Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

La cultura soffre, anche nel volontariato

Volontari FaiTra le organizzazioni di volontariato quelle attive in campo culturale sono le più sofferenti. A dirlo è unaricerca svolta dal Centro Nazionale per il Volontariato e dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione sulle Organizzazioni di Volontariato. I dati, anticipati ieri, saranno approfonditi e diffusi nel dettaglio oggi, in occasione dell’inaugurazione del Festival del Volontariato, in programma a Lucca.

Dall’indagine che ha coinvolto quasi 2000 presidenti di organizzazioni di volontariato italiane, è emerso che il quadro del volontariato, in Italia, è sostanzialmente buono, ma a fronte di associazioni che nel 2013 hanno visto anche incrementare i loro introiti, ce ne sono altre, come quelle operanti nella protezione civile, nel volontariato internazionale e nel settore dei beni culturali che denunciano sofferenza. Soprattutto per gli investimenti in calo e per la difficoltà con cui la pubblica amministrazione continua a saldare i conti.

Avete presente quei ragazzi che qualche settimana fa vi hanno permesso di entrare in tanti siti culturali solitamente chiusi al pubblico, durante le giornate Fai di Primavere 2014? Questi, assieme a quelli grazie ai quali tanti musei italiani riescono a realizzare le giornate di apertura straordinaria, oppure i molti altri che si riuniscono per promuovere poesia, musica, balli tradizionali… sono i volontari della cultura.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Gente mossa da passione vera, in gran parte giovani (il 25% dei volontari, in generale, ha meno di 35 anni) che, nonostante la spesa pubblica in tema di cultura sia da tempo un pianto greco, non si abbatte e, anzi, come avviene con le promozioni telefoniche, spesso capita che porti con sé un amico. Così ecco un aspetto veramente positivo: tutte le associazioni (culturali e non) hanno confermato che anche nel 2013 la base di soci e volontari si è consolidata o, addirittura, ha registrato un’espansione. E purché non sia sfruttamento di lavoratori celato sotto buoni sentimenti, ciò non può che farci piacere.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.