Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Giornate Fai di Primavera: venti meraviglie italiane da visitare

FAI Giornate Primavera 2014Per il ventiduesimo anno consecutivo il Fai, Fondo per l’Ambiente Italiano, organizza le Giornate Fai di Primavera. Un finesettimana, il 22 e il 23 marzo, durante il quale alcuni dei principali beni artistici e architettonici del Belpaese, solitamente non visitabili, saranno aperti al pubblico. I siti visitabili (borghi storici, castelli, palazzi, parchi…) sono più di 750, tutti elencati sul sito web del Fai, con tanto di breve descrizione e pure un’App dedicata. Tra questi beni, in una speciale sezione dello stesso sito, il Fai propone quelle che chiama “chicche”. Ne indica giusto una manciata, regione per regione, qualche decina in tutto. Tra queste, noi di SulRomanzo, che già avevamo parlato dell’evento lo scorso anno, in vista di questa edizione abbiamo fatto un’ulteriore cernita. Ne proponiamo 20, una per regione, in rigoroso ordine alfabetico, nutrendo la speranza di far conoscere qualche meraviglia che magari ognuno di noi ha avuto finora inconsapevolmente dietro casa.

ABRUZZO

Una delle chicche individuate dal Fai si trova in provincia di Pescara, nel comune di Penne. Vi troviamo Palazzo Margherita d’Austria, dimora della duchessa di Penne, che presenta un cortile di straordinaria bellezza e un loggiato rinascimentale; La Chiesa di Santa Chiara (risalente al 1600) che conserva stucchi del 1701-1702 e pavimento ottocentesco a mosaico.

Abruzzo, Palazzo Margherita

BASILICATA

Se vi trovate qui dovete visitare il centro abitato di Tricarico, in provincia di Matera, con il suo Palazzo Ducale, che fu per secoli residenza dei Sanseverino, conti di Tricarico e principi di Bisignano. Vi si accede attraverso due portali seicenteschi, entrambi coronati dallo stemma bipartito di Francesco Revertera, III duca della Salandra e di sua moglie Zenobia Pignatelli (1671).

Basilicata, Palazzo ducale di Tricarico

CALABRIA

Molte le meraviglie solitamente chiuse al pubblico, come il Parco archeologico dell’antica Caulonia, a Monasterace Marina, in provincia di Reggio Calabria. L’antica Kaulonia, agli inizi del Novecento identificata nella moderna cittadina di Monasterace Marina, è una colonia achea fondata all’inizio del VII sec.a.C., sulla costa ionica calabrese.

Calabria, Parco archeologico Caulonia

CAMPANIA

Se siete dalle parti di Napoli, non fatevi mancare una visita al complesso monastico benedettino dei Santi Severino e Sossio. Il complesso risalente all'anno 902 oggi è sede dell’Archivio di Stato di Napoli, derivante dall’Archivio generale del Regno istituito con regio decreto del 22 dicembre del 1808, da Gioacchino Murat, divenuto poi con Ferdinando II di Borbone – nel 1845 – Grande Archivio del Regno, quindi nel 1875, nell’Italia unita, Regio Archivio e poi, nell’Italia repubblicana, Archivio di Stato di Napoli.

Campania, Monastero benedettino dei Santi Severino e Sossio

EMILIA ROMAGNA

La chicca è nella città di Piacenza, nell’Antiquarium Santa Margherita, uno dei rari casi di conservazione di resti stratificati della storia urbana di Piacenza. I resti più antichi, risalenti al II secolo a.C.-prima metà I secolo a.C., sono costituiti da fosse di varia dimensione e profondità scavate nel terreno sterile; la più grande di queste era stata riempita di grosse anfore capovolte collocate su più livelli, sistema di bonifica che impediva la risalita in superficie dell'acqua di falda.

Emilia Romagna, Antiquarium Santa Margherita

FRIULI VENEZIA GIULIA

Casarsa della Delizia, provincia di Pordenone. Qui il Centro studi “P.P.Pasolini” ha istituito il Percorso su Pasolini, attorno a Casa Colussi, che fu il rifugio di Pasolini dal 1943 al 1950. Qui trova spazio la prima vocazione letteraria del poeta, qui nasce la sua prima raccolta Poesie a Casarsa. Nel 1945, Pasolini e gli amici fondarono “ l’Academiuta di Lenga Friulana” una sorta di rustico salotto letterario che si proponeva la valorizzazione della lingua friulana.

