Corso online di editing

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso SEC

Editing ‒ Un aneddoto fra due giganti

Editing ‒ Un aneddoto fra due gigantiEditare, si diceva, è soprattutto un rapporto umano. Van Wyck Brooks fu un importante critico letterario statunitense che nacque nel 1886 nel New Jersey. Ricevette un Premio Pulitzer e il «Time» gli dedicò una copertina nel 1944, due elementi per far comprendere in breve quanto fosse noto a quel tempo. Ma non ebbe solo giorni felici. Nel 1926, a quasi quarant’anni, cadde in una depressione che lo colpì profondamente. Brooks, in capo a poco tempo, fu debolissimo a livello di salute e aveva altri problemi da risolvere. Inoltre, si riteneva un fallito dal punto di vista della scrittura.

Max Perkins, che già vi ho menzionato in passato, era un caro amico di Brooks dai tempi dell’infanzia, si erano poi rivisti anche all’Università di Harvard, frequentavano il club letterario Stylus e vivevano nella stessa casa. Anni dopo, durante la depressione di Brooks, l’editor Perkins, che stava vivendo una fase importante della sua carriera, si dedicava quasi ogni domenica all’amico, passeggiando insieme. Ragionavano di libri e di scrittura, e non c’era soltanto l’aspetto professionale: la cara amicizia nutriva il loro rapporto e, nonostante ciò, ci fu un periodo in cui Brooks si isolò da quasi tutti, incluso Perkins. Ne parlava pure con la madre, come attestano alcune dichiarazioni dell’epoca, e sembrava una scelta consapevole, come se il vecchio amico fosse un ostacolo alla sua carriera come scrittore.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Anni complessi, anni nei quali la loro amicizia visse momenti altalenanti, ma Perkins non mollò mai l’osso, pur rispettando le altrui decisioni.

Nel 1935, quando gli eventi presero una piega migliore, Brooks fece visita all’amico, periodo nel quale stava scrivendo Flowering of New England, il suo capolavoro. Due anni dopo vinse il Pulitzer per la storia e fu dedicato a Maxwell Perkins.

Nel mezzo c’era stata la depressione, ma anche una casa di cura privata a New York, un matrimonio sofferente per un tradimento, problemi economici, eppure il legame fra i due amici servì a sbloccare una situazione che sembrava essere destinata alla tragedia.

Questa puntata di passaggio mi serviva per esprimere un concetto che pare essere dominante in Italia: la convinzione che il rapporto fra editor e scrittore debba essere esclusivamente professionale. Dipende, verrebbe da dire. Esistono casi, come quello di Brooks e Perkins, che dimostrano quanto la scrittura e il riflettere sulla scrittura possano portare a legami umani imprevedibili e che nulla tolgono alla professionalità. Capiamoci, non è la strada maestra, ma può capitare.

Lo dico agli editor neofiti: potrebbe succedere che un autore desideri sconfinare rispetto ai temi dell’editing di un testo. La mia esperienza mi ha insegnato che non è affatto un male, di frequente questo aiuta a rafforzare la fiducia fra le parti, se non diventa un flusso di coscienza che si allontana troppo dalla natura più importante del rapporto.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Perciò il consiglio è di non essere inutilmente rigidi su tempi e modi di comunicare, c’è sempre qualche aspetto interessante che potrebbe aiutare a eseguire l’editing con maggior consapevolezza e non pensiate che chiacchierare con l’autore non possa rappresentare una forma di esplorazione del suo immaginario, che vi tornerà utile per capire meglio un suo testo.   

Alla prossima lezione.

LEGGI ANCHE tutte le puntate di CONOSCERE L’EDITING

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.