Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Diffondi libro

Notte dei senza dimora e Giornata mondiale contro la povertà

Notte dei senza dimora, Giornata mondiale contro la povertàPotrebbe essere la risposta italiana intelligente alla notte di Halloween, ma in realtà non lo è. Perché scendere tutti in strada, di notte, allora? Dicono: per dire “no” alla miseria. Perché di notte? Semplice, dicono, per provare a sensibilizzare la cittadinanza sulle condizioni di vita di coloro che sono costretti a vivere per strada, muovendosi tra volontariato, menefreghismo e povertà vera.

L’evento, come spesso capita, parte dalle grandi città, dove homeless, clochard, senza dimora, e spesso senza identità e senza voce, stando alle statistiche, sono sempre più numerosi. È partita Milano, 14 anni fa, e poi a ruota si sono aggiunte Padova, Lonigo, Rovigo, Vicenza, Arzignano, Bassano, Schio, Valdagno, Forlì, Trento, Como, Foggia e Treviso, così, in ordine sparso. Un evento organizzato da associazioni di volontariato locali, pensato inizialmente per celebrare la Giornata mondiale contro la povertà, che si tiene ogni 17 ottobre. Quest'anno cade di giovedì e, quindi, in molte città la Notte si tiene sabato 19, in altre (Treviso e Forlì) si è tenuta sabato scorso, mentre Foggia ha spostato il tutto al 26 ottobre.

Cosa succede nella Notte dei senza dimora? A Milano, ad esempio, tutto inizia con una biciclettata, verso le 17, che dal dormitorio di viale Ortles arriverà in piazza Santo Stefano, dove ci saranno i banchetti delle tantissime associazioni che l'hanno organizzata. In piazza, ci sarà un laboratorio di maglia e uncinetto per realizzare sciarpe e cappelli da donare ai senza dimora e poi, la sera, ci sarà una cena che vedrà sedute, fianco a fianco, persone con e senza dimora. Ogni città si organizza a modo suo, con un contorno musica, artisti di strada, messaggi e testimonianze. Ovunque, la manifestazione avrà il suo momento clou nella dormita all'aperto. Ma qui finisce la poesia e cominciano a emergere i dolori. Quelli un po’ tipici, vien da dire, di tutte queste cose.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Basta dare un’occhiata al sito www.lanottedeisenzadimora.it. È il sito “ufficiale” dell’evento nella città di Roma, e seppur a ridosso della giornata, non lesina certo nel descrivere le cosiddette criticità. «Tutto sembra perfetto: dopo mesi di lavoro gratuito per costruire una società migliore sulla base della cooperazione disinteressata sembra quasi di aver raggiunto l’obiettivo. La piazza è piena, la gente si avvina… la miseria si allontana. Poi scocca la mezzanotte. Non ci sono campane a indicarci il momento esatto con i loro dodici rintocchi, ma la mezzanotte arriva e recide il filo che teneva unita ogni cosa. L’entusiasmo è il primo a cadere risucchiato indietro da una stanchezza torbida».

Magari sarà che le aspettative sono sempre troppo alte, fatto sta che quanto è accaduto nelle scorse edizioni, quest’anno sembra aver demoralizzato i protagonisti ancor prima di iniziare. «Così la spettacolarizzazione dell’evento sociale, la sabatizzazione dell’appuntamento etico, la mediatizzazione del volontariato assorbono tutta l’energia e l’obiettivo primo (dormire in piazza per informare, denunciare e condividere) non viene realizzato».

Così quest’anno, quantomeno a Roma, solo «alla fine della giornata del 17, chi vorrà, si cercherà un posto per dormire tra chi dimora per strada ogni notte. È un ritorno alle origini – spiegano sul sito –. Un’azione libera da ogni retorica della necessità comunicativa». Un po’ la riscoperta del vecchio adagio “meglio pochi ma buoni” che la demagogia e la moda dei “mi piace”, ultimamente, va un po’ offuscando.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.