Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

“Le balene mangiano da sole”, il nuovo romanzo di Rosario Pellecchia

“Le balene mangiano da sole”, il nuovo romanzo di Rosario PellecchiaA volte capita e l’ho detto molte volte su queste pagine, che se lavori in radio, nel cinema, nella musica, non sta scritto da nessuna parte che la tua professione si debba limitare al tuo campo principale. Negli ultimi anni sono tanti i registi, musicisti, comici che hanno dato alle stampe le loro opere prime nel mondo della letteratura e c’è anche chi, invece, ha scritto più di un romanzo e abbia avuto la fortuna e il caso che questa nuova veste abbia riscontrato i favori del pubblico, tanto da farne quasi una seconda professione.  

Certo ci sono persone che sono state costrette ad accettare, a farsi piacere un lavoro che non era nelle proprie corde, ma che permette di pagare mutui, bollette, affitti, insomma permette di vivere. Che tu faccia un lavoro creativo oppure un lavoro alienante, la scrittura, la voglia di raccontare, il desiderio di dire la tua è qualcosa che, se dentro di te, prima o poi uscirà. Non è detto e non è obbligatorio diventare dei nuovi Eco, ma se la passione per la scrittura è forte, nulla impedirà all’uomo di scrivere, di sognare, di costruire mondi nuovi.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Abbiamo visto che ultimamente molti speaker sono stati delle vere sorprese. Non parlo di Fabio Volo perché dovrei aprire un capitolo intero, ma penso a Federico Russo (Radio Deejay) che con il suo Ci si mette una vita aveva incontrato i favori di autori come Marco Missiroli. Linus (sempre di Radio Deejay) Stefano Piccirillo (Radio Kiss Kiss), Marco Baldini (NSL Radio) e infine c’è Rosario Pellecchia (Radio 105) che ha esordito nel mondo della letteratura circa due anni fa con Solo per vederti felice (Mondadori Editore) e oggi, invece parliamo del suo nuovo libro Le balene mangiano da sole (Feltrinelli Editore).

“Le balene mangiano da sole”, il nuovo romanzo di Rosario Pellecchia

Gennaro di Nola, detto Genny, si è trasferito da Napoli a Milano e, trovando una situazione difficile dal punto di vista lavorativo, decide di intraprendere una “carriera” come rider, d’altronde è la moda del momento e il lavoro non manca di certo. Le sue giornate sono scandite dalle varie consegne che si succedono, sempre insieme alla sua bicicletta e alla musica nelle cuffie. Per sfuggire, o meglio per tentare di fuggire dalla noia quotidiana, Genny s’inventa una sorta di gioco: indovinare che tipo di persona può essere quella che gli aprirà la porta per ricevere il cibo ordinato. Osservare cosa ordinano, osservare dallo zerbino i loro movimenti, i loro volti, le loro azioni è una tentazione irresistibile per tracciare il profilo che si era immaginato. Un giorno bussa a una porta e gli apre un bambino solo, la madre è uscita e il padre è sparito nel nulla, scatta qualcosa di magico, Genny nasconde un dolore e lo rivede negli occhi del bambino e tra loro nascerà un’amicizia speciale che li farà andare incontro al loro destino.

Ancora una volta Rosario Pellecchia centra l’obiettivo e ci dona un libro fresco e divertente che dà ottimi sunti di riflessione. Da buon osservatore della vita, ambienta la storia nel mondo del delivery che in una città grande come Milano ha spopolato ma è stato anche al centro di diverse critiche.

“Le balene mangiano da sole”, il nuovo romanzo di Rosario Pellecchia

La tematica principale del romanzo è l’amicizia (tra Genny e il bambino Luca), la diffidenza (della madre del bambino), il dolore che spesso dobbiamo nascondere, portare dentro fino a farci divorare e infine il viaggio come metafora salvifica e risolutiva, tutte affrontate con grande eleganza e mischiandole con elementi che strappano un sorriso (pizze strane, paste e fagioli assurde).

La grande capacità di Pellecchia, di cui aveva già dato prova nel romanzo precedente, è quella di delineare e descrivere personaggi e situazioni che, pagina dopo pagina, pare sembrino reali e non il frutto della sua immaginazione.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Verso la fine del romanzo, il pathos aumenta e la storia prende un’altra direzione perché da Milano ci si sposta a Napoli e non per vedere una semplice partita della squadra partenopea ma LA PARTITA e in quest’ultima parte il tono del libro, fino a quel moneto scanzonato, diventa intenso, diventa estremo.

Si ride, come solo l’autore riesce a fare durante le sue puntate in radio, si piange, si riflette, un romanzo dalle mille anime che lascerà un po’l’amaro in bocca alla fine perché Genny e Luca, a quel punto, li sentiremo come amici che non vorremmo mai lasciare.


Per la prima foto, copyright: Phoebe Dill su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.