Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Corso SEC

La centralità del destino nelle opere di Daniel Pennac

La centralità del destino nelle opere di Daniel Pennac“Io non controllo proprio niente, poiché niente è controllabile nella profusione dei mercanti del tempio. A meno di non moltiplicare per dieci gli effetti dei controlli. Dunque, quando arriva un cliente con una lamentela, vengo chiamato all'Ufficio Reclami nel quale ricevo una strapazzata assolutamente terrificante. Il mio lavoro consiste nel subire l'uragano di umiliazioni con un'aria così contrita, così miserabile, così profondamente disperata, che di solito il cliente ritira il reclamo per non avere il mio suicidio sulla coscienza e tutto si conclude in via amichevole, con il minimo dei danni per il Grande Magazzino. Ecco, sono pagato per questo. Profumatamente, per altro.”

Con queste parole Benjamin Malaussène, tra i più conosciuti personaggi letterari nati dalla genialità di Daniel Pennac, tenta di spiegare la propria funzione all'interno del Grande Magazzino per il quale lavora. Questo estratto da Il paradiso degli orchi, primo libro della saga di Malaussène, introduce alla bizzarra professione di capro espiatorio del protagonista, ma è soprattutto con la prima frase che lo scrittore francese ci rimanda a un tema che per lui diventerà ricorrente nel corso degli anni e delle sue varie opere: il destino.

Nel saggio Come un romanzo, alcuni anni più tardi, Pennac elenca i diritti imprescrittibili del lettore e tratta il problema di avvicinare i giovani alla lettura. Sottolinea in ogni passo il piacere di leggere, ma precisa comunque che (parafrasando una sua affermazione) “la lettura non offre all'uomo alcuna spiegazione definitiva sul suo destino ma intreccia una fitta rete di connivenze tra la vita e lui.”

In Ecco la storia Pennac ritorna sul tema, ribadendo l'impossibilità di sottrarsi al destino. Il protagonista del romanzo, Manuel Pereira da Ponte Martins, dittatore di un piccolo Stato, cerca con ogni sua forza di impedire che l'infausta profezia di una maga si avveri, senza tuttavia riuscirci.

In La lunga notte del dottor Galvan, racconto grottesco ed esilarante, il personaggio principale è ossessionato dal destino, e viene perseguitato da esso attraverso degli strani biglietti da visita, spassosi per il lettore ma vissuti con angoscia da Galvan.

Nel più recente saggio Diario di scuola, sempre senza rinunciare alla sua proverbiale e distintiva ironia, l'autore fa una disamina del punto di vista degli studenti, degli insegnanti e dei genitori, mescolando più leggeri tratti autobiografici a solide esposizioni socio-pedagogiche. Ma anche qui c'è l'ombra del destino; il suo, in questo caso, ovvero quello che gli avevano prospettato taluni ai tempi della scuola, quando lui, figlio di professori, viveva sconfortanti risultati scolastici in maniera fallimentare.

“La cosa che ci insegna il futuro, quando diventa passato, è che le cose non vanno mai come prevediamo” recita una frase dell'opera appena citata. È dunque il destino il leitmotiv di diversi scritti di Daniel Pennac, scrittore sopraffino, dotato di grande versatilità, capace di far riflettere e allo stesso tempo di lasciare sempre un sorriso sulla bocca di chi legge. Quest'ultimo è forse il merito più grande del talento di Pennac: trasmettere al lettore ogni volta qualcosa di importante, significativo nella vita, senza alcuna pesantezza. Prendiamo il destino, per esempio. Dovrebbe essere, in teoria, un argomento amaro, soprattutto se lo si considera dal lato della sua inesorabilità. Ma con Pennac, grazie al suo immancabile umorismo, tutto assume un'impronta più divertente. Tutto, compreso il destino.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.