Friuli Venezia Giulia, Casarsa, Percorso su Pasolini

LAZIO

In provincia di Latina sarà visitabile l’Itinerario storico nel borgo di Sermoneta. Tra le meraviglie, la Loggia dei Mercanti, costruita nel 1446 per ordine di Onorato Caetani per essere adibita a sede del Comune, degli affari e delle assemblee popolari. La Loggia dei Mercanti resta uno degli scorci più belli del paese, proprio lì dove Massimo Troisi si affacciava nel celebre film Non ci resta che piangere, girato a Sermoneta nel 1984.

Lazio, Loggia dei Mercanti, Sermoneta

LIGURIA

A Genova la chicca del Fai è Villa Crosa, Diana. La famiglia Crosa commissionò la costruzione di questa villa nel tardo 1500. Dopo il restauro oggi si possono ammirare lo scalone che connette gli atri inferiori in penombra, che contrastano con l'abbagliante luminosità della loggia superiore. I preziosi ninfei lavamani, opera di scultori e marmorari lombardi, e l'elegante planimetria settecentesca.

Liguria, Villa Crosa Diana

LOMBARDIA

Il consiglio del Fai è di uscire dal caos di Milano e, restando in provincia, recarsi ad esempio a Bernate Ticino. Il piccolo borgo di Bernate nella Valle del Ticino vanta una lunga storia e una importanza particolare sul territorio legata all’acqua e a specifici fattori culturali ed economici. Rimangono visibili molte testimonianze, tra cui: la splendida cripta medievale ( XIX-XI sec.), le decorazioni scultoree basso-medievali attribuibili ai Maestri Campionesi, gli affreschi quattrocenteschi (in particolar nel palazzo visconteo), lo splendido chiostro ( fine XVI-inizio XVII sec.) e un coro ligneo seicentesco.

Lombrardia, Bernate Ticino

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

MARCHE

Ad Ascoli Piceno, nel Palazzo della Cassa di Risparmio, è conservatala Tabula Militaris Itineraria Theodosiana, copia della famosa Tabula Peutingeriana medievale che rappresenta il mondo conosciuto dagli antichi romani (Europa, Asia e Africa) che si estendeva presumibilmente dalle colonne d’Ercole fino alle estreme regioni orientali (c’è anche un abbozzo di Cina).

Marche, Tabula Militaris Itineraria Theodosiana

MOLISE

Agnone, in provincia di Isernia, ospita le Antiche Fonderie del Rame, che risalgono almeno al 1500. Nella mappa dell’Asta del Rio Verrino del 1754 il complesso pre-industriale è chiamato Ramere del sig. Principe (di Santobuono). Per almeno tre secoli e mezzo queste fonderie hanno ricoperto un ruolo fondamentale per l'economia della città.

Molise, Antiche Fonderie del Rame

PIEMONTE

La chicca è a Domodossola, in provincia di Verbano, Cusio Ossola. Il Borgo della Cultura, incentrato sulla Piazza Mercato e restaurato negli ultimi anni, rappresenta la parte più caratteristica della città. Oltre la citata piazza, circondata da case che risalgono ai secoli XV-XVI, l’attenzione va posta al Palazzo di Città costruito nel 1847 in stile neoclassico dall’architetto torinese Giovanni Leoni e sede nel 1944 della Repubblica partigiana dell’Ossola, Palazzo Mellerio, la Torretta con i resti delle vecchie mura cittadine medievali e Palazzo Silva (1519 ), attualmente in restauro.

Piemonte, Domodossola

PUGLIA

Monopoli, in provincia di Bari, ospita Palazzo Martinelli, la chicca pugliese. Splendida dimora sei-settecentesca che domina il porto vecchio all’interno, presenta un cortile con una bella scalinata aperta in loggiato settecentesco a tre ordini. Vi si affacciano un’elegante finestra e una porta finestra mistilinea. La recente scoperta poi di grotte e cavità tra le sue fondamenta la rende ancora più misteriosa e intrigante.

