Diffondi libro

Conoscere l'editing

Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

La prima lettera di Kafka a Felice Bauer

La prima lettera di Kafka a Felice BauerFranz Kafka conobbe Felice Bauer il 13 agosto 1912 durante una visita a casa di Max Brod.

A partire dal 20 settembre tra i due ebbe inizio una fitta corrispondenza che sfociò in una relazione che potremmo definire abbastanza tormentata, dal momento che Kafka ruppe diverse volte il fidanzamento fino a quando i due non si lasciarono definitivamente nel 1917, e Felice, due anni dopo, sposò Marasse Moritz.

Qui di seguito riportiamo la prima lettera che Kafka scrisse a Felice, così come riportata in Lettere a Felice. 1912-1917, raccolte e edite da Erich Heller e Jurgen Born (Mondadori, traduzione di Ervino Pocar).

 

[Carta intestata dell'Istituto d'Assicurazione contro gli Infortuni dei Lavoratori]

 

Gentile Signorina,

per il caso facilmente possibile che Lei possa non ricordarsi più minimamente di me, mi presento un’altra volta: mi chiamo Franz Kafka e sono quello che per la prima volta La salutò a Praga quella sera in casa del direttore Brod, poi Le porse da un lato all’altro della tavola fotografie di un viaggio da Talia, l’una dopo l’altra, e infine con questa mano, che ora batte i tasti, tenne la Sua con la quale Lei confermò la promessa di fare con lui l’anno venturo un viaggio in Palestina.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Se è ancora dell’idea di intraprendere quel viaggio – Lei disse allora di non essere di carattere volubile né io notai qualcosa di simile in Lei –, sarà non solo opportuno, ma assolutamente necessario che fin da ora cerchiamo d’intenderci per questo viaggio. Dovremo infatti sfruttare fino in fondo le nostre ferie, troppo brevi per un viaggio in Palestina, e lo potremo fare soltanto se ci saremo preparati nel miglior modo possibile e se saremo d’accordo su tutti i preparativi.

 

LEGGI ANCHE – Kafka racconta il potere della musica e dell’arte a un giovane amico

La prima lettera di Kafka a Felice Bauer

Devo soltanto confessare una cosa per quanto suoni male e oltre a ciò male si adatti a quanto ho scritto: io non sono puntuale nello scriver lettere. Anzi sarebbe peggio di quanto non sia già se non possedessi la macchia per scrivere; infatti se qualche volta il mio umore non fosse sufficiente per una lettera ci sono in fin dei conti pur sempre le punte delle dita che possono scrivere. In compenso non mi aspetto mai che le lettere arrivino puntualmente; perfino quando ne aspetto una con ansia ogni giorno nuova, non resto mai deluso se non arriva e quando infine arriva rimango facilmente scosso. Nell’infilare un nuovo foglio noto che mi sono presentato forse più difficile di quanto non sia. Ben mi starebbe se avessi commesso quest’errore: infatti perché mi metto a scrivere questa lettera dopo sei ore d’ufficio e con una macchina alla quale non sono molto avvezzo?

 

LEGGI ANCHE – I consigli di Kafka su amore e pazienza a un giovane amico

 

Eppure, eppure – è l’unico svantaggio dello scrivere a macchina quello di sviarsi così – se anche ci dovessero essere dubbi, dubbi pratici intendo, per prendermi in un viaggio come accompagnatore, guida, zavorra, tiranno e quello che ancora potessi diventare, contro di me in quanto corrispondente (e solo di questo si tratterebbe per il momento) non ci dovrebbe essere da fare alcuna obiezione decisiva e Lei potrebbe probabilmente tentare con me.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Suo cordialmente devoto dott. Franz Kafka

Praga

 

LEGGI ANCHE – Franz Kafka e una commovente lettera d’amore a Felice Bauer

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.