Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Le lezioni di vita di un gatto speciale

Le lezioni di vita di un gatto specialeIo e Rhett (Sperling&Kupfer, 2022) è l’ultimo libro di Chiara Moscardelli, che dopo essersi dedicata per qualche tempo al thriller, ma caratterizzato da una forte impronta umoristica, come nei due romanzi dedicati al personaggio di Teresa Papaveroe nel più recente La ragazza che cancellava i ricordi (Einaudi, 2022), torna alle origini della sua narrativa e ci presenta una nuova storia strettamente autobiografica.

Siamo nel gennaio 2020 quando Chiara, protagonista e narratrice in prima persona, si ritrova improvvisamente in casa il gatto Rhett, un micione di otto anni che ha perso il suo padrone ed è in cerca di una nuova sistemazione. Quella con Chiara dovrebbe essere solo temporanea, almeno nelle intenzioni di lei, che sta attraversando un periodo di grandi cambiamenti: ha infatti appena deciso di licenziarsi dal lavoro per aprire una partita IVA e proseguire da indipendente la sua attività nel mondo editoriale. Non ha però fatto i conti con una preoccupante novità in arrivo, vale a dire lo scoppio della pandemia di Covid 19, che la obbliga a chiudersi in casa in attesa di tempi migliori.

Vivere il periodo di lockdown insieme al gatto Rhett cambia però rapidamente il suo modo di affrontare il mondo, a partire dal fatto che non è più libera di gestire la propria solitudine, ma è costretta ad occuparsi dell’inatteso compagno, che diventa il suo confidente e si rivela ben presto dotato di una sorprendente saggezza che lo porta a dispensarle molti consigli.

Ed è grazie alla presenza di questo gatto parlante, che però solo lei è in grado di comprendere, che Chiara impara a gestire meglio la sua vita, trovando l’energia necessaria per trovare lavoro in un momento così difficile, per accettare di buttarsi in nuove esperienze, come la partecipazione a trasmissioni televisive, e persino per evitare di cadere nelle ricorrenti complicazioni sentimentali di cui era sempre stata costellata la sua vita precedente.

Non mancano, naturalmente, episodi esilaranti raccontati in puro stile Moscardelli, come ben sanno i lettori che hanno apprezzato il filone autobiografico e sentimentale, ma carico di una fortissima autoironia, dei suoi primi romanzi, a partire da Volevo essere una gatta morta (Einaudi, 2011 – Giunti, 2016).

Le lezioni di vita di un gatto speciale

Gli amanti e possessori di gatti apprezzeranno soprattutto le pagine che descrivono il particolare rapporto tra Chiara e il suo felino, nato in modo del tutto occasionale ma divenuto presto centrale nella vita della scrittrice. Come un nuovo Grillo Parlante, Rhett insegna alla sua padrona a modificare la propria visione del mondo e a comprendere meglio quali sono le vere priorità, ma soprattutto ad accettare quanto di buono ha in sé la vita presente, smettendo di preoccuparsi per un passato che non può essere comunque rivissuto e per un futuro che andrà affrontato con maggiore serenità.

Io e Rhett riesce ad affrontare in modo leggero alcuni temi impegnativi, legati soprattutto alla vita delle donne: se il tempo trascorre in ogni caso per tutti, sono però le donne a ricevere più degli uomini segnali precisi e inequivocabili dei cambiamenti fisici e psicologici legati all’invecchiamento, e sono i loro corpi a denunciarli in modo più netto nel momento della menopausa. Alle donne che stanno vivendo, o che si apprestano a vivere questa fase delicata della vita, che ne temono gli irreversibili cambiamenti o non si rassegnano ad accettarli, non si può che consigliare la lettura di Io e Rhett e di quanto Chiara Moscardelli abbia imparato dal suo magnifico e saggio gatto.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.