Conoscere l'editing

Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

“House of Cards 2. Scacco al re” di Michael Dobbs: un caposaldo della letteratura political thriller

Michael Dobbs, Scacco al reDopo il successo di House of Cards, Michael Dobbs ritorna con Scacco al re, il secondo capitolo di un'intrigante e fortunata trilogia a sfondo politico. Portata a termine la vendetta ai danni dell'ex primo ministro, per l'arrampicatore sociale Francis Urquhart è giunto il momento di sfidare il re in persona. In questo romanzo, pubblicato da Fazi Editore nella traduzione di Stefano Tummolini, il giovane sovrano inglese contesta il programma di governo del subdolo protagonista e lo scontro tra i due si inasprisce sin dalle prime pagine. La battaglia, come nel primo capitolo della trilogia, viene condotta a suon di sondaggi d’opinione truccati, prime pagine di quotidiani manipolate, scandali sessuali e calcolate strategie di rischio. FU, come lo chiamano adesso, trama addirittura di distruggere la Corona! Il conflitto, tuttavia, è così duro che Urquhart decide di ricorrere a nuove elezioni. Nel frattempo entra in scena un altro personaggio molto particolare: il consigliere politico Sally Quine, una donna impeccabile e brillante con la quale Francis avvia una relazione. Riuscirà Urquhart a raggiungere il suo scopo?

Fitto e coinvolgente. Sono questi gli aggettivi da adoperare se si vuole descrivere un testo come quello di Michael Dobbs, il romanziere inglese diventato ormai un’icona degli intrighi di palazzo sulla scena politica britannica. Con il suo romanzo d’esordio, pubblicato per la prima volta nel 1989, l'autore ha riscosso una certa popolarità e un successo che è cresciuto esponenzialmente con la messa in onda dell'omonima serie TV, molto apprezzata e diffusain diversi paesi. Scritto in maniera impeccabile, Scacco al re è un libro che si legge in poco più di qualche giorno e risulta scandito dalla tensione che la scrittura fluida e pressante di Dobbscrea nel lettore, al punto tale che non è azzardato definirlo come un caposaldo della letteratura political thriller.

«Feroce, incalzante e dal ritmo altissimo, con impennate di ironiche riflessioni e una buona dose di humour nero». Così era stato definito il primo episodio della trilogia da «Il Secolo XIX»... e c'è da dire che il secondo non è da meno.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Michael DobbsGli amanti del genere apprezzeranno sicuramente questo lavoro in ogni sua sfaccettatura: dalla costruzione dei personaggi alla scelta dei termini, dal linguaggio semplice e diretto alla conclusione del tutto inaspettata. Ma soprattutto, lo apprezzeranno per la notevole caratterizzazione del protagonista che, nonostante sia quasi una nemesi naturale, affascina il lettore e lo conquista fin da subito. Machiavellico e cinico, Francis Urquhart sfrutta le sue conoscenze per ottenere ciò che desidera senza mai voltarsi indietro, tra scandali e segreti di palazzo. Così, dopo aver tracciato la sua personale scalata al potere, decide addirittura di sfidare il re.

Un particolare da notare è che il distacco con il precedente volume è quasi inesistente. A chi volesse leggere questo titolo, infatti, è consigliata la lettura del primo capitolo, dal momento che sono strettamente collegati l'uno all'altro. La storia si regge anche da sola, ma alcune sfumature si intuiscono solo se si ha avuta l’accortezza di leggere House of Cards, di cui Scacco al re è la naturale continuazione.

Un libro, riassumendo, ben fatto e ben scritto, dall’incipit alla conclusione. Elaborato con uno stile narrativo lineare e privo di fronzoli, sarà apprezzato soprattutto dagli appassionati del genere political thriller e da chi ha già letto il primo volume della trilogia. Un lavoro che conferma la bravura di un autore, Michael Dobbs che, visti i risultati di House of cards e il successo assicurato di Scacco al re, forse ha fatto bene a lasciare la politica per dedicarsi alla scrittura.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.