Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

“L’inverno del mondo” di Ken Follett

L’inverno del mondo, Ken FollettDopo essersi fatto un po’ attendere, ma del resto la mole del libro lo giustifica, è arrivato il secondo capitolo della Century Trilogy di Ken Follett, L’inverno del mondo (traduzione di Adriana Colombo, Paola Frezza Pavese, Nicoletta Lamberti, Roberta Scarabelli, Mondadori, 2012), che, ambientato negli anni tra il 1933 e il 1949, racconta le vicende dei figli e delle figlie dei protagonisti e protagoniste de La caduta dei giganti, che era incentrato sulla Rivoluzione bolscevica e la Prima Guerra Mondiale.

Gli anni che fanno da sfondo a questo romanzo sono forse tra i più cruciali della Storia dell’ultimo secolo, non solo europea: l’avvento del Nazismo, la Guerra di Spagna, la Seconda Guerra Mondiale e l’inizio della Guerra Fredda. Come nel primo romanzo, l’autore segue in parallelo le storie di varie famiglie, presentando i diversi punti di vista, drammi e vicende di fronte agli eventi di quell’epoca, con una narrazione brillante e appassionante, anche se, vista la mole del libro (quasi mille pagine), non è facile riuscire in certi punti a tenere a mente tutte le fila della vicenda, che si svolge tra Germania, Gran Bretagna, Unione Sovietica, Russia, Francia e Spagna.
La carne messa sul fuoco da Ken Follett è tantissima, gli eventi raccontati sono moltissimi e i punti di interesse del libro sono molti, anche perché si raccontano fatti e aspetti poco noti di pagine di Storia su cui troppo spesso si crede di essere ferrati, ma su cui, in realtà, non si sa poi così tanto.

Tra le righe di un romanzo che, nonostante sia un best-seller, non è pura evasione, riemergono, infatti, episodi rimossi della Storia: le persecuzioni contro gli oppositori politici nella Germania nazista, vittime dimenticate; lo sterminio dei disabili fisici e psichici; l’oppressione delle donne anche cosiddette ariane da parte del regime hitleriano e le violenze di cui rimasero vittime ad opera dell’Armata Rossa nella Berlino occupata, così come la presenza di omosessuali nelle truppe statunitensi, la tragica e idealistica avventura di molti stranieri nella Guerra di Spagna e la fascinazione di alcune spie sovietiche per quell’Occidente così libero. Tutte pagine dimenticate e sottovalutate, che rivivono in un libro dal ritmo incalzante, che si chiude di fronte a una nuova svolta, quella che ha portato alla fine del Secolo Breve e ai nuovi, precari e recenti sviluppi.

Accanto a una galleria di personaggi molto ben costruita, tra cui spiccano, per cura e interesse, i personaggi femminili, dalle madri Ethel e Maud, un tempo militanti per le suffragette e ora divise in due Paesi con destini diversi, alla giovane Daisy, alla quale sono affidate le situazioni più romantiche, all’idealista Carla, che affronterà le prove più dure nella Germania nazista e poi sconfitta, Ken Follett conferma le sue doti di narratore, che, dopo anni di storie tra il giallo, lo spionaggio e il thriller, ha preferito rivolgersi alla Storia e ai suoi eventi, prima parlando di Medioevo e poi di tempi più recenti.

Un romanzo per chi ama la Storia, per chi vuole rivivere pagine recenti, per chi vuole capire il presente dal passato senza leggere saggi e trattati ma ricorrendo a personaggi che, sia pure inventati, sono vicini alle esperienze, alle vite e ai drammi di persone di quell’epoca, e che sa comunque mettere insieme impegno e intrattenimento. In attesa del terzo capitolo, che vedrà protagonisti i bambini e i nuovi nati di questa parte di Storia.

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.