le storie di collane che oggi sono considerate colonne portanti dell'editoria, mettendo al centro vicende umane con tutti i loro aspetti che vanno dal grottesco al sentimentale, non trascurando neppure le questioni economiche e finanziarie che in quegli anni erano particolarmente stringenti. Dietro le quinte dei libri si stagliano editori e autori in carne e ossa, con le loro virtù e le immancabili debolezze, un crogiolo di affinità e scontri, amicizie e amori, fedeltà e tradimenti. Non mancano poi curiosi dettagli sulla genesi di alcuni romanzi, sotto quest'aspetto è particolarmente avvincente il resoconto dei metodi adoperati da Elsa Morante per Menzogna e sortilegio.

«Tra le pagine di questo libro sono raccontati anche una serie di esperimenti editoriali che, sotto forma di collane, hanno lasciato una traccia evidente nella storia di alcuni editori nonostante la non lunga durata (come nel caso della Biblioteca di letteratura Feltrinelli, attiva solo dal 1958 al 1963, nella quale esce Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa; o in quello dei Gettoni Einaudi, che rappresentano un soggetto di studio per qualsiasi corso di editoria, ma esauriscono gli scatti in otto anni)...»

Otto vicende editoriali del Novecento. “Numeri uno” di Gabriele Sabatini

Gabriele Sabatini offre anche lunghi stralci dalle lettere scambiate tra scrittori e editori: si delinea un mondo scomparso di cui provare un pizzico di nostalgia, per i rapporti diretti e per l'alto grado di coinvolgimento, resi possibili dal contesto caratterizzato da piccoli numeri. Nell'editoria di oggi non sarebbero certamente fattibili, con i numeri di pubblicazioni da capogiro.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Le presentazioni delle singole opere, tutte prime di una nuova collana di Einaudi o di Mondadori, Feltrinelli, Garzanti, non si limitano però a fedeli ricostruzioni delle circostanze che le hanno portate alla stampa. L'autore le arricchisce anche di incisi di critica letteraria non accademica, mai didascalica, esercitata da figure dello spessore di Emilio Cecchi, Giacomo Debenedetti o Eugenio Montale.


Per la prima foto, copyright: Lilly Rum su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.