Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Letteratura ergodica: il futuro è già passato?

Mark Z. DanielewskiCorreva l’anno 1997, quando Espen J. Aarseth coniava, nel suo volume Cybertext: Perspectives on Ergodic Literature, l’espressione “letteratura ergodica”. Con essa si voleva intendere tutta quella letteratura che richiedeva uno “sforzo” in più al lettore, come tradito dall’etimologia.

Nel corso degli anni, attraverso la frequente intersezione con la letteratura combinatoria, sono stati definiti “ergodici” gli autori e i testi più svariati, da Marc Saporta con il suo Composizione n. 1, pubblicato in Italia da Lerici nel lontano 1962, nel quale il lettore viene invitato a “mescolare” le pagine e leggerle nell’ordine che preferisce, a La vita istruzioni per l’uso di Georges Perec, da Queneau con i suoi cento mila miliardi di poesie ai piccoli “divertimenti” di Paolo Albani.

 

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

 

Ma il caso più noto è con tutta probabilità quello di Mark Z. Danielewski, scrittore statunitense, classe ‘66, autore, tra gli altri, di Casa di foglie (House of Leaves), uscito nel 2000 negli USA e nel 2005 nel nostro Paese, per Mondadori, e Only Revolutions, datato 2006. In entrambi i casi, ci si trova di fronte a chiarissimi esempi di letteratura ergodica. Il primo dei due romanzi si caratterizza, oltre che per le tante voci narranti in campo (elemento a dir la verità non infrequente nella letteratura del Novecento, di genere e non), soprattutto per un’impaginazione particolarissima, che vede pagine bianche o contenenti una sola parola, a pagine fittissime, ricche di note, con box e “inserti” dei più diversi. Più tradizionalista, se è lecito usare questo termine, Only Revolutions, in cui, “semplicemente” si raccontano due storie, in parallelo, e ciascuna delle due narrazioni segue un verso di stampa: capovolgendo il libro, si cambia storia.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.