Puglia, Palazzo Martinelli

SARDEGNA

Nel Museo Archeologico Nazionale di Cagliari verrà inaugurato l’allestimento temporaneo Mont’e Prama 1974-2014, che sarà organizzato su tre poli museali di Cagliari, Cabras e Sassari. In mostra le sculture nuragiche di Mont’e Prama, la più grande novità dell’archeologia sarda degli ultimi decenni.

Sardegna, Mont’e Prama

SICILIA

A Siracusa nel corso del prossimo finesettimana saranno visitabili le Latomie Santa Venera, Intagliata, Intagliatella e Paradiso, con la possibilità di visitare anche la famosa Grotta dei Cordari. Si trovano all’interno del Parco Archeologico della Neapolis, e comprendono la cosiddetta Tomba di Archimede, l’Anfiteatro Romano. Le latomie di Siracusa sono cave da cui si estraeva una roccia calcarea bianca, tenera, facilmente lavorabile, largamente utilizzata nell'edilizia cittadina.

Sicilia, Latomie Santa Venera, Intagliata, Intagliatella e Paradiso

TOSCANA

Tra le tante meraviglie di questa regione segnaliamo una chicca che si trova a Radicofani, in provincia di Siena. La Posta Medicea "Osteria Grossa" è una costruzione cinquecentesca lungo la Francigena, edificata per volere del Granduca Ferdinando I dei Medici (1584) dal celebre architetto granducale Bernardo Buontalenti inglobando un precedente Casino di Caccia del Granduca Francesco I.

Toscana, Posta Medicea Osteria Grossa

TRENTINO ALTO ADIGE

Trento propone l’apertura dell'area archeologica di Casa Terlago in via Belenzani 37, normalmente chiusa in quanto abitazione privata. In essa è visibile e ben riconoscibile un tratto del cardo maximus, cioè l'asse viario principale dell'antico castrum romano (Tridentum, fondato nella metà del I secolo a.C.) che, partendo dalla Porta Veronensis a sud nei pressi dell'attuale Piazza del Duomo tagliava in due la città e indirizzava il traffico in direzione nord verso il fiume Adige incrociando il decumanus.

Trentino Alto Adige, Terlago

UMBRIA

A Porano, in provincia di Terni, c’è un castello che mescola storia e mistero. Si tratta di Castel Rubello, che insieme a Torre Alfina e Castel Viscardo faceva parte nel Medioevo del sistema difensivo del Comune di Orvieto. Dall’Ottocento la storia del castello si arricchisce di sentimento e di mistero, con la prima apparizione nella Corte dello spettro di una solitaria "dama bianca" che pare appaia nelle notti di plenilunio, a ricordo dei segreti amori che il castello nascose.

Umbria, Castel Rubello

VALLE D’AOSTA

Qui il Fai propone una Passeggiata archeologica in Aosta. L’antica Augusta Prætoria Salassorum, strategica colonia alpina fondata dall’imperatore Augusto nel 25 a.C., da tempo è conosciuta come la piccola “Roma delle Alpi”. Entrati in città dall’antico ponte romano, l’occhio corre immediatamente all’imponente Arco trionfale di Augusto e, da qui, verso la cinta muraria e la poderosa Porta Prætoria. L’inaspettata facciata meridionale del teatro romano ci accoglie coi suoi 22 metri d’altezza e ci introduce all’antico quartiere degli spettacoli.

Valle d'Aosta, Augusta Prætoria Salassorum

VENETO

Poco lontano da Venezia, merita sicuramente una visita il Comune di Noale. Definita “Città picta e murata”, la città di Noale, con il suo centro fortificato, è forse il Comune della provincia di Venezia ove più intensamente si rivive l’atmosfera medievale, Possedimento sin dalle sue origini della potente consorteria dei da Carbonara e dal 1119 dei loro eredi, deve la sua definizione di “Città picta e murata” alla straordinaria ricchezza degli antichi palazzi, in gran parte ornati da importanti affreschi (molti dei quali oggi perduti) e che si affacciano sulle piazze Castello e XX Settembre.

Veneto, Noale

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (3 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.