Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

“La settima luna”, con Piergiorgio Pulixi tra Sardegna e Lombardia

“La settima luna”, con Piergiorgio Pulixi tra Sardegna e LombardiaLa settima luna (Rizzoli, 2022) è il nuovo noir con cui Piergiorgio Pulixi prosegue sulla strada intrapresa un anno e mezzo fa con Un colpo al cuore (Rizzoli, 2021), romanzo in cui ha fatto incontrare e interagire personaggi che erano stati protagonisti di libri precedenti: il criminologo Vito Strega, residente a Milano, e le ispettrici Mara Rais ed Eva Croce, in forze alla Questura di Cagliari. Dopo aver apprezzato il talento investigativo delle due donne, Strega le vuole con sé in una nuova struttura appena ideata per seguire i crimini seriali, ma proprio mentre si trova con loro in un lussuoso resort nell’interno della Sardegna per festeggiare l’inizio di questa nuova avventura, viene richiamato con urgenza a Milano per occuparsi di uno spaventoso delitto.

Il corpo di una ragazza, di cui era stata denunciata appena pochi giorni prima la scomparsa dalla sua casa di Garlasco, in provincia di Pavia, è stato ritrovato sulle rive del fiume Ticino, in una zona impervia e selvaggia, coperta di boschi spontanei in cui sono ben pochi ad avventurarsi.

Ciò che colpisce profondamente i poliziotti è il modo in cui il cadavere è stato fatto trovare sul greto del fiume, con le mani legate dietro la schiena e il volto coperto da una maschera bovina, esattamente come era accaduto in passato per una serie di delitti verificatisi in Sardegna a opera di un maniaco. Ma quale legame può esserci tra un fanatico dei riti ancestrali sardi e un ipotetico assassino che vive nella bassa campagna lombarda, in un territorio a sud di Pavia?

Strega, Rais e Croce si trovano quindi a lavorare insieme all’ispettrice Clara Pontecorvo della polizia locale per fare luce sulla vita della vittima, in apparenza priva di ombre, alla ricerca di un assassino quantomai sfuggente: tutti i possibili riscontri e moventi che potrebbero indurli a sospettare di qualche persona appartenente alla famiglia della ragazza o alla sua cerchia di relazioni si scontrano implacabilmente con la scena del delitto, così incongrua e inspiegabile. Ma se l’assassino avesse voluto lanciare un messaggio proprio a loro, il grande criminologo e le due ispettrici assurte in precedenza agli onori della cronaca proprio per aver risolto un delitto rituale?

“La settima luna”, con Piergiorgio Pulixi tra Sardegna e Lombardia

Con La settima luna Piergiorgio Pulixi, trasferitosi da tempo a Milano, lascia da parte lo scenario sardo dei precedenti romanzi dedicati al duo Rais/Croce e ci racconta un territorio lombardo insolito e poco conosciuto, che si sviluppa sulle due sponde del fiume Ticino tra campi coltivati, risaie, allevamenti di bestiame e foreste spontanee, scarsamente battute dall’uomo se non nel periodo della caccia, quindi possibile luogo ideale per azioni criminose.

Lo scrittore riesce a far immergere perfettamente i suoi lettori in uno scenario inquietante, senza dimenticare qualche riferimento al vero delitto che, circa quindici anni fa, portò il nome di Garlasco su tutti i media nazionali, a ricordarci che gli assassini possono essere sempre tra noi, e che il delitto più insolito ed efferato può essere commesso anche in un anonimo e apparentemente tranquillo paese di provincia.

“La settima luna”, con Piergiorgio Pulixi tra Sardegna e Lombardia

Come in tutti i romanzi seriali, alla ricerca dell’autore del delitto e dei suoi moventi si accompagna qualche digressione sulle vite private dei protagonisti, tutti abbondantemente segnati da un passato difficile che rischia d’influire sulle loro scelte presenti: questo dopo qualche volume può a volte risultare un po’ ripetitivo e stucchevole, ma per molti lettori la serialità dei personaggi da ritrovare a ogni nuovo volume costituisce senza dubbio un pregio e non un difetto, e così sarà senz’altro anche per La settima luna.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.