Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso SEC

Corso online di editing

Conoscere l'editing

“La ragazza del libro dei fuochi” di Jane Borodale

La ragazza del libro dei fuochiAgnes Trussel, nata e cresciuta in un paesino isolato dell'Inghilterra settecentesca, si trova incinta dopo un rapporto fugace con un compaesano che disprezza e nella necessità di voler scappare anche per nascondere ai genitori, puritani e bigotti, il fattaccio: troverà l'occasione con il lascito involontario di una vicina di casa morta, andando a Londra e trovandosi a lavorare per l'enigmatico John Blacklock, artigiano pirotecnico, dietro agli spettacoli con i quali monarchia e nobiltà stupivano il mondo in era barocca, epoca in cui convivevano splendori e miserie, spettacoli da sogno e esecuzioni in pubblico.

Occorre dimenticare le storie romantiche a lieto fine dove lei incontra lui e vivranno felici e contenti: qui il percorso è diverso, molto più articolato se si vuole, verrebbe da definirlo protofemminista, è una ricerca di sé e di una propria dimensione in un mondo non certo a misura di donna, soprattutto se molto giovane e incinta, un mondo di cui aveva già parlato Daniel Defoe nella sua Moll Flanders  e che qui rivive senza intenti morali ma raccontando una realtà esistita e che ha lasciato alcune sue contraddizioni nell'oggi. Occorre anche dimenticare, leggendo La ragazza del libro dei fuochi, le storie di principesse e dame, qui si è in mezzo ai poveri e ai lavoratori, la base della società dell'epoca, capace poi di suscitare rivoluzioni e cambiamenti, anche soltanto partendo da se stessi, come succede ad Agnes, fanciulla in difficoltà ma non certo melensa e sprovveduta.

La ragazza del libro dei fuochi (traduzione italiana di Ginevra Massari) è un affresco settecentesco realistico e documentato, un ritratto di un’epoca spietata e affascinante, descritta nelle sue atmosfere, nei suoi odori, nella minuzia di una, tante vite a tratti rassegnate a tratti desiderose di cambiamenti, una composizione di quotidianità ed eventi per rivivere uno spaccato di come si viveva.

Ci sono echi delle sorelle Bronte, ma ancora di più di Victor Hugo, e di nomi recenti come Michel Faber e Tracy Chevalier, in questa ricostruzione della grande Storia attraverso storie all'apparenza piccole, ma in realtà fondamentali in una società a tratti simile a tratti opposta alla nostra. Un libro di un certo spessore, presentato da Leggereditore, che vuole diventare un editore di riferimento per la proposta di letteratura al femminile, e che dopo aver proposto thriller paranormali, horror, romanzi rosa contemporanei e romanzi a sfondo storico con La ragazza del libro dei fuochi introduce un filone a dir poco intrigante, un realismo storico al femminile.

Jane Borodale affianca l'attività di scrittura a quella come scultrice, e il temperamento artistico emerge nelle descrizioni e ricostruzioni di un mondo che affascina senza creare illusioni e sogni strani, ma proprio con la realtà di cosa era, un mondo dove ci si poteva perdere ma dove Agnes trova la sua strada.

C'è da sperare che Jane Borodale scriva altre opere di questo tenore, magari con altre Agnes in cerca della loro strada senza eroismi se non quello della quotidianità, e c'è da auspicare che Leggereditore proponga altri romanzi tipo La ragazza del libro dei fuochi, capace di coniugare la gioia di raccontare ad un'erudizione che non annoia, anzi avvolge e porta là dove deve andare, in quei vicoli di una Londra inquietante, che nei secoli hanno ingoiato tante protagoniste, dove Agnes troverà un nuovo modo per ricominciare.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.