Consigli di lettura

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Il riscatto del libro: la biblioteca aziendale e il tribunale letterario

ksb Italia, biblioteca aziendaleDi bookcrossing o book sharing, anche in azienda, avevamo parlato recentemente più di tutto con l’idea di dare qualche suggerimento per diffondere la passione per la lettura. Di certo non sapevamo, e non potevamo immaginare, che in un Paese come l’Italia, dove ogni statistica riguardante libri e lettori è un pianto greco, ci fossero iniziative interessanti come quella Ksb Italia. La scoperta è stata casuale, grazie a una breve apparizione di un dirigente dell’azienda brianzola nella puntata del 4 maggio scorso di Che tempo che fa, trasmissione condotta da Fabio Fazio sulla rete 3 della Rai (nel corso della quale, peraltro, l’editorialista de «La Stampa» Gianni Riotta, da New York, ha parlato della demolizione del Rizzoli Bookstore, fondata a metà degli anni ‘80 del Novecento).

La Ksb Italia, sede italiana di una multinazionale tedesca che produce pompe e valvole, da un paio d’anni ha avviato il progetto di istituire una biblioteca aziendale (che si aggiunge al frutteto interno, alla palestra aziendale e ad altre iniziative pensate per favorire lo sviluppo del welfare aziendale, come in Italia già fanno multinazionali come Vodafone e Ferrari) cresciuta da poche decine di libri a oltre un migliaio. «Istituita sul concetto del book sharing, in un’ottica di condivisione e di affiatamento», spiega un comunicato della società, «la biblioteca vanta ormai numerosi titoli di rilievo, tanto da attirare recentemente l’attenzione anche della stampa nazionale».

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

«Siamo convinti che, migliorando la qualità dell’ambiente di lavoro, si migliora la qualità del lavoro stesso», ha spiegato al «Corriere della Sera» il consigliere delegato di Ksb, sottolineando l’importanza del libro (e di quanto ogni libro contiene) nel contribuire al miglioramento della qualità del lavoro (e della vita).

Concetto “sposato” anche dal Tribunale di Monza (sì, stiamo sempre in brianza) nel quale è partita l’iniziativa del Tribunale letterario, raccontata qualche giorno fa dal quotidiano «Il Giorno», che punta ad alleggerire l’atmosfera pesante che si respira nel palazzo a causa di burocrazia, atti, procedure e adempimenti vari. Esperienze che fanno pensare a una sorta di riscatto dell’oggetto libro, e che fanno ben sperare proprio contrastando, ognuna nel proprio piccolo, quel sentore di un inesorabile impoverimento culturale che si respira. Insomma, se anche aziende e tribunali dicono che leggere fa bene, qualcosa di vero dovrà pur esserci. Proviamo?

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (3 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.