Corso online di editing

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso SEC

Il nuovo romanzo di Mario Abbati va “A tempo di tango”

Il nuovo romanzo di Mario Abbati va “A tempo di tango”A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires è il nuovo romanzo di Mario Abbati per BookaBook.

Toni De Mastrangelo è un maestro di tango al quale ultimamente gira tutto storto. La scuola di tango non ottiene il successo sperato, la fidanzata lo lascia dopo cinque anni e come se non bastasse l’auto lo abbandona in pieno raccordo anulare: galleggiante rotto!

«Sono circa le diciotto e trenta, arriverò in ritardo per la lezione, sicuro, ma in questo caso le ansie di natura professionale passano in secondo piano rispetto a un pensiero fisso che mi martella la testa da quando l’addetto del soccorso stradale ha emesso la sentenza.

Si è rotto il galleggiante della mia vita.»

 

Da questa riflessione ha inizio la nuova vita del tanghèro romano, un po’ spinto dalla volontà di cambiare, un po’ perché trasportato dagli eventi che sembrano avere una connessione tutta loro, tra passato, presente e futuro. Essi si intrecciano come un «giardino dei sentieri che si biforcano».

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Toni entra in possesso del Pangioco, una particolare scacchiera creata da Xul Solar, pittore e intellettuale amico di Jorge Luis Borges, sottratta insieme a un mazzo di tarocchi da un museo di Buenos Aires e poi finita casualmente tra le mani del protagonista. Egli inizia così a giocare senza conoscere le regole ma rendendosi conto, suo malgrado, che è il gioco stesso a scriverle man mano che Toni progredisce sulla scacchiera. È la panlingua, un idioma creato dallo stesso Solar, a crearsi sotto gli occhi increduli del protagonista, il quale altro non è che una pedina del gioco. Braccato dai ladri del Pangioco che intendono recuperarlo a tutti i costi, e spinto dal suo sogno di ballerino Toni scappa a Buenos Aires.

Il nuovo romanzo di Mario Abbati va “A tempo di tango”

Il romanzo prosegue così, a passo di danza, con un rocambolesco susseguirsi di eventi. I personaggi che lo accompagnano in quest’avventura, con i quali ballerà volta per volta una sorta di “ronda de cumple” fra le pagine del romanzo, sono uno più strano dell’altro. C’è Veronica, l’ex collega di lavoro alle Poste, che fa i tarocchi; Aldo Vinicius Cardona, «un ometto corpulento con la zucca del tutto calva, due occhietti scuri separati da un enorme naso a uncino», ex militare in pensione scrittore di poesie grazie all’ausilio di Google translate; il gatto Sigmund, «illustre psicanalista di orientamento junghiano»; Estela, esperta di massaggio tantrico; i gemelli che danno la caccia al protagonista e in ultimo ma non meno intrigante il maestro Eulalio Figueroa con le sue cinque vocali «indice di completezza». Una costellazione di personaggi insoliti che arricchiscono la narrazione. Ma il personaggio più interessante non è in carne ed ossa ed è il tempo.

In A tempo di Tango Toni mormora tra sé e sé : «ho incurvato lo spazio degli eventi». Egli acquista così consapevolezza che il tempo è fluido, malleabile, dominato da eventi sincronici. Il tempo all’interno del romanzo perde il suo carattere lineare mentre Toni si interroga se restare ancorato al passato o passare alla fase successiva. Ma anche lo spazio in cui si muove rispecchia questa condizione temporale, basti pensare  ai movimenti circolari nella milonga, l’architettura particolare del residence con le scale che salgono e scendono in modo inusuale, il dualismo inquietante dei gemelli. È infine in un passo di tango, tra un inseguimento, una lettura di tarocchi e una partita agli Scacchi Cosmici che il protagonista troverà la risposta al quesito che lo attanaglia:

«Ogni volta che gettiamo un sogno nel futuro, quel sogno modifica il presente per attirarci. Se ciò non avviene è perché il passato, con le sue tentazioni, i suoi dolori, esercita un’azione frenante. Il tango funziona allo stesso modo: il pavimento è il passato, il soffitto è il futuro. Chi balla sta in mezzo, fa da ponte tra passato e futuro. O ci lasciamo dominare dal pavimento, ossia concentriamo il nostro stile di ballo su passi e figure; oppure assecondiamo il filo della musica che ci solleva verso il soffitto. Voi da che parte state?»

Il nuovo romanzo di Mario Abbati va “A tempo di tango”

Tango, scacchi e tarocchi sono gli elementi chiave del romanzo. Messa così probabilmente non mi sarei mai avvicinata a questa lettura poiché sono tre argomenti molto distanti da me. Eppure sarebbe stato un vero peccato perché partendo da questi elementi l’autore ha creato un intreccio intrigante. Abbati pone sulla scacchiera tutta una serie di situazioni che fa muovere realmente “a tempo di tango” e, quando la matassa dipanandosi fa sì che tutti i tasselli tornino al proprio posto, lascia nel lettore un senso di soddisfazione.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il tango è sicuramente una delle passioni dell’autore romano. Non mancano nel romanzo riferimenti musicali e tecnici; inoltre i brani citati si può affermare che facciano da colonna sonora alla narrazione. L’argomento “tango” tra l’altro ricorre spesso nella produzione dello scrittore: La donna che ballava il tango in senso orario, Vado a comprarmi le scarpe da tango e TanguEros – Storie di ballerini tormentati. In A tempo di Tango non si esaurisce sulla pista da ballo bensì Mario Abbati trasferisce la passionalità e il ritmo di questa danza nella scrittura, restituendo un romanzo misterioso e coinvolgente.


Per la prima foto, copyright: Cristian Newman su Unsplash.

Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.