Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

La nascita e la distruzione di una creatura. “Siamo cinque” di Matias Faldbakken

La nascita e la distruzione di una creatura. “Siamo cinque” di Matias FaldbakkenSiamo cinque è un thriller oscuro e penetrante. La storia scritta da Matias Faldbakken scorre lineare, seguendo un filo logico preciso e alzando pian piano il timore e la trepidazione che trovano il suo culmine nell’epilogo del racconto, con un finale che lasciasbalorditi e interdetti. Siamo cinque, edito da Mondadori con la traduzione di Lisa Raspanti, è un romanzo basato sulla creazione di un mostro da parte di Tormod Blystad, o come viene chiamato nel libro un “coso”.

Il signor Blystad è un bell’uomo, alto e muscoloso, che ha vissuto un’adolescenza turbolenta durante la quale continuavano ad agitarsi dentro di lui due personalità: il giovane secchione e diligente a scuola, e il cattivo ragazzo che arrivò a essere dipendente dalle droghe e a distruggere lentamente se stesso. La sua salvezza fu quando fece la conoscenza di Siv, una giovane ragazza che riuscì a farlo uscire da quel suo periodo buio riportandolo alla luce.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

I due si sposano e col tempo la famiglia si allarga con la nascita di due figli: Alf e Helene. La vita continuava serenamente, i due bambini crescono accuditi amorevolmente dai genitori, i quali per compensare la mancanza di un fratello presero un cane che diventò un punto fondamentale della loro vita ma che purtroppo persero troppo presto in circostanze misteriose. Per sopperire alla perdita il padre iniziò a portare i suoi figli nella propria officina. Questa non era solo un luogo di lavoro con svariati macchinari e attrezzi ma era anche il luogo dove la mente brillante di Tormod usciva fuori. Qui, in questa stanza, che Siv chiamerà maledetta, il protagonista inizia la creazione di un impasto utilizzando dell’argilla rossa e dei concimi chimici cosicché questa potesse lievitare e diventare più dinamica rispetto a tutto il resto delle altre argille.

La nascita e la distruzione di una creatura. “Siamo cinque” di Matias Faldbakken

Quel composto che doveva essere un esperimento si rivelerà un mostro, perché quel pezzo di argilla rossa diventò dinamico a tal punto da trasformarsi in un problema. Il “coso” fu fatto vedere ai figli che contenti iniziarono a fargli assumere varie forme e dimensioni. Questo iniziò a compiere dei veri a propri movimenti, in poche parole: prese vita e poiché poteva muoversi, iniziarono a portarlo in giro con loro e a fargli fare anche delle faccende domestiche, insomma diventò parte integrante della famiglia.

«E in quanti siete? Siamo cinque, disse Helene osservando la vecchietta ricurva con aria perplessa. E dove sono tutti quanti? Bè, io sono qui, rispose Helene. Due sono a lavorare. Uno dovrebbe essere a scuola. E uno è terra. Uno è terra?, si stupì l’anziana. Si, terra confermò Helene. Ma la vecchia signora non capiva. Se due erano al lavoro, uno a scuola, Helene era lì e uno era terra, i conti non tornavano. E invece è proprio così, ribadì Helene. Allora siete quattro, disse la donna, ma fu come gettare parole al vento, perché la bambina restò ferma nella sua opinione e ripeté: Siamo cinque.»

La nascita e la distruzione di una creatura. “Siamo cinque” di Matias Faldbakken

Accade però uno sfortunato evento che portò l’argilla a diventare un mostro intelligente, scappò dalla famiglia Blystad einiziò a terrorizzare gli abitanti dei paesi vicini: poiché la sua fonte di cibo era una proteina contenuta nelle unghie e nei capelli, per mantenersi in vita il “coso” iniziò a strappare le unghie e i capelli di povere persone.

Tormod subito capì che l’argilla doveva essere fermata ma non avrebbe mai pensato di dover sacrificare un qualcosa di così importante per se stesso.

«La cosa che ci viene chiesta è proprio quella che siamo meno disposti a cedere; guardate dentro di voi, scoprite la cosa che mai, mai nella vita vorreste sacrificare ed ecco che l’avete trovata.»

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Ha il sapore della tragedia la parte finale del romanzo e infatti il giallo di Faldbakken lascia senza parole per la storia che viene narrata, per i personaggi che vengono raccontati e seguiti nei vari percorsi; lo scrittore di fatto non si è limitato a parlarci e a farci scoprire solo il protagonista, ma ci ha dato una panoramica di tutti i personaggi della famiglia Blystad, facendoceli conoscere in ogni sfumatura.


Per la prima foto, copyright: Roman Skrypnyk su